Oggi, per Natale, vi proponiamo due romanzi di Ester Ashton, “Potrei amarti” e “Vorrei dirti no” da leggere tutto d’un fiato!

       

Le Trame

Potrei amarti:

Cassandra Miller è una donna che in passato è stata ferita nel profondo e tutto ciò le ha condizionato la vita. Un tormento interiore che l’ha resa insicura nell’accettare il suo corpo e restia nel donare il suo amore. Ma la sua vita è destinata a cambiare proprio quando conosce Logan Mitchell e l’apatia in cui è vissuta va inesorabilmente in frantumi.

Lui è un marines, bello come il peccato ma pericoloso per i suoi fragili sentimenti: perché Logan non sa cosa sia l’amore. Qualcosa però è destinato a cambiare, perché quando i sentimenti subiscono il fascino seducente dell’amore, l’unica cosa da fare è lasciarcisi trasportare.

Una battaglia di emozioni contrastanti che porterà entrambi a fare degli errori e delle scelte impossibili. Lui lotterà per la missione più importante della sua vita….

Lei dovrà affrontare una lotta tra i demoni del passato e il suo cuore…

Vorrei amarti:

Baciarla era stato solo il primo passo verso la perdizione. -Max Turner-

La vita di Max Turner, ex agente dell’FBI, è stata segnata dall’omicidio di sua cognata e suo nipote. La rabbia e i sensi di colpa lo hanno spinto a rinunciare a ciò che lo faceva sentire vivo e al riparo dalla sofferenza.

Nonostante siano passati quattro anni da quella scelta Emma è sempre rimasta una costante nella sua mente e nel suo cuore. Per un brutto scherzo Max la rivede e la passione rimasta sopita nella sua anima si risveglia impetuosa, cancellando gli anni di lontananza.

Ma riuscirà ad accettare l’idea che lei si sia rifatta una vita senza di lui?

Estratti per voi…

Niente mi aveva preparato a quel bacio. Ogni pensiero svanì e l’unica cosa che rimase, fu quella bocca peccaminosa che si muoveva contro la mia.
Il desiderio si accese come una fiamma incandescente, un fuoco che attraversò ogni punto del mio corpo, alimentando quella brama di fondermi con lei.
Un fremito mi percorse ovunque, tendendomi verso di lei. Le circondai la vita con il braccio e catturai ancora le sue labbra, avido, come se volessi divorarla.
La strinsi più forte contro di me, l’avevo già tenuta così tra le mie braccia, ma le sensazioni che stavo provando in quel momento erano centuplicate. Se l’avessi avuta nuda, sotto di me, pelle contro pelle, sarebbe stato devastante.
Cassie s’inarcava verso di me, abbandonata e travolta dalla passione, ed io ne fui soggiogato. Ero avvolto dal suo profumo e del tutto concentrato su di lei. Mai avrei immaginato che Cassie nascondesse un tale fuoco, o forse avrei dovuto saperlo vista la sua reazione al nostro primo ballo…
Quella notte c’erano stati tutti i segnali ma, troppo preso a respingere ciò che avevo provato, mi ero reso volutamente cieco e non ci avevo badato.
In quel momento l’avevo stuzzicata, implacabile, convinto che mai lei mi avrebbe potuto suscitare e scatenare un tale desiderio.
E invece eccomi lì a baciarla… a baciarla come se non potessi farne a meno, neanche di allontanarmi da lei.
Il desiderio che avevo per Cassie mi aveva sedotto e ogni controllo che da sempre mi aveva sostenuto, con lei, era scivolato via come un alito di vento.
La passione era così viva, intensa, che ogni bacio non faceva altro che pretenderne un altro… e un altro ancora, catturandoci in una rete dove i nostri sospiri e quei baci appassionati ci portavano verso l’oblio.
Mi resi conto che la volevo così tanto che il mio corpo smaniava il suo tocco.
Ogni sua carezza era un fremito che mi scuoteva, un abisso di emozioni che nessuna era mai riuscita a suscitarmi.
Il suo mugolio strozzato mi fece aprire gli occhi e l’impatto con i suoi mi tolse il fiato e quel poco controllo che mi era rimasto… L’espressione del suo viso era estasiata, le sue iridi verdi brillavano di eccitazione, ma era il suo volto, colmo di passione, che mi fece eccitare ancora di più.
La scostai di colpo da me, il corpo teso come una corda di violino. Il suo mugolio strozzato mi rese consapevole che era meglio prendere le distanze da lei.
Cassie era una vera seduttrice e aveva quasi eliminato ogni mia difesa, quasi… perché lottavo con tutte le mie forze per non cedere. – Potrei amarti

***

Max, che non si aspettava quella reazione, mi fissò truce con una luce diabolica negli occhi che mi fece perdere un battito al cuore.
«Fai l’offesa, quando sappiamo che se non ti scopo io lo farà un altro?»

Strattonò tirando la maglia, sollevandola fino al reggiseno che sbottonò scostando le coppe ed esponendo i miei seni nudi. Mi contorsi spingendolo sul petto, riuscendo a mettere giù i piedi e raddrizzarmi.
Max era più forte e non si spostò neanche di un passo, ignorando i miei tentativi di liberarmi mi prese entrambi i polsi con una mano e li sollevò sopra la mia testa, contro il tronco.
«Preferisco scegliere io con chi farlo» lo provocai. «Ti disturba che un altro uomo mi dia più piacere di te?» lo canzonai.
Sapevo che lo stavo sfidando, spingendolo verso il limite, ma non m’importava. Ero stata una stupida a non andarmene subito, evitando così qualsiasi contatto con lui, ma non ero riuscita a oppormi, volevo rivivere, anche solo per una volta, gli stessi momenti del passato, quando lui mi faceva sentire desiderata.
Poggiò la mano su un seno, palpandolo, stringendo il capezzolo duro ed eretto tra le dita e sorrise, consapevole di ciò che mi suscitava.
«Bugiarda, sei eccitata.» Abbassò la testa, lambendo con la punta della lingua l’altro.
Fui travolta da un’ondata di piacere irrefrenabile, che si spinse fino al clitoride, bagnandomi fra le cosce. Un gemito roco mi sfuggì dalla bocca e chiusi gli occhi, mentre lui lo succhiava con vigore, facendomi contorcere.
Mi inarcai con il busto precipitando nel vortice dell’eccitazione, estasiata nel sentirlo prendere tra i denti e morderlo lievemente.
«Ammetti che ti piace» ordinò spostandosi sull’altro per fare la stessa cosa. «Credi ancora che un altro ti ecciterebbe in questo modo?»
«Sì!» mentii riaprendo gli occhi di scatto.
Lui rise soffiando sul capezzolo bagnato facendolo inturgidire di più.
«Nessuno ci riuscirebbe quanto me.» Si scostò fissandomi negli occhi, poi scese sull’addome leccando la pelle, mordendola, fino ad arrivare vicino al bordo dei miei pantaloni.
Dio, quanto mi era mancata la sua bocca su di me, sentirmi così eccitata, come se mi avesse risvegliata da un lungo sonno. In quel momento mi resi conto che con mio marito ogni emozione, ogni fantasia erotica, ogni godimento, erano state poche e sterili. Aveva ragione, solo lui deteneva quel potere. Sapevo che ciò che agognavo poteva portarmi ancora dolore, eppure non avevo la forza di allontanarmi.
«Mi vuoi, non negarlo.» Infilò un dito negli slip, scivolando fra le mie pieghe.
«No» obiettai, ma al contempo, non resistendo, spingevo il ventre contro la sua mano per averne di più.
«Sei fradicia, Emma» mormorò inginocchiandosi davanti a me. «È una prova inconfutabile.» Aprì le grandi labbra e lambì la mia carne. Al contatto con la sua lingua sussultai, mentre avvertii una fiamma incandescente riversarsi nelle mie vene.
«Dolce» sussurrò continuando a leccarmi senza mai arrivare al clitoride, tenendomi in sospeso.
Ansimai inarcando il bacino verso la sua bocca, smaniando che lui mi desse ciò che più agognavo.

L’autrice

Ester Ashton è lo pseudonimo che Ester Barbone usa per pubblicare i suoi romanzi. Romana di adozione nasce in quel di Bari alcuni anni fa…
La sua avventura con il mondo della scrittura nasce quasi per caso, quando la voglia di mettere la fantasia su carta prevale su tutti gli altri hobby che una semplice casalinga può coltivare.
A marzo 2010 esordisce con il suo primo romanzo fantasy dal titolo “Damned for the Eternity – The secret” e dopo pochi mesi si classifica terza al “Premio Letterario Nazionale Circe – una donna tante culture”, nella sezione letteratura edita fantasy. Da allora non si è più fermata, spaziando dal genere fantasy a quello romantico.
A febbraio 2012 si è classificata semifinalista al “Premio Internazionale Penna D’autore”, con il romanzo “Una passione nel tempo – il mistero”.
Amante da sempre del romance, decide di cambiare genere e lanciarsi sull’erotico pubblicando con una CE “Perverse love” primo volume della serie Davemport Agency che in pochi giorni scala le classifiche su Amazon e diversi altri store online. Da lì seguiranno poi Sedotta da te e Destinato ad amarti, sempre della medesima serie. “Solo una notte per amarti” e “Tra le tue braccia”, sono i primi racconti erotici pubblicati con la Delos Digital. Sentendosi più sicura in questo genere ha continuato a scrivere altre serie: la Spy in love e la Marines sex and love di cui il primo romanzo, Potrei amarti, sarà pubblicato in inglese( I could love you) ad agosto 2019.
Ma la sua penna, sempre attiva e in fermento, ha già programmato una nuova serie, The Turner serie di cui il primo romanzo Un amore spezzato è uscito l’11 dicembre 2018 e il secondo volume Vorrei dirti di no è uscito il 23 maggio 2019.

Scritto da:

Alice

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.