Anteprima,  Romanzo storico

Segnalazione: LE BATTAGLIE PIU’ SANGUINOSE DELLA STORIA di Alberto Peruffo. Newton Compton

LE BATTAGLIE PIU' SANGUINOSE DELLA STORIA Book Cover LE BATTAGLIE PIU' SANGUINOSE DELLA STORIA
Alberto Peruffo
storico
Newton Compton editori
6 dicembre 2018
ebook, cartaceo
576

“Dall’antichità alla Seconda guerra mondiale, gli scontri più cruenti che l’umanità abbia mai conosciuto”

Da sempre il momento culminante di ogni guerra sono state le battaglie, lo scontro decisivo che decreta la sorte di un conflitto, quasi un giudizio inappellabile che deve essere rispettato dai contendenti nelle successive trattative per arrivare a una pace o a una ricomposizione tra le fazioni. Il mondo occidentale considera da sempre la battaglia, come la concentrazione della massima violenza limitata nello spazio più ristretto possibile e nel minor tempo possibile. Fin dall’antichità la guerra ha infatti portato con sé lutti e sofferenze, per questo si è spesso tentato di ritualizzarla. Le battaglie esaminate in questo libro rappresentano gli scontri più sanguinosi della storia a noi conosciuta: alcuni hanno contato perdite di oltre 20.000 uomini. Di queste sanguinose e cruciali giornate verrà evidenziato il punto di vista dei soldati, protagonisti primi di queste carneficine.

 

Alberto Peruffo

Alberto Peruffo è nato a Seregno nel 1968 e si è laureato all’Università degli Studi di Milano. Ha cooperato con la Sovrintendenza archeologica di Milano. Collabora con alcune riviste di storia e insegna. Ha pubblicato diversi saggi storici, tra cui: I corsari del Kaiser; La battaglia di Carcano; La supremazia di Roma, battaglie dei Cimbri e dei Teutoni; Le guerre dei popoli del mare; La guerra civile longobarda e la battaglia di Cornate L’età dell’oro dei cacciatoriLe battaglie più sanguinose della storia è il primo libro pubblicato dalla Newton Compton.

 

 

 

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: