Libri,  Saggio,  Segnalazione

Segnalazione: STORIA DELLA TORTURA di Giovanni Laterra, Rusconi Editore

Storia della tortura Book Cover Storia della tortura
Giovanni Laterra
Saggio
Rusconi libri
gennaio 2019
Brossura
160

 

“UNA PANORAMICA COMPLETA SUL TEMA DELLA TORTURA TRATTATO SENZA MORALISMI, TRA FASCINO E REPULSIONE”

 

 

Storia della tortura di Giovanni Laterra.

Pali, seghe, gabbie, asce, funi, chiodi, ruote, carrucole: la storia della tortura parte da qui, con l’uso di attrezzi che fanno assomigliare ridicolmente il boia a un fabbro o a un falegname. Più avanti, col trionfo della tecnologia, a un elettricista o a un maldestro cavadenti, il tutto supportato da una conoscenza assolutamente scientifica dell’anatomia. Le tecniche più efferate, sviluppate e perfezionate nell’arco di secoli, rivelano scopi sempre legati a un potere che, legalizzato o no, cerca la confessione, la conversione o semplicemente la sottomissione della vittima. Un dolore che dura secoli narrato senza moralismi, forse solo con un pizzico di ironia per non finirne travolti.

 

 

L’AUTORE

Giovanni Laterra (Bari 1957), laureato in Scienze Politiche, vive e lavora a Livorno come dipendente pubblico nei settori culturali e museali. Nella vita privata si occupa in particolare di storia del territorio e di armi antiche, mentre in passato ha affiancato l’attività di documentarista a quella di restauratore di armi.

Non amo darmi titoli ma ne ho conseguito uno: dottoressa. Il che implica che io abbia una laurea; una soltanto, anche se i miei interessi spaziano in un territorio vastissimo che definirei " Al di là del deserto", (citando il titolo di un libro di uno dei più grandi filosofi contemporanei, a mio avviso... s'intende!!). Potrei dirvi che SONO una dottoressa, ma non lo farò, perché ESSERE qualcosa o qualcuno significa chiudersi in uno spazio troppo piccolo e privo di possibilità. Somiglio ad una cellula staminale, sono totipotente e VIVA! "So essere anche": Una leader eccellente, Moglie mai (se non per burocrazia), compagna di vita di Marco sempre, mamma, Amica, dottoressa, lettrice, studiosa, scienziata, ricercatrice, comica, autrice, artista, pessima bugiarda, Apple addicted, pasticciera, antropologa, curiosa, innovativa, testarda ....  E questa descrizione ovviamente non mi soddisfa ma: La modificherò secondo le necessità.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: