Il respiro del tempo Book Cover Il respiro del tempo
Alessia Litta
romance
Self-publishing
26 maggio 2020
cartaceo, ebook
325

Dopo otto mesi lontana, Delphine Bright è tornata in Bretagna. Ma non è felice. Non ha dimenticato quello che è successo la notte maledetta del suo compleanno – notte in cui si è ritrovata a perdere tutto – e non riesce a riabituarsi alla vita al maniero Laouenan.
L’occasione per allontanarsi di nuovo arriva quando il suo amico Geoffrey la invita al castello Sorzeauc nella foresta di Paimpont. Per Delphine è la soluzione perfetta. Ma non ha fatto i conti con suo padre Francis che, inaspettatamente contrario, assume a sua insaputa un uomo perché la scorti.
Eric Kerouen ha perso tutti i contatti con la famiglia Laouenan dopo i fatti di otto mesi prima, e non si aspetta certo che Francis Bright si rifaccia vivo all’improvviso con la più improbabile delle proposte: accompagnare sua figlia Delphine al castello Sorzeauc e proteggerla.
Né Delphine né Eric vorrebbero accettare una situazione del genere. Eppure non hanno scelta.
Delphine è in pericolo e una nuova minaccia sembra arrivare dal passato Laouenan.

 

 

 

Oggi recensiremo “Il Respiro del Tempo” di Alessia Litta, un romanzo all’insegna del mistero e… scopriamolo insieme!

 

Il respiro del tempo nasce come sequel di un ‘altra opera, Vento di Kornog, di cui, tuttavia, non ne costituisce una costola indispensabile.

Il ritorno in Bretagna sui luoghi che l’hanno vista protagonista suo malgrado, riporta Delphine Bright anche ai ricordi dolorosi che hanno causato la rovina della sua famiglia. Il disagio del ritorno sembra avere una soluzione in un invito di un vecchio amico, Geoffrey, a recarsi presso la sua dimora per festeggiare il compleanno del nonno.

La decisione di Delphine di accettare l’invito, però non sembra essere gradita dal padre, che le permette di allontanarsi solo con la scorta di Eric, poliziotto precedentemente conosciuto  in relazione ai fatti che avevano sconvolto la sua vita.

Il libro, anche se segue le vicende di Vento di Kornog, è indipendente da quest’ultimo, come vi abbiamo anticipato. La struttura è tale per cui si può leggere, senza conoscere quanto è accaduto in precedenza.

È un romanzo che si pone a cavallo di molti filoni letterari: mistery, rosa, fantasy; tutti sfiorati con buona maestria. I personaggi, ben delineati,  sono credibili e la narrazione fluida e intrigante, mette in risalto i loro sentimenti e le motivazioni più profonde.

Il richiamo alle vicende narrate nell’opera precedente, non è invadente, ma contribuisce a rendere piacevole e lineare il tempo della narrazione rispetto alle vicende narrate.

Alessia Litta riesce nel’impresa di non cadere nell’ovvio e possibile errore di ripercorrere gli eventi che tanta fortuna avevano avuto nella sua precedente opera. La capacità di raccontare un evento paranormale senza cadere nello stereotipo e nel ridicolo è forse la più bella scoperta che ho fatto di questo libro.

Cosa lascia Il respiro del tempo al lettore?

Piacevole la lettura, molto snella, leggera e tuttavia accattivante.

Il respiro del tempo riesce nel suo intento di trasportare il lettore in un mondo dove tutto può ritornare, anche i morti. E questi ritorni non disturbano, anzi si fanno attendere per dare una svolta alla vicenda, che puntualmente c’è.

Altro elemento positivo, che personalmente ho molto apprezzato, è il senso di tensione che permane fino all’ultima pagina del romanzo: non si svela nulla o quasi, nella tradizione dei migliori gialli.

 

L’autrice

Alessia Litta nasce a Roma. Nel 2006 si trasferisce in Germania e alla fine del 2008 nel sud della Francia, dove vive tuttora. Oltre alla scrittura e alla lettura, ha la passione per la fotografia e la pittura. Le piace camminare nella natura e, se potesse, riempirebbe la propria casa di cani e gatti.
Come autrice self ha pubblicato “Vento di Kornog” nel 2015, “Il Sussurro del Lago” nel 2016, “Così come sei” nel 2018, e “Vite sospese” nel 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: