La carica di Balaklava Book Cover La carica di Balaklava
Daniele Cellamare
romanzo storico
Les Flâneurs Edizioni
15 aprile 2020
cartaceo, ebook
374

 

Questa è la storia della leggendaria carica di cavalleria avvenuta a Balaklava il 25 ottobre 1854.

Sventurati protagonisti di questa epica pagina di storia militare furono gli uomini della brigata leggera della cavalleria britannica: mandati incontro a morte certa a causa di un errore umano, diedero prova di eroismo senza pari lanciandosi al galoppo contro le bocche dei cannoni delle possenti batterie russe dislocate lungo quella che diverrà famosa come la Valle della Morte.

Fra i valorosi del 17° reggimento Lancieri di Sua Maestà, gli uomini della Morte o della Gloria, c’è George Dillon, un giovane contadino irlandese dal drammatico passato. Arrestato insieme al suo amico Thomas per aver partecipato alla rivolta scoppiata in seguito alla Grande Carestia del 1845 e recluso nel terrificante carcere di Kilmainham a Dublino, viene liberato al prezzo di una divisa da cavalleggero inglese e un ingaggio nella guerra di Crimea. Laggiù George ritroverà la sua amata Janet, infermiera nell’ospedale militare, che gli darà la forza di continuare a vivere e a combattere. Ma i suoi fantasmi continueranno ad aleggiare anche nella desolata piana di Balaklava, fino al giorno della resa dei conti.

 

 

Daniele Cellamare (1952) è autore di numerose pubblicazioni di Storia contemporanea e collabora con testate, radio e televisioni italiane.
È responsabile del gruppo di analisti ‘Doctis Ardua’ per la redazione di saggi di carattere geopolitico ed è stato docente presso la Sapienza di Roma e il Centro Alti Studi della Difesa, e direttore dell’Istituto Studi Ricerche e Informazioni della
Difesa. Appassionato di studi sulla storia militare, ha pubblicato due romanzi storici: Gli Ussari alati La fortezza di Dio.

Scritto da:

Alice

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.