Romanzo,  Segnalazione

Segnalazione: “La storia dell’acqua” di Maja Lunde. Marsilio

La storia dell'acqua Book Cover La storia dell'acqua
Maja Lunde
Narrativa
Marsilio
30 agosto 2018
Ebook e cartaceo
346

Dopo una lunga serie di vagabondaggi in giro per il mondo, a quasi settant’anni Signe fa ritorno ai luoghi dell’infanzia, sulla costa occidentale della Norvegia, là dove il fiume incontra il fiordo e l’acqua della montagna diventa tutt’uno con quella del mare. È arrivata sulla sua Blå, la barca a vela che porta il nome del colore del ghiacciaio, ma si fermerà per poco, giusto il tempo di constatare quanto tutto sia cambiato e camminare per l’ultima volta sopra il “suo” ghiaccio. Presto salperà di nuovo l’ancora con un singolare carico a bordo. Vuole attraversare parte dell’Atlantico e raggiungere il litorale francese, dove spera di trovare l’uomo che amava. Ventiquattro anni dopo, la violenta siccità che flagella il Sud dell’Europa costringe la gente a migrare verso nord: le case sono vuote, i campi inariditi e non c’è più acqua per tutti. Ma per David, troppo giovane per sentirsi un buon padre, e la sua piccola Lou la speranza si riaccende quando, in un giardino bruciato dal sole, scoprono una vecchissima barca a vela. Una barca che ha custodito un carico singolare, molto prezioso. Nel suo illuminante romanzo, seconda parte di una tetralogia letteraria sul clima, Maja Lunde ci racconta dell’amore per i figli e della difficoltà di conciliare gli ideali con l’esperienza quotidiana, mettendo a nudo i disastrosi effetti che le nostre azioni possono avere sul pianeta. Ogni sua frase, solida e insieme emozionante, diventa un inno all’acqua, e di conseguenza alla vita

 

Dall’autrice del romanzo La storia delle api – caso editoriale che dalla Norvegia ha conquistato ben 32 paesi, vincitore del Premio dei Librai norvegesi, libro più venduto in Germania nel 2017 – il secondo capitolo di un quartetto sul clima: Maja Lunde torna in libreria con un tema di grande attualità, il cambiamento climatico e le sue conseguenze sulle risorse idriche.

Alternando la voce di un papà, David, in un futuro drammaticamente prossimo, a quella di Signe, giornalista e ambientalista dei giorni nostri che si batte per la salvaguardia dei ghiacciai norvegesi, Maja Lunde racconta un mondo senz’acqua in cui i profughi, tra meno di venticinque anni, siamo noi, gli europei.

 

 

Maja Lunde (1975) vive a Oslo con il marito e i tre figli. Scrittrice e sceneggiatrice per la tv, dopo numerosi libri per ragazzi si è affermata a livello internazionale con il suo primo romanzo per adulti, , venduto in 10 paesi ancora prima dell’uscita e ora in corso di pubblicazione in 25 paesi, dopo essere stato per mesi ai vertici delle classifiche e aver conquistato il premio letterario più ambito in Norvegia, quello dei librai.

 

Cullata dalle pagine di un buon libro come dalle onde del mio amato Ionio, trascorro la maggior parte del mio tempo libero a creare nuovi mondi con le parole. Spesso la realtà può esser una prigione e l’arte una possibile via di fuga. La mia curiosità è senza fondo e mi ubriaco con nuovi stimoli, storie, emozioni, luoghi. Se non vi rispondo subito è perché sto sognando tra le nuvole un mondo migliore!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: