Let It Ride Book Cover Let It Ride
Pickup Men #2
L. C. Chase
QLGBT Western
Quixote Edizioni
13 luglio 2020
Cartaceo+Kindle
168

 

“Eric Palmer, originario di New York, è cresciuto con delle famiglie affidatarie”

Il pickup man Bridge Sullivan è il tipo di cowboy che chiunque vorrebbe avere come fratello, amico e amante. La gente lo crede etero, ma Bridge non è il tipo da attribuire etichette e quando un uomo sexy inizia a fargli battere forte il cuore, si butta a capofitto su di lui.

Eric Palmer, originario di New York, è cresciuto con delle famiglie affidatarie e pur avendo sempre avuto un tetto sulla testa, non ha mai provato amore, né senso di appartenenza… fino a quando non si è unito al circuito dei rodeo della California come paramedico, nel quale ha trovato un gruppo di fratelli che lo ha fatto sentire uno di loro. Uno in particolare gli fa battere forte il cuore.

Quando le cose tra lui e Bridge si surriscaldano, quest’ultimo deve provargli che non sta solo sperimentando del rude sesso, mentre Eric deve superare la paura di essere messo da parte perché indesiderato. Eric sa benissimo che fidarsi di Bridge è la chiave per il suo e vissero felici e contenti, ma salire in sella è molto, molto più semplice che imparare a cavalcare.

L’AUTRICE

Cover artist durante il giorno, autrice di notte, L.C. Chase è una romantica senza speranza, uno spirito libero, un’avventuriera che ama percorrere strade nuove solo per vedere dove la condurranno. Dopo un decennio passato a viaggiare in tre continenti, ora casa sua è diventata la costa ovest del Canada. Quando non scrive storie sensuali su uomini belli che si innamorano, la potete trovare a disegnare cover di libri con uomini meravigliosi di cui parla nei suoi romanzi, semplicemente disegnare, oppure a cavalcare o fare escursioni con il suo bizzarro coinquilino a quattro zampe.

Scritto da:

Maria Rita

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.