Quichotte Book Cover Quichotte
Salman Rushdie
Narrativa contemporanea
Mondadori
12 maggio 2020
cartaceo, ebook
456

 

Sam DuChamp, un mediocre scrittore di spy stories, ispirandosi al classico di Cervantes crea un personaggio di nome Quichotte: un gentile commesso viaggiatore ossessionato dalla televisione che si innamora in modo impossibile di una star della TV.

Insieme al figlio (immaginario), Sancho, Quichotte si lancia in un picaresco viaggio attraverso tutta l’America per mostrarsi degno della mano della amata, e fronteggia coraggiosamente i tragicomici pericoli di un’epoca in cui “tutto può succedere”.

Nel frattempo il suo creatore, in preda a una inesorabile crisi di mezza età, si trova alle prese con sfide altrettanto pressanti per conto suo.

Salman Rushdie è uno scrittore indiano naturalizzato britannico.
Nato a Bombay, si trasferisce a Londra all’età di 14 anni e studia al King’s College di Cambridge. Il suo stile narrativo, che amalgama narrazione realistica e invenzione mitica, è stato descritto come collegato al realismo magico.
Tra le sue prime pubblicazioni: le novelle Grimus (1974), I figli della mezzanotte (1981) e Vergogna (1983). Con I figli della mezzanotte vince il Booker Prize nel 1981 e ottiene un inaspettato successo popolare e critico.
Dal 1989 vive in clandestinità, dopo la condanna a morte decretata da Khomeini e dal regime degli ayatollah seguita alla pubblicazione del libro Versetti satanici, ritenuto blasfemo verso la religione del Corano.
In seguito pubblica una relazione sui suoi viaggi in Nicaragua, Il sorriso del giaguaro (1987); nel 1990 Mondadori pubblica il libro per bambini Harun e il mar delle storie e La terra sotto i suoi piedi (2000), rilettura del mito di Orfeo e Euridice. È membro della Royal Society of Literature, e Commandeur des Arts et des Lettres dal 1999; è anche presidente del PEN American Center e Honorary Professor in Humanities al MIT.
Nel 2010 è uscito Luka e il fuoco della vita, nel 2012 il romanzo Joseph Anton. Nel 2015 Mondadori pubblica Due anni, otto mesi e ventotto notti e nel 2017 La caduta dei Golem.

Scritto da:

Alice

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.