Libri,  Narrativa contemporanea,  Segnalazione

Segnalazione: “La ragazza della pen drive” di Alexandre Zappalà, Echos Edizioni

La ragazza della pen drive Book Cover La ragazza della pen drive
Alexandre Zappalà
Narrativa Contemporanea
Echos Edizioni
10 novembre 2020
Cartaceo
260

 

Scrivere un buon libro è come cucinare un buon piatto: il segreto sta nell’esatto dosaggio degli ingredienti.

Un elemento non deve prevaricare sugli altri, ma tutti devono comporre un quadro equilibrato e armonico. La ragazza della pen drive è un perfetto esempio di recupero delle regole classiche della narrazione sapientemente rinnovate dall’interno: cinque personaggi apparentemente scollegati tra di loro, dispersi per le due più grandi metropoli francesi. Due avvocati, Alain e Maxime, l’uno agli inizi della carriera, l’altro tra i più affermati di Francia. Guillaume, fotoreporter idealista e sognatore. Michelle, ingenua ragazza alle prese con l’adolescenza. Dubet, anziano solitario dal passato ingombrante. Ad unire le loro vite sarà la pen drive dimenticata da una ragazza che viaggia ogni mattina su un treno della capitale. Guillaume, ritrovandola casualmente, non resisterà a visionarne il contenuto, mettendo in moto una serie di eventi dall’epilogo impensabile. Questa storia non appartiene a nessun genere e, nel contempo, li comprende tutti, delineando fin nei minimi dettagli quell’affresco di desideri, verità e menzogne che è la vita quotidiana di ciascuno di noi.

L’AUTORE

Alexandre Zappalà nasce a Roma nel 1977, da madre francese e padre italiano. Dopo gli studi in giurisprudenza ed una breve esperienza come avvocato in uno studio legale della capitale, si trasferisce per lavoro vicino a Milano, dove tuttora risiede. Affascinato dai libri sin da bambino, dopo essersi dedicato alla composizione di alcuni testi per canzoni di musica leggera, ha esordito nel mondo letterario nel 2016 con il romanzo “L’ultimo fiore che ho in me”.

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: