Saggio,  Segnalazione

Segnalazione: in libreria dal 3 dicembre, “La trappola di internet. Come l’economia digitale costruisce monopoli e mina la democrazia” di Matthew Hindman, Einaudi

La trappola di internet. Come l'economia digitale costruisce monopoli e mina la democrazia Book Cover La trappola di internet. Come l'economia digitale costruisce monopoli e mina la democrazia
Piccola biblioteca Einaudi. I Maverick
Matthew Hindman
saggio
Einaudi
3 dicembre 2019
cartaceo, ebook
304

 

Un libro che vi farà dubitare di tutto ciò che pensavate di sapere sull’economia nel mondo digitale

Internet avrebbe dovuto allargare e segmentare il mercato, rendendo impossibili i monopolî dei media. Invece oggi, colossi come Google e Facebook controllano il tempo che passiamo online e ricevono giganteschi profitti dalla cosiddetta economia dell’attenzione.

La trappola di internet mostra come tutto ciò sia potuto accadere. Questo saggio provocatorio e attualissimo racconta l’ascesa vertiginosa dei giganti digitali, e spiega cosa possono ancora tentare di fare i «giocatori» piú piccoli per sopravvivere in un’ardua partita inesorabilmente truccata a loro danno. Internet non ha ridotto i costi per raggiungere il pubblico, ha semplicemente mutato chi paga e come.

Sfatando un mito duro a morire, Hindman dimostra che internet non è più quella tecnologia post-industriale che ci è stata raccontata: ormai è diventato matematicamente impossibile per degli universitari al lavoro in un garage battere Google, e la neutralità della rete non può da sola funzionare come garanzia di un’internet aperta e democratica.

Matthew Hindman è professore associato di Media and Public Affairs alla George Washington University. Ha scritto The Myth of Digital Democracy (Princeton).

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: