Biografia,  Segnalazione

Segnalazione: in libreria dal 15 settembre, “Traguardi” di Antonio Del Gaudio, Il Babi Editore

Traguardi. Biografia romanzata ispirata ai racconti e ai diari di viaggio di Franco Uboldi,storico ciabattino di Arona, che un giorno, tra le altre cose, si innamorò di penna e bicicletta. Book Cover Traguardi. Biografia romanzata ispirata ai racconti e ai diari di viaggio di Franco Uboldi,storico ciabattino di Arona, che un giorno, tra le altre cose, si innamorò di penna e bicicletta.
Antonio Del Gaudio
biografia
Il Babi Editore
15 settembre 2019
cartaceo
420

 

“Traguardi” è una biografia romanzata ispirata ai racconti e ai diari di viaggio di Franco Uboldi, ex ciabattino, che un giorno, tra le altre cose, si innamorò di penna e bicicletta. Un libro che ripercorre la sua vita, tra lavoro, amore, viaggi e la scoperta di innumerevoli sport sino al terminare con i diari di viaggio delle sue imprese in bicicletta in giro per l’Europa.

È il 1988 quando Franco Uboldi, nato nel 1934, va in pensione. Quel giorno, nel momento in cui chiude per l’ultima volta la clèr del suo negozio, decide di riprendere gli studi della lingua italiana. Franco ha un desiderio, riuscire a scrivere un diario di viaggio in cui poter tenere traccia delle sue innumerevoli esperienze, soprattutto dei suoi viaggi in solitaria con la sua amata bicicletta da trekking, munito di tenda e sacco a pelo. 

Partendo da Arona (città lacustre del Lago Maggiore, in provincia di Novara) Franco negli anni percorre migliaia di chilometri raggiungendo Barcellona, Copenaghen, la Valle della Loira, la Sardegna e decine di altre destinazioni, descrivendoli tappa per tappa.

“Traguardi” non è solo la raccolta delle pagine del suo diario di viaggio, è anche il romanzo della sua vita, dalla sua difficile infanzia nei sobborghi di Milano sino al trasferimento ad Arona, raggiungendo un suo personale riscatto sociale. 

La sua curiosità lo spinge a provare e a cimentarsi in innumerevoli sport: dalla boxe al calcio, dalle  corse nelle maratone di Los Angeles, Death Valley e Saint Louis in Senegal, alle gare di triathlon, dal tennis al kayak, con cui riuscirà ad arrivare sino a Venezia percorrendo il Ticino e il Po, dalle gare di nuoto sino alle corse cicloturistiche europee come, tra le altre, la Liegi-Baston-Liegi o la Parigi- Roubaix, sino ai suoi memorabili viaggi in solitaria descritti minuziosamente nel suo diario. 

“Traguardi” è un libro di viaggi ma anche di ricordi, di pensieri, di conoscenze che ci fanno emozionare, soffrire e affaticare insieme a lui, che ci portano in luoghi paradisiaci e periferie abbandonate, ma che ci insegnano, soprattutto, come con la forza, la pazienza, il sacrificio e una grande passione uniti al suo immenso amore per la sua Yvonne, si può realizzare qualsiasi sogno e raggiungere qualsiasi traguardo e che neanche l’età può e deve essere un ostacolo ai propri desideri.

Antonio Del Gaudio 

Nasce nel 1981 in provincia di Salerno ed all’età di 10 si trasferisce con la famiglia sulle sponde del lago d’Orta. Ragioniere e “quasi” laureato in Scienze Politiche. Lavora negli anni prevalentemente in ambito sociale, ma si definisce un “nomade lavorativo” per le innumerevoli e variegate esperienze professionali. Dal 2015 al 2018 si è occupato di richiedenti asilo e protezione internazionale in vari Centri di Accoglienza Straordinari situati in nord Italia, prima come operatore d’accoglienza, poi come coordinatore. Terminata quell’esperienza «fantastica, ma piena di contraddizioni», ha iniziato a scrivere a tempo pieno, cercando di raccontare le storie raccolte nella sua vita da girovago. È stato premiato al Festival delle Nuove Resistenze di Novara con il racconto breve “Un bel dì mi venne il fregolo, di fermarmi in quel di Megolo” dedicato al “Capitano” Filippo Maria Beltrami, eroe partigiano. Un’altra sua opera, dal titolo “Neve”, è stata pubblicata nel libro “Territori di parole – Passeggiare tra luoghi e storie”, tradotto in inglese e tedesco, in cui si narra di una “fuga” d’amore un po’ particolare. Con la casa editrice “Il Babi Editore” pubblica il suo libro d’esordio, “Traguardi”.

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: