Libri,  Narrativa,  Segnalazione

Segnalazione: Leggende napoletane di Emanuele Pellecchia e Francesco Saverio Tisi, Phoenix Publishing.

Leggende napoletane Book Cover Leggende napoletane
Emanuele Pellecchia e Francesco Saverio Tisi
Fumetto
Phoenix Publishing.
1° Gennaio 2019
Brossura
46

“Sono tante, sparse nei secoli, le leggende che affollano le sue strade, i vicoli, i palazzi e i sotterranei, e che accompagnano i cittadini come ombre silenziose.”

 

Leggende napoletane di Emanuele Pellecchia e

Francesco Saverio Tisi

In questa prima raccolta si incontrano gli appassionati e maledetti amanti Stefano Mariconda e Catarinella Frezza, dal cui amore, breve e osteggiato, ha tratto origine la storia del “Munaciello”;
poi, all’ interno dei Girolamini, si viene a conoscenza del novizio Carlo Maria Vulcano, perseguitato dal diavolo; infine, con un salto nei pressi di Capodichino, s’incrocia una dolce ragazza con un segreto inquietante.“La Phoenix si propone di mantenere un’ identità dal sapore originale, cinematografico e, spesso, anche controcorrente ˗ continua il direttore ˗. Il suo tratto distintivo è sicuramente quello di riuscire ad unire diversi tipi di espressione artistica, dalla narrativa alla saggistica passando per il fumetto fino al cinema”.
Qualche piccola anticipazione su progetti futuri?
“Ne abbiamo in serbo molti, e non distoglieremo l’attenzione da opere ricche di storia e di mistero, sia in campo editoriale che cinematografico”.

Emanuele Pellecchia appassionato di fotografia e cinema inizia, sin da giovanissimo, ad avvicinarsi alla macchina da presa, lavorando dapprima come collaboratore per fotografi; si specializza poi come operatore di ripresa iniziando, nel tempo, collaborazioni lavorative con la televisione e realizzando progetti personali.
Esperienza formativa e significativa è stata per lui il corso di cinematografia diretto dal maestro Giuseppe Ferrara, con cui lavorerà come cameraman per gran parte delle riprese del docufiction Mater Mediterranea. Nel 2016 fonda la Phoenix Independent Production, un’associazione di produzioni video indipendenti. Nel 2017 dirige il cortometraggio Liliana,basato su uno spaccato della vita di Totò. Nel 2018 fonda la società di produzioni video Phoenix Film Production Srls, con annesso ramo editoriale, Phoenix Publishing. È in uscita nel 2019 il cortometraggio Leggende Napoletane che unisce la tecnica televisiva a quella cinematografica aggiungendo un tocco di originalità con l’utilizzo del motion comics, proponendo una narrazione fantastica di interesse storico-culturale dedicata ai miti partenopei.

Francesco Saverio Tisi nato a Napoli il 5 Dicembre 1977, si appassiona al teatro già nei primi anni dell’adolescenza, entrando in una Compagnia Teatrale Amatoriale all’età di 14 anni, età in cui ha cominciato a seguire anche corsi di dizione ed impostazione scenica. In oltre 20 anni di attività ha rappresentato molteplici spettacoli, tra classici del teatro napoletano e lavori inediti di autori contemporanei, ed è stato candidato come miglior attore protagonista in due edizioni del Premio Teatrale Nazionale “Portici in teatro”, conseguendo il premio in una delle due occasioni. Attualmente attivo come attore e sceneggiatore all’interno dello Staff della Phoenix Film Production, ove ricopre, tra l’altro, l’incarico di Vice Produttore.

Non amo darmi titoli ma ne ho conseguito uno: dottoressa. Il che implica che io abbia una laurea; una soltanto, anche se i miei interessi spaziano in un territorio vastissimo che definirei " Al di là del deserto", (citando il titolo di un libro di uno dei più grandi filosofi contemporanei, a mio avviso... s'intende!!). Potrei dirvi che SONO una dottoressa, ma non lo farò, perché ESSERE qualcosa o qualcuno significa chiudersi in uno spazio troppo piccolo e privo di possibilità. Somiglio ad una cellula staminale, sono totipotente e VIVA! "So essere anche": Una leader eccellente, Moglie mai (se non per burocrazia), compagna di vita di Marco sempre, mamma, Amica, dottoressa, lettrice, studiosa, scienziata, ricercatrice, comica, autrice, artista, pessima bugiarda, Apple addicted, pasticciera, antropologa, curiosa, innovativa, testarda ....  E questa descrizione ovviamente non mi soddisfa ma: La modificherò secondo le necessità.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: