Il fuoco del sospetto Book Cover Il fuoco del sospetto
Firefighter Series
Elizabeth Giulia Grey
Romantic thriller
Self-publishing
30 gennaio 2020
ebook
337

Uno strano omicidio si consuma fra le tranquille mura di un appartamento di Manhattan. A compierlo è un uomo misterioso, dal sorriso affascinante e dall’aspetto rassicurante. Intanto, a pochi isolati di distanza, nella caserma dei vigili del fuoco che serve quello stesso quartiere, Julia Ravera è alle prese con il suo primo giorno da recluta. L’accoglienza che riceve è singolare: se da un lato c’è chi la guarda con curiosità e calore, dall’altro un maschilismo latente sembra non volerle dare tregua. E poi c’è lui, Jamie Fox, il tenente dal carattere solare e dalla bellezza hollywookiana che, appena la vede, si trasforma: il suo viso diventa di pietra, il suo sguardo si incendia, mentre il suo sorriso si spegne con la stessa velocità con cui un fuocherello di campo viene placato da una secchiata di acqua ghiacciata. Jamie la odia per qualche ragione che Julia non riesce a comprendere. Tuttavia non c’è il tempo di approfondire quella strana avversione, perché, durante un intervento, la sua squadra si imbatte in un cadavere quasi totalmente carbonizzato. Indagando in modo discreto, Julia scopre trattarsi della terza vittima morta in circostanze oscure in pochi mesi. La parola serial killer inizia a ossessionarla e, più i giorni passano, più quel dubbio diviene certezza. Ma di chi può trattarsi? Possibile che le voci che circolano in caserma corrispondano alla realtà? E perché sembra che nessuno voglia metterla al corrente di ciò che sta accadendo? Sussurri inquietanti, parole appena accennate, frasi lasciate in sospeso. Poco per volta, però, quasi senza accorgersene, Julia si avvicina alla verità, forse troppo. Il più preoccupato è Jamie, il quale, lottando contro l'ostilità che prova nei suoi confronti, tenta di metterla in guardia, ma non basta perché ormai il vaso di Pandora è scoperchiato. Il male che incombeva da lontano diventa un pericolo concreto che li coinvolgerà tutti, conducendo a un atto finale ai limiti della tragedia in cui Julia e Jamie saranno costretti a mettere in gioco ogni cosa e a fare i conti con il passato, il presente e il futuro.

 

“Qui è tutto fuorché ok! Tu sei tutto fuorché ok, questa stanza è tutto fuorché ok, quel muro e quella cazzo di macchia di sangue sono tutto fuorché ok!”

Ho deciso di leggere questo libro spinta da una sinossi intrigante che mi ha illusa di avere tra le mani un thriller con una punta di romanticismo: ho dovuto ricredermi, è l’esatto contrario.
La storia è “semplice” ed è stato immediato comprenderne gli sviluppi, avrei preferito più suspense, più intrighi.
È un libro che si legge senza problemi, il fatto che la trama sia quasi totalmente intuibile non vuol dire che sia brutto, anzi! Il romanzo è ben scritto, senza errori, piacevole nella sua semplicità, coinvolgente al punto giusto anche se il protagonista maschile non mi ha fatto battere il cuore.

“Non puoi dire sul serio…” brontolò l’altro, strabuzzando gli occhi. “Invece sì. Se dovessi fallire, perderei definitivamente il rispetto dei miei compagni e onestamente, non credo ci sia niente di peggio. Perciò decidi tu la punizione che dovrei subire, tanto fa lo stesso.”

 

Jamie, il vigile del fuoco impersona l’uomo dei sogni di ogni donna, è dolce e solare ma è deciso a non avere alcun tipo di contatto con Julia, anzi la rifugge come fosse un’appestata senza dare spiegazioni di alcun tipo a nessuno.
Julia è la rappresentazione di una donna forte, con un passato che le ha condizionato buona parte della sua esistenza, ma che non si è arresa, ha tirato fuori le unghie e a testa alta ha affrontato e affronta quello che la vita le riserva giorno per giorno, senza mai cedere anche davanti ad avversità o “nemici” che si pongono sul suo cammino verso la felicità.
La copertina è molto bella e chiaramente esplicativa del contenuto del romanzo.
Al contrario di quanto ci si poteva aspettare non sono presenti scene di sesso, solo qualche piccolo accenno ma molto pudico.
Volete sognare? Amate gli uomini in divisa? Adorate i vigili del fuoco? Volete leggere un thriller che non vi faccia perdere il sonno? Ok allora “ Il fuoco del sospetto” è perfetto.

All’inizio aveva pensato che qualcuno la stesse seguendo, ma poi si era sentita ridicola e aveva scartato l’idea senza più pensarci. Del resto, chi avrebbe potuto prestare attenzione a una come lei? Nessuno la notava. Mai.

 

 

Elizabeth Giulia Grey è nata a New York il 25 agosto 1973 da madre italiana e padre americano. La sua vita si è svolta prevalentemente in Italia, dove si è trasferita con la madre all’età di quattro anni. È avvocato e vive a Varese con le due figlie Alice e Alessia e il compagno Manuel.
Elizabeth ha sempre amato il mondo della narrativa, fin dai tempi delle scuole, prima come semplice lettrice, poi, piano piano, nella veste sempre più consapevole di autrice. I suoi primi tentativi risalgono all’età adolescenziale quando iniziò a scrivere un paio di romanzi fantastici che, tuttavia, vennero abbandonati in corso d’opera e mai terminati. Risucchiata dagli impegni scolastici prima e lavorativi poi, non ha più pensato a coltivare questa passione finché, trovatasi improvvisamente senza lavoro, ha deciso di approfittare di un avvenimento sfavorevole per trasformarlo in una vera e propria opportunità. Scrivere l’ha aiutata a superare un momento difficile e, nello stesso tempo, a riscoprire un mondo mai davvero dimenticato.
Il fuoco del sospetto è il suo sesto romanzo e fa parte della serie Firefighters di cui ogni capitolo ha vita a sé, pur essendo in qualche modo collegato con gli altri.
Altri romanzi dell’autrice: The right man – La brace sotto la cenere, The right man – La rivincita, The right man – La vendetta, La partita perfetta e Ethan – L’angelo del silenzio, tutti disponibili su Amazon.

Scritto da:

Cristina Marangio

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.