Libri,  Segnalazione,  Thriller

Segnalazione: “Il caso Galli” di Francesco Accardo, Self-publishing

Il caso Galli Book Cover Il caso Galli
Francesco Accardo
Thriller
Self-publishing
30 aprile 2020
Cartaceo
597

 

Riusciranno a risolvere il Caso Galli? O forse anche loro spariranno nel nulla?

 

 

In un piccolo paesino a ridosso delle Alpi tra Italia e Francia scompare Roberta Galli, una ragazza poco più che ventenne. Le autorità liquidano la cosa come una semplice fuga da casa, ma qualcosa non quadra. Le indagini vengono interrotte e su tutta la questione cala un insolito silenzio. L’investigatore Giuseppe Quirico e i suoi amici vengono assoldati per far luce sul caso, ma scopriranno a loro spese che dietro la sparizione c’è un segreto terribile e inconfessabile. Tra leggende, superstizioni, strani avvenimenti e un passato oscuro, nel piccolo paese di Pietraporzio i protagonisti dovranno districarsi tra sotterfugi ed enigmi diabolici. Quello che all’inizio sembra un semplice caso di routine diventerà un’intricata matassa da sciogliere e presto gli estranei che volevano investigare inosservati saranno al centro delle attenzioni. Riusciranno a risolvere il Caso Galli? O forse anche loro spariranno nel nulla?

 

 

Michele non poté vedere l’espressione sul volto dell’uomo, ma quando ascoltò la sua risposta capì che non si era fatto certo intimidire da quel poco di buono.
«Vuoi davvero che ti mostri cosa succede se mi fai arrabbiare? Forse hai dimenticato cosa è successo a tuo fratello? Credo sia il caso di rinfrescare la memoria a tutti voi!»
Dicendo questo il vecchio batté due volte il bastone sui ciottoli del vialetto, come a voler iniziare un rituale sciamanico. Quel gesto bastò a far sbiancare il ragazzo e i suoi amici, che cambiarono completamente atteggiamento.
«Ehi, calmati Max. Noi volevamo solo fargli uno scherzo, niente di più!» si giustificò il bullo.
«Sì, non agitarti… Ce ne andiamo!» aggiunse un altro.
Il vecchio restò a fissare i ragazzi mentre si allontanavano e, quando il gruppo sparì dietro l’angolo, tornò sui suoi passi in direzione dell’investigatore.
Arrivato di fronte a Michele, pur mantenendo lo sguardo dritto di fronte a sé, gli disse:
«Dovresti dire al tuo amico di fare più attenzione a dare gli appuntamenti: non è saggio girare per Pietraporzio da soli la sera!»
Michele non rispose nulla. Si limitò a deglutire: quell’uomo intimoriva anche lui, sebbene fosse la prima volta che lo vedeva.

 

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: