Fantasy,  Segnalazione

Segnalazione: “L’antico Fuoco delle Donne” di Ada D’Ariès, Edizioni della Terra di Mezzo.

L’antico Fuoco delle Donne Book Cover L’antico Fuoco delle Donne
Narrativa
Ada D'ariès
Fantasy
Edizioni della Terra di Mezzo
30 Novembre 2016, 6 edizione
Cartaceo
224

 

In un piccolo pianoro tra le colline esisteva in tempi antichissimi un tempio in cui venivano celebrati i Misteri della Grande Madre.
Però con l’avvicinarsi dei tempi moderni essi, a causa delle persecuzioni ed anche della sempre minor capacità delle donne di intendere quei Misteri, caddero in disuso fino ad essere dimenticati.
Ma l’anima di un’antica sacerdo- tessa si incarna, proprio con lo scopo di riaccendere in quel tempio dimenticato il Fuoco rituale, nel corpo di una bambina figlia di normalissimi genitori. Essa nascendo perde però il ricordo di chi era e di quale sia la missione che deve compiere e prova solamente un insopprimibile disagio nei confronti del mondo che la circonda. Tale malessere sembra destinato a crescere negli anni e ad aggravarsi sempre di più, fino a quando un’Entità fatata compare alla bambina, spiegandole il senso della sua vita ed impartendole degli insegnamenti che hanno lo scopo di farle riottenere segretamente i suoi magici poteri di sacerdotessa. Tali insegnamenti, fatti anche di sogni durante i quali la fanciulla rivive i tempi antichissimi in cui era stata iniziata ai Misteri della Grande Madre, proseguono fino a quando, in età adulta, ella non ritrova la piena consapevolezza della sua sacralità.
A questo punto ella incontrerà delle seguaci che, malgrado le difficoltà dei tempi e contro il comune modo di pensare, cercano in ogni modo di ritrovare l’antica magia femminile persa e dimenticata.
Assieme ad esse l’antica sacerdotessa rinata, accenderà nuovamente il Fuoco sacro nel tempio nascosto della Grande Madre, dando vita ad un nuovo ciclo di trasmissione iniziatica femminile.
Un racconto di incanti e di magie, di fatti inquietanti e meravigliosi, che potrebbe sembrare di pura fantasia, ma che, come afferma l’Autrice nella sua prefazione, forse narra una storia che, pur sembrando incredibile, potrebbe essere reale.

 

Ada d’Ariès è nata a Monza nel 1959. Dopo aver frequentato l’Accademia di Brera, dove si è diplomata in pittura, si è interessata di danze etniche e di coreografia.
Ha soggiornato per un certo periodo in Norvegia, nella città di Bergen, compiendo delle ricerche sull’artigianato ligneo di quei luoghi ed interessandosi anche dell’antica mitologia locale.
Attualmente vive e lavora a Milano.

I was a student, an adolescent, an idealist, a Fury, a young man, a nephew, a son, Anger, Lover, baker, barman, waiter, cook, dreamer, writer, mask, husband, uncle, player, athlete, rugby player, rugby coach, student again, humanist, philosopher and thousands other things. Adesso ho deciso di essere e di cominciare da Marco. Pertanto mi diletto con piacere a leggere, recensire e intanto amplio il mio Universo personale.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: