Genetica e destino. Riflessioni su identità, memoria ed evoluzione Book Cover Genetica e destino. Riflessioni su identità, memoria ed evoluzione
Alberto Piazza
saggio
Codice Edizioni
14 ottobre 2020
cartaceo
192

 

«SI È DETTO CHE L’IDENTITÀ CULTURALE EVOLVE, COSÌ COME EVOLVE L’IDENTITÀ BIOLOGICA, MA È UN PO’ COME L’ARABA FENICE: ESISTE MA NON SAPPIAMO BENE DOVE SIA». ALBERTO PIAZZA

 

 

Le sempre maggiori conoscenze che stiamo accumulando sulla genetica e sull’evoluzione umana hanno una forte influenza sulla percezione che avvertiamo di noi stessi. Un’influenza tale da richiamare un concetto potente come il destino, spesso associato a un’idea di predeterminazione scritta nei nostri geni. La realtà è però ben più complessa.

In questa raccolta di saggi, il genetista Alberto Piazza prende spunto proprio dal significato di destino per tracciare un viaggio di esplorazione della natura biologica, culturale e morale dell’essere umano, dove scienza, letteratura e filosofia si incontrano e dialogano. Muovendosi con disinvoltura tra Primo Levi e Mozart, tra Charles Darwin e Achille Campanile, Piazza ci conduce in un’appassionata e profonda riflessione sull’identità, la memoria, la morale e l’etica.

 

L’autore

Alberto Piazza Professore emerito di genetica umana presso l’Università di Torino, dal 1981 al 2004 è stato visiting professor presso il dipartimento di genetica della Medical School di Stanford, in California. Nel 2009 ha fondato, e poi presieduto fino al 2017, l’ente di ricerca Human Genetics Foundation (HuGeF-Torino).
Tra il 2015 e il 2018 è stato presidente dell’Accademia delle Scienze di Torino. Insieme a Luigi Luca Cavalli-Sforza e Paolo Menozzi è autore della fondamentale Storia e geografia dei geni umani (Adelphi, 1997).

Scritto da:

Alice

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.