Libri,  Narrativa contemporanea,  Segnalazione

Segnalazione: Eterno amore di Igor Sibaldi, Mondadori.

Eterno amore Book Cover Eterno amore
Novel
Igor Sibaldi
Narrativa contemporanea
Mondadori
9 Aprile 2019
Brossura, ebook
310

“Facciamo un patto. Quando sei triste tu, io ti tolgo il velo di tristezza. Quando sono triste io, tu fai lo stesso. D’accordo? Non scordarlo.” Annuì. E guardò dal finestrino. “E quando uno dei due muore l’altro lo tira fuori. Per sempre.”

 

Eterno amore di Igor Sibaldi.

 

Protagonista del nuovo atteso romanzo “Eterno Amore” di Igor Sibaldi è uno psicanalista sessantenne che riesce a resuscitare una donna amata quarant’anni prima, e morta di lì a poco. Colpito da un’improvvisa nostalgia di quel primo grande amore, egli non può rassegnarsi all’idea di averla perduta per sempre. Così, si sforza di immaginarla e di incontrarla nei sogni finché, attraverso i suoi studi e grazie a certe esperienze personali, scopre le dinamiche del risorgere: ritrova davvero l’amante e insieme a lei esplora la condizione dell’immortalità. Il tema della resurrezione, caro a Sibaldi, in un romanzo che narra una sorprendente storia d’amore. Un tuffo nel romanticismo e nel mistero.Si conoscono durante un’estate a Mosca. Lui ha appena finito la maturità, è gravemente anoressico, lei lavora come architetto, è radiosa e piena di vita. Nasce dolcemente, quasi in sordina, un amore potentissimo, che i due ancora non comprendono del tutto. Grazie a lei, lui guarisce. Ma la loro storia si consuma rapidamente, minata dalle insicurezze giovanili e dalla distanza. Lui torna in Italia, Tanja rimane in Russia, si dimenticano. Quarant’anni dopo, lui è uno psicoanalista affermato. Ma, pur essendo circondato dall’amore delle due figlie e della compagna, sente che gli manca qualcosa. Capisce che quel senso di vuoto è collegato a Tanja, il suo primo grande amore, perciò si mette sulle sue tracce nella speranza di rivederla. Purtroppo, però, scopre che Tanja è morta molti anni prima. Incapace di rassegnarsi all’idea di averla perduta per sempre, cerca in tutti i modi di entrare in contatto con lei. Fino a riuscirci, scoprendo dimensioni straordinarie. In questo romanzo intenso e delicato, Sibaldi riprende il tema a lui caro della resurrezione e lo cala in una storia d’amore sconvolgente, capace di ridisegnare la nostra concezione del tempo e dello spazio. E ci svela che la morte non è un limite, se la nostra mente sa come varcarlo.

 

 

 

Igor Sibaldi è uno scrittore, studioso di teologia e storia delle religioni.  Dopo essersi laureato in lingue slave all’Università Statale di Milano e dopo aver tradotto e redatto un gran numero di testi, Igor Sibaldi ha abbandonato questo genere di studio per cedere il posto a ciò che realmente destava da sempre il suo interesse: psicologia, teologia, storia delle religioni, filologia, filosofia e angelologia.  Il suo sapere viene messo alla portata di tutti, attraverso le numerose conferenze e i seminari che il professor Sibaldi tiene regolarmente in Italia e all’Estero. Gli argomenti di mitologia, esegesi biblica e psicologia del profondo, vengono affrontati con metodi insoliti che si incontrano e si scontrano con quelle che egli stesso  definisce “strutture atemporali”. È autore di numerosi libri sulle Sacre Scritture e sullo Sciamanesimo e di testi di narrativa e di teatro. La principale area di studio di Igor Sibaldi è la psicologia del profondo, tradotta in diversi ambiti (persino nel Vangelo di Giovanni), che vengono poi approfonditi attraverso le teorie magistralmente argomentate nei suoi testi.

 

 

Non amo darmi titoli ma ne ho conseguito uno: dottoressa. Il che implica che io abbia una laurea; una soltanto, anche se i miei interessi spaziano in un territorio vastissimo che definirei " Al di là del deserto", (citando il titolo di un libro di uno dei più grandi filosofi contemporanei, a mio avviso... s'intende!!). Potrei dirvi che SONO una dottoressa, ma non lo farò, perché ESSERE qualcosa o qualcuno significa chiudersi in uno spazio troppo piccolo e privo di possibilità. Somiglio ad una cellula staminale, sono totipotente e VIVA! "So essere anche": Una leader eccellente, Moglie mai (se non per burocrazia), compagna di vita di Marco sempre, mamma, Amica, dottoressa, lettrice, studiosa, scienziata, ricercatrice, comica, autrice, artista, pessima bugiarda, Apple addicted, pasticciera, antropologa, curiosa, innovativa, testarda ....  E questa descrizione ovviamente non mi soddisfa ma: La modificherò secondo le necessità.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: