Giallo,  Segnalazione,  Thriller

Segnalazione: “Il delitto di via Puccini – Il confidente (anonimo)” di Maria Pia Selvaggio, Edizioni 2000diciassette

Il delitto di via Puccini. Il Confidente (anonimo) Book Cover Il delitto di via Puccini. Il Confidente (anonimo)
Maria Pia Selvaggio
noir
Edizioni2000diciassette
10 agosto 2020
cartaceo
268

 

Il 10 agosto 2020 Maria Pia Selvaggio, scrittrice e drammaturga, pubblica con Edizioni 2000diciassette un noir dal titolo “Il delitto di via Puccini, Il Confidente (anonimo)”.

 

 

Il romanzo ripercorre le vicende che portarono alla morte violenta dei coniugi Casati Stampa di Soncino a Roma, in via Puccini. Anna Fallarino, sannita di nascita, morì insieme al marchese Camillo Casati Stampa di Soncino, in circostanze ancora non del tutto chiare, il 30 agosto del 1970.

A cinquant’anni dalla morte, Maria Pia Selvaggio rimodula quello che è stato un delitto passionale per gli inquirenti del tempo e ne tratteggia scenari insoliti, coraggiosi e coinvolgenti. Quella che fino ad oggi poteva sembrare la storia coniugale di una coppia aperta, dedita a erotismo sfrenato e ai vizi di una classe nobiliare nella Roma “bene” degli anni sessanta, nel romanzo “Il delitto di via Puccini, il confidente (anonimo)” si tinge di giallo e diventa un vero e proprio “affare di Stato”.

 

LA PROSSIMA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA.

È stato siglato il contratto cinematografico e televisivo che prevede la produzione di un film sulle controverse figure di Anna Fallarino e il marchese Casati-Stampa di Soncino, protagonisti sfortunati del delitto di via Puccini tratteggiato dalla penna di Maria Pia Selvaggio in una veste nuova, rinnovata e clamorosa. A firmare l’intesa, che vede coinvolto il romanzo “Il delitto di via Puccini, Il Confidente (anonimo)” edito da edizioni 2000diciassette, il regista Umberto Rinaldi e la casa di produzione Hitch2.

 

L’autrice

Maria Pia Selvaggio nasce a Telese Terme (BN).

Pubblica la sua prima opera nel 2006 “Il Sapore del Silenzio”. A seguire pubblica le seguenti opere: la raccolta di racconti “Borgofarsa” (2007); “L’Arcistrea” (2008) dedicato alla janara beneventana Bellezza Orsini; “Lei si chiama Anna” (2010), romanzo ispirato alla tragedia di Via Puccini (Roma), che ha visto protagonisti Anna Fallarino e il marchese Camillo Casati Stampa di Soncino. Nel 2011 partecipa a varie antologie con i racconti “Larissa” e “Le Sette Ore”, ispirato a una vicenda vera.

Nel 2012 edita il romanzo “Ai Templari il Settimo Libro” che pubblica con il gruppo Publiedi-Raieri-Panorama-Si di Giuseppe Angelica.

Nel 2014 entra a far parte di un progetto teatrale finanziato dalla Comunità Europea dal nome “Eu Collective Plays”, che la vede impegnata con il teatro attraverso le opere “Hamida” rappresentata in Belgio e in Francia, a Oslo, Malta e, infine, al teatro Bellini di Napoli.;

Nel medesimo anno pubblica in Brasile,con Livre Expressao, “A Propridade Nu@” (La Nuda Proprietà), in lingua portoghese.

Al 2016 risale la sua seconda opera drammaturgica “Kariclea” messa in scena a Viterbo, Firenze, Grecia, Spagna e Bruxelles. Nel 2017 decide di dare in stampa con la casa editrice Edizioni 2000diciassette, di cui è direttrice editoriale, “Le Padrone di Casa”.

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: