Inganno globale a Manhattan Book Cover Inganno globale a Manhattan
The series of deceptions
Brenda Mill
Romanzo rosa
self-publishing
11 ottobre 2015
ebook, cartaceo
394

Manhattan, 2 Ottobre 2014.
Phoebe Stone è l' unica figlia di Richard e Samantha, magnati delle omonime industrie di limousine. Tutta la sua vita è scandita dalle ore passate a leggere novelle e studiare col suo migliore amico Daniel Green. Pittore e ritrattista molto famoso grazie all’importanza del nome del padre Don, armatore e capo della Green Yacht & Co. Un mondo di perfette apparenze che nemmeno con la più fervida immaginazione si potrebbero palesare. Tutti a Manhattan si celano dietro blazer sartoriali e abiti griffati. Phoebe, invece, è semplice, incredibilmente e follemente normale, tenera e sognatrice, sino al giorno in cui... Una porta che si apre, che sbatte e fa male. Distrugge l' anima e il corpo con un' amara verità: la vita non è così perfetta come si crede. Un vorticoso turbinio di emozioni che la vedrà protagonista di un viaggio tormentato tra la gente che da sempre odiava. L’alleanza con la sua peggior nemica Kendra, che ha passato anni a deriderla insieme alle altre compagne di college. La trasformazione in una bellissima e dannata donna di cui nessuno conosce le conseguenze. Un cambio di look radicale e frequentazioni che la rendono simile alle persone che da sempre odiava per superficialità e ambizione. Una società scandalizzata e una famiglia distrutta alle fondamenta, sino all'ennesima devastante esperienza. Dalla penna di Brenda Mill, il primo volume di una serie romance dove niente è come sembra, e dove tutto è un inganno, compreso l' amore.

 

 

Tutti loro avevano trascorso l’esistenza a recitare un copione platinato. E, mentre erano occupati a farlo, non si erano nemmeno accorti che avevo già compreso la trama e scelto da chi valesse la pena farsi ingannare. L’unica cosa che mi sfuggiva realmente… Era il mio finale.

Questo romanzo mi ha trasmesso diverse sensazioni: da un lato devo fare i miei complimenti all’autrice per aver saputo creare una trama così arzigogolata e ricca di intrecci e colpi di scena, dall’altra mi domando se dei ragazzi di diciassette anni, pur essendo di un “mondo” così dissoluto come quello dei multimilionari figli di papà, sarebbero in grado di fare quello che avviene nelle pagine di questo libro. Capisco che le mie parole possano sembrare criptiche ma d’altronde per evitare di spoilerare parte della storia sono costretta a stare sul vago.
La narrazione è intrigante, ben congegnata. I personaggi sono vivi e interagiscono letteralmente con il lettore, tanto da costringerti a proseguire la lettura senza interruzioni.

Per me, invece, sono rimaste davvero poche speranze. E chi è il colpevole dell’accaduto? Non Dan, non Samantha, nonna Lily. Semplicemente la vita, sempre lei. Phoebe è un nome che suona così leggero e facile da pronunciare. Il vero problema, è il cognome. Stone è pesante, come una pietra, appunto. Dovevo sempre essere qualcuno: la figlia perfetta, l’erede di un impero, la ragazza felice. E quanto più la lotta si faceva ardua, tanto più io ridevo.

 

Alcuni passaggi sono talmente coinvolgenti che sembra, grazie a una scrittura fluida e mai noiosa, di essere in un film. Gli accadimenti inaspettati si susseguono a ritmo serrato, non lasciano un attimo di respiro e anche il semplice pensiero di posare il libro per le normali funzioni fisiologiche ti mettono in ambascia.
Ogni fatto raccontato ha un suo perché ed ogni dettaglio cerca di condurre il lettore a comprendere il quadro generale e a cercare di penetrare nell’oscuro passato di alcuni protagonisti. Un racconto dove si incontrano diversi stati d’animo: amore, odio, angoscia, dolore, invidia, dolore… il tutto collegato da un’alone di mistero che culminerà in un finale che lascia senza parole.

Decisamente un libro da leggere, anzi da divorare letteralmente. E ora non resta che attendere i successivi capitoli della serie che se, come si suol dire, “il buongiorno si vede dal mattino” saranno sicuramente pura adrenalina!

“La vita è piena di spiacevoli sorprese e tu sei stata una di queste. La tua anima è più nera della maschera che indossi, Lord Black.”

 

Brenda Mill nasce a Lecce. Nel suo nome e nelle sue vene scorre tanto il sud quanto il sangue americano. Appassionata sin da piccola di serie televisive statunitensi, ha coltivato la passione per la Grande Mela con gli anni. I suoi studi sono balzati dal liceo classico a quello socio-psicopedagogico, per approdare in fine alla facoltà di lettere e filosofia. Ha iniziato a scrivere per diversi giornali online sino a diventare un’articolista specializzata nel lusso. Detesta i rettili e le persone che non si fanno gli affari loro. Adora il caos e il disordine, non riesce mai a portare a termine nulla, esclusi i suoi libri naturalmente. Inganno Globale è il suo romanzo d’esordio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: