Narrativa,  Segnalazione

SEGNALAZIONE: in libreria dal 15 novembre, “Messaggio in bottiglia. Storie di gente che non si arrende” di Antonio Capolongo, Bertoni Editore

Messaggio in bottiglia. Storie di gente che non si arrende Book Cover Messaggio in bottiglia. Storie di gente che non si arrende
Antonio Capolongo
narrativa
Bertoni Editore
15 novembre 2019
cartaceo
120

Napoli, lungomare Caracciolo.

Un piccolo gruppo di persone diviene casualmente testimone di un ritrovamento che, sebbene non totalmente sconosciuto – una bottiglia contenente un messaggio –, si disvelerà insolito per via di alcune caratteristiche. Oltre ad esserci più messaggi, gli stessi sono stati scritti in epoche diverse, alcune delle quali, presumibilmente, anche molto distanti fra di loro.

La curiosità spingerà i ritrovatori a fissare una serie di appuntamenti, ogni giovedì esattamente sul punto del lungomare in cui si imbatterono nel singolare involucro.

Ma, quasi inevitabilmente, le storie descritte su quei fogli si proietteranno nella realtà contemporanea. Una in particolare desterà un interesse appassionato, la vicenda amara di circa duecento lavoratori la cui sorte sentiranno dipendere anche dal loro aiuto e che condurrà Antonio (colui che raccolse materialmente la bottiglia) ad incontrare una donna (Sofia) ad Orbetello, nella Maremma toscana, dove si è trasferita insieme alla figlioletta Elsa e al marito, Marcello, dipendente della società in bilico.

Sulle rive della laguna, Sofia consegnerà ad Antonio del materiale (documenti) e gli comincerà a parlare di Marcello, da quando venne eletto portavoce nei rapporti con gli interlocutori diretti o indiretti dell’azienda e dai quali nascerà lo scambio epistolare – riportato nel messaggio – tra i dipendenti e molti attori: dai sindacati ai ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico, dal Commissario nominato per “salvare” l’azienda ai media della carta stampata e televisivi, fino al Presidente della Repubblica.

E quelle lettere – inviate, ricevute e non – diverranno disvelatrici di segnali riconoscibili anche in altri ambiti della recente storia italiana.

Antonio Capolongo è nato a San Paolo Bel Sito, in provincia di Napoli, nel 1968. Dopo la laurea in Economia e Commercio ed il lavoro in ambito aziendale scopre, nell’anno 2007, la passione per la scrittura. Nel 2011 pubblica il suo primo romanzo, Un incontro d’AmorE. È anche autore di poesie, presenti in numerose antologie poetiche. Nelle sue opere indaga l’animo umano. Le tematiche sociali trovano degna collocazione nel suo secondo libro, Cassa integrazione guadagni… la mia è straordinaria.

Ha partecipato a svariati eventi letterari, fra i quali “Ricomincio dai libri. Prima fiera del libro di San Giorgio a Cremano”, “OLE.01 – I Festival internazionale della letteratura elettronica in Italia”, durante il quale viene esposta – nella Sala dorica del Palazzo Reale di Napoli – una sua lirica, parte integrante dell’installazione di Caterina Davinio Big Splash-Network poetico, costituito da 200 poeti internazionali, “Borgo d’Autore – Festival del libro” a Venosa (PZ).

Attualmente scrive per la rivista “L’Undici”.

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: