Libri,  Narrativa,  Segnalazione

Segnalazione: ROMANTICIDIO di Carolina Cutolo, Fandango Libri

ROMANTICIDIO Book Cover ROMANTICIDIO
Carolina Cutolo
Narrativa contemporanea
Fandango Libri
29 marzo 2013
cartaceo e kindle
124

“Ho sempre desiderato morire di una morte ridicola, ma non così presto.”

ROMANTICIDIO – CAROLINA CUTOLO

Marzia Capotorti è una giovane bartender cinica e sprezzante dei futili sentimentalismi, delle facili ipocrisie che la circondano e la assediano nella vita privata come al bancone del bar. In seguito a un banale incidente si ritrova in coma. Ma è un coma lucido che le permette di osservare e commentare con effetto tragicomico le pantomime da capezzale che si svolgono davanti al suo letto d’ospedale. Attraverso le visite di parenti, amici e colleghi conosciamo la quotidianità di Marzia prima dell’incidente, e al tempo stesso, attraverso l’espediente della teoria del cocktail-personalità (con cui la protagonista associa un drink a ognuno di loro), vengono presentati i personaggi principali della storia. Tutto sembrerebbe in equilibrio: Marzia domina la sua vita e le sue scelte, ha un’opinione precisa, crudele e incrollabile su ogni circostanza, attacca l’umana meschinità, ponendosi in una posizione di inevitabile superiorità morale. Tuttavia, dall’insolito punto d’osservazione che le fornisce il coma, grazie a questa nuova estraneità, Marzia scopre un poco per volta come persone e situazioni, finalmente al riparo dai suoi approcci cinici e spietati e dalla sua ironia sempre al limite dell’arroganza, si rivelino ben diverse da come le aveva sempre giudicate.

Carolina Cutolo è nata e vive a Roma. Ha pubblicato Pornoromantica (Fazi, 2007) e Romanticidio (Fandango, 2012). Fornisce assistenza legale e contrattuale gratuita agli autori per il blog Scrittori in causa. Dal 2011 organizza annualmente il concorso letterario Il Racconto più brutto.

 

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: