Il guaritore Book Cover Il guaritore
Damiano Leone
Fantasy
GCE
13 gennaio 2020
Cartaceo+Kindle
400

 

Un individuo che sembra essere Gesù di Nazareth viene trasportato nella contemporaneità da un “crononauta”: capace di straordinarie guarigioni, scatena la guerra tra i poteri terreni che vogliono prenderne il controllo, Vaticano al centro. 

In libreria, edito da Gabriele Capelli editore, il romanzo Il guaritore di Damiano Leone: trasporta nella contemporaneità la figura di Gesù di Nazareth e racconta la guerra spietata che si scatena tra i poteri terreni odierni che se lo contendono. Al centro il Vaticano, che ha inviato il primo “crononauta” della storia, il dottor Mark Sacks, nella Gerusalemme di duemila anni fa e che se lo ritrova inaspettatamente di ritorno insieme al Profeta, che proprio a Roma troverà il vero nemico da combattere.
Tutto comincia proprio nella Gerusalemme dell’anno zero: nel silenzio di un sepolcro scavato nella roccia, una figura solitaria veglia il cadavere di un condannato a morte. Quell’uomo, nudo e completamente inerme, è Sacks, il primo crononauta: proviene dal nostro tempo e deve portare a termine una missione straordinaria, perché il corpo che sta vegliando potrebbe essere quello di Gesù.
Le cose, però, non vanno come le alte sfere vaticane auspicavano e Jeshua, così verrà chiamato il condannato a morte, giungerà inaspettatamente nella nostra epoca e si rivelerà una figura estremamente contradditoria. Completamente privo di memoria, si dimostrerà capace di sensazionali guarigioni e a causa di queste straordinarie doti diverrà oggetto di accese dispute tra poteri economici, politici e religiosi. Riuscirà ad evadere dal segretissimo centro ricerche in cui è stato segregato e giungerà a Roma: proprio nella Città Eterna dovrà affrontare l’avversario più temibile, un nemico che serve il Male su scala universale e che non esiterà a seminare terrore e distruzione nel cuore stesso della cristianità.

L’AUTORE

Damiano Leone (Trieste, 1949), di formazione chimico, nella prima parte della vita si è interessato alle discipline scientifiche. Da oltre un trentennio si dedica allo studio della storia antica, dell’arte e della letteratura classica. Dopo il ritiro dell’attività lavorativa e il trasferimento in un paesino montano del Friuli, ha trovato il tempo e la serenità per realizzare un’antica ambizione: dedicarsi attivamente alla narrativa.
Ha pubblicato Enkidu (2012, Leucotea), Lo spettatore (2015, Leucotea) e il romanzo storico Il simbolo (Gabriele Capelli Editore, 2018).

Scritto da:

Maria Rita

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.