Libri,  Segnalazione,  Thriller

Segnalazione: “Il valore delle neuroscienze” di Andrea Cangiotti, Ali Ribelli Edizioni

Il valore delle neuroscienze Book Cover Il valore delle neuroscienze
Andrea Cangiotti
Thriller
Ali Ribelli Edizioni
28 dicembre 2020
Kindle
217

 

Un giovane avvocato riceve in carico un caso in apparenza semplice ma che nel corso delle indagini rivelerà una fitta impalcatura di apparenze.

Michele è un Avvocato che deve difendere assieme al padre Michelangelo, Peter, un Fisico (marito di Eleonora e padre di Elettra) accusato di tentato omicidio premeditato. L’accusa ha basato le proprie motivazioni su due eventi. Il primo vede Peter intromettersi nel lavoro di un chimico (Luciano), vittima dell’esperimento fallito. Il secondo si basa sul fatto che il Fisico aveva indosso una tuta ignifuga che gli ha permesso di uscire illeso dall’esplosione, dovuta allo stesso esperimento non riuscito. Mentre Peter deve cercare di sopravvivere in carcere, Michele deve affrontare la propria paura per il padre. Yrou, un Maestro giapponese diventato amico del giovane Avvocato, spiegherà a quest’ultimo la “teoria della quarta ragnatela”, secondo la quale esistono quattro tipi di gabbie: la gabbia della mente, quella di cui è protagonista Michelangelo, ossessionato dal denaro e dalla fama, la gabbia del corpo che colpisce una bambina (Sofia) malata di SLA, la gabbia dello spirito che corrisponde con la vita in prigione di Peter e la gabbia dell’anima, ossia la paura per qualcosa o qualcuno. Michele parlando con la madre (Anna) e la sorella (Marica) scoprirà la vera natura di Michelangelo, un uomo corrotto ed immorale (che si dimostrerà tale anche a causa di un processo a carico di un famoso regista, Stefano); convinto che la sua professione debba essere svolta con correttezza e professionalità, Michele decide di lasciare lo studio legale del padre ed iniziare una nuova vita lavorativa. Nel frattempo Peter, incoraggiato da due albanesi (Alba e Sìnan) con i quali instaura un rapporto di amicizia fra le mura della galera e con il sacrificio di una guardia carceraria (Orlando), decide di raccontare la propria verità: il giorno dell’esperimento indossava la tuta ignifuga a causa della sua fobia per il fuoco, nata in sèguito all’epilogo drammatico verificatosi fra lui e Graziano (il padre violento della moglie Eleonora), che ha dato fuoco ai suoi vestiti procurandogli dolorose vesciche e profonde cicatrici. Finora Peter non ne aveva mai parlato per paura di ritorsioni da parte dello stesso Graziano. Inoltre Michele, con l’aiuto dell’Avvocato Stefania (futura fidanzata), scoprirà le Neuroscienze ed una sentenza che mette in relazione le lesioni del lobo frontale (o temporale) con il cambiamento della personalità di un individuo ipotizzando, in tal senso, una parziale o totale imputabilità del reo. Questa scoperta permette al giovane Avvocato di trovare rapporti innovativi tra il diritto e la psicologia rafforzando e smontando, così, in sede processuale la tesi secondo cui un esperto di astrofisica non può contribuire al lavoro di un chimico. Sulla stessa linea difensiva, nel tentativo di trovare “inconciliabili unioni”, un violino costruito con la tela di ragno permetterà di dimostrare che i limiti apparenti sono solo un impedimento verso nuove scoperte. Le stesse Neuroscienze permetteranno a Michele di scagionare anche Hamari, un ragazzo africano accusato di furto ed amico di Sofia, la bambina malata di SLA. Quando finalmente Peter è libero, l’uomo decide di iniziare la stesura di un saggio per cercare legami tra la fisica e il diritto con l’aiuto di Maren, il figlio aspirante scrittore dei suoi due amici albanesi, vittima di pregiudizi per la propria nazionalità straniera. Questa scelta nasce in Peter, poiché in carcere l’uomo aveva trovato un libro scritto da uno psichiatra, di nome Edoardo, intitolato “L’Uomo al servizio dell’Universo”; un saggio dove la natura umana viene accostata ad alcuni meccanismi che regolano il cosmo. Un manuale che costituisce una porta verso l’infinito allo stesso modo della Musica che, in alcune occasioni, potrà dare coraggio ad Eleonora (una violinista), Peter e Michele.

L’AUTORE

Andrea Cangiotti

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: