Il confine del perdono Book Cover Il confine del perdono
spin-off #2 della Swiss series
Carmen Weiz
contemporary romance
Edizioni Quest.
20 settembre 2020
cartaceo, ebook
386

Non provare mai ad addomesticare l’amore perché esso ti distruggerà. È un sentimento selvaggio, che non offre garanzie.

Due mondi completamente diversi, due anime, due cuori. Una sola bugia…

A volte facciamo del male proprio a coloro che amiamo di più.

Melanie Roseberg è un’insegnante con una vita tranquilla e un amore incommensurabile per i libri. Amore che ha ereditato da suo nonno, l’unico che sapeva ascoltarla e la faceva sentire protetta in ogni dove. Con la sua morte, Melanie ha ereditato un tesoro di un valore inestimabile, il cuore pulsante della vita del nonno ora è nelle sue mani, ma non è l’unica a volerlo per sé…

Jodi Andrey Gregori è stato cresciuto per governare, allevato per condurre e destinato a seguire le orme di un uomo al quale è legato tramite il sangue, un’anima con la quale non ha niente in comune. Andrey ha ereditato una maledizione, dalla quale farebbe qualsiasi cosa per sottrarsi…

Si dice che l’amore, quello vero, non sbagli mai. Che la potenza e la forza di questo sentimento possa sopravvivere a tutto… perciò nemmeno a un rapporto basato su un gioco di potere, menzogne e seduzione avrebbe potuto soccombere. Non è vero?

Per il secondo spin off della Serie Swiss Stories, Carmen Weiz ritorna con un nuovo contemporary romance e ci invita a scoprire l’essenza e la forza di questo profondo sentimento, tanto devastante quanto indomabile.

Le loro strade si incroceranno.

Delle promesse verranno infrante.

Tutte le regole saranno capovolte.

Può un cuore resistere a tutto ciò?

Se tutti gli errori meritassero di essere castigati, cosa ne sarebbe del perdono?

 

 

Buongiorno amici, eccoci qui per la seconda tappa del Review Party di Carmen Weiz. Oggi è la volta del secondo spin off della Swiss Series, Il confine del perdono

 

Quando la tua vita va in frantumi per tanti motivi e il tuo cuore si sgretola in mille pezzi, non rimane altro che ricominciare da capo e buttarsi a capofitto sul lavoro e sulla propria vita. Anche se quella non è la vita che ci saremmo sognati di vivere e faremo di tutto pur di allontanarci da essa.

Lo sa molto bene il nostro protagonista Jodi, che abbiamo conosciuto nel primo capitolo di questa duologia e che,  suo malgrado, si è ritrovato unico successore di un impero molto grande. Improvvisamente si palesa nella sua vita il nonno, persona a lui totalmente sconosciuta,  che gli comunica che egli sarà il suo unico erede. L’uomo pretende però amore, rispetto e soprattutto l’entrata negli affari di famiglia.

Ovviamente, un giovane come lui, si farà soggiogare da tutto quel potere e dal lusso sfrenato che può offrire un tipo come suo nonno.

Ma tutto ciò a che prezzo?

Al di fuori, l’uomo, sembra che possieda tutto, ma in realtà, in un passato lontano, la sua vita è stata condizionata dalla violenza e dal sangue, periodo di cui è restio anche a parlarne.

In questa bellissima e romantica storia, conosceremo da vicino il carattere di Jodi, nonché il suo modo di fare le cose: ciò che colpisce il cuore è quanto sia interessante il giovane dolce e caparbio protagonista del racconto.

Ma in lui non ci sono soltanto dolcezza e caparbietà; il lettore non potrà fare a meno di notare la sua maturità nell’affrontare la vita nonostante tutto e scoprirà come, il ragazzo, gestirà la propria vita possedendo l’eredità del nonno. Ovviamente tutto ciò comporterà delle conseguenze che il lettore scoprirà continuando la lettura.

Il nonno è un uomo potente, abituato ad avere tutto ciò che desidera, comprese le persone. Sa che nessuno può osare dirgli di no e quindi ottiene sempre tutto ciò che vuole.

Ahimè, del classico nonno che noi tutti conosciamo, affettuoso e dedito ai consigli, non ha nulla; anzi, in lui c’è freddezza e si potrebbe addirittura pensare che sia senza cuore.

A causa dei suoi progetti, le strade di Jodi e Melie si incontreranno fatalmente e i loro cuori non ne rimarranno indifferenti.

Vedremo due mondi totalmente diversi che si confronteranno: da una parte c’è Jodi che vorrebbe soltanto sottrarsi al dominio dell’uomo; dall’altra c’è Melie che, dopo la perdita del nonno, non le rimane altro che la libreria, il suo mondo.

La ragazza farà di tutto per rendere orgoglioso il suo progenitore e non permetterà a nessuno di distruggere il loro sogno.

Può un cuore resistere a tutto ciò?

Mi è molto piaciuto il fatto che il mondo di Melie ruotasse intorno ad una libreria e come poteva essere diversamente, per un’accanita lettrice come me?

Ma, ancora di più, ho apprezzato le emozioni che quel magico posto suscita nell’animo della protagonista. Non mancano continue citazioni tratte da romanzi e storie letterarie che, devo dire, danno un tocco in più alle pagine.

Lo stile è chiaro, piacevole e fresco, nonostante la minuzia con cui l’autrice provvede a descrivere luoghi, personaggi e stati d’animo. La storia acquista così i connotati del reale e il lettore si trova catapultato nel racconto con molta facilità.

Sono contenta di avere avuto la possibilità di leggere l’intera dilogia.

I libri sono autoconclusivi; possono dunque essere letti anche autonomamente, ma vi consiglio di non fare una scelta del genere… Ne vale davvero la pena!

 

 

L’autrice

Carmen Weiz è nata negli anni ’70 in Brasile, da madre tedesca e padre italiano. Si è laureata in Architettura nella città di São Paulo. Per oltre dieci anni è vissuta in Italia, e da otto anni vive in Svizzera. Incentivata dalla madre, è diventata una grande lettrice.