Dark Romance,  Fantasy,  Review party,  Urban Fantasy

Review Party: I figli di Danu – Anime incatenate #3 di Melissa Pratelli, Dark Zone

I figli di Danu - Anime incatenate Book Cover I figli di Danu - Anime incatenate
#3 I figli di Danu
Melissa Pratelli
Urban fantasy
DarkZone
18 marzo 2020
Cartaceo e eBook

Da quando i MacIntyre, bloccati in forma di lupo, hanno lasciato Killin per ricongiungersi al resto della famiglia a Edimburgo, Lee non ha più avuto loro notizie.
Mentre il Clan lotta contro la propria maledizione in una spietata ricerca del nuovo Alfa, Lee si rende conto che non è facile rompere il legame tra due anime incatenate, specie quando le memorie del passato si fanno così forti da rischiare di sopraffarla.
Nuovi attacchi da parte di pericolose creature mettono a dura prova la Confraternita e Lee e i suoi compagni cercano di scoprire la vera identità del loro nemico, svolgendo pian piano la matassa di un intricato piano malvagio.
Che cosa accade, però, quando il filo che unisce passato e presente viene reciso?
I ragazzi saranno in grado di affrontarne le conseguenze?
Tra colpi di scena e nuovi misteri, arriva il terzo, imperdibile volume della saga I Figli di Danu.

 

«Stanno lottando tra loro?» chiesi, cercando di mettere a fuoco i suoni che sentivo. «Esatto. Non fanno altro da quando ci siamo trasformati.» «Perché?» Olivia mi guardò mesta. «Non abbiamo più un Alfa, adesso.»

Terzo volume della saga che mi ha conquistato come i precedenti e pur essendo, purtroppo ?, trascorsi molti mesi dalla lettura del secondo libro, non ho incontrato particolari difficoltà a immergermi nuovamente in questa emozionante storia che riparte esattamente da dove l’avevamo lasciata.

Numerosi colpi di scena si alternano a momenti di gioia, di tristezza e di scariche di adrenalina pura.

La trama è come sempre molto “intrigante” con numerosi eventi che travolgono e stravolgono la vita dei nostri amati protagonisti. Addirittura posso dire che Melissa Pratelli ha superato se stessa riuscendo a mantenere vive e ben definite le varie personalità di tutti i personaggi (più di dieci) che compongono questa bellissima saga.

La storia d’amore tra Lee e Nathan prosegue dopo che nel secondo libro sembrava destinata all’oblio, ma in questi nuovi capitoli si troverà a dover affrontare un accadimento che la metterà nuovamente in discussione.

«Rinunciare a qualcosa che può farti felice solo per paura di non riuscire a ottenerlo è sciocco. Preferisco avere delle delusioni piuttosto che vivere una vita al cinquanta percento. Nemmeno ci rendiamo conto, a volte, di ciò a cui stiamo rinunciando; ci sono così tante possibilità, non coglierle sarebbe uno spreco assoluto. Anche io ho paura, credimi, solo che non voglio che questo mi impedisca di essere felice.»

Una lettura che citando il titolo ti “incatena” non riesci a smettere: è un susseguirsi di avvenimenti, una concatenazione continua che ti lascia senza un attimo di respiro.

Presente, passato si mischiano dando l’opportunità al lettore di conoscere alcuni segreti che coinvolgono i nostri protagonisti ma subito dopo nuovi misteri da svelare vi lasceranno a bocca aperta.

Un romanzo che non posso definire solo fantasy in quanto vi sono racchiusi, a mio modesto parere, numerose altre “sfumature” che rendono questa saga unica nel suo genere.

Spero di poter leggere molto presto il volume conclusivo, anche se poi mi mancheranno sicuramente tutti i nuovi “amici” conosciuti, amati, odiati durante la lettura. Devo dire, come ho già scritto nella recensione del primo volume che non amo particolarmente leggere romanzi non autoconclusivi ma in questo caso ho dovuto pienamente ricredermi.

Avete amato i libri di Stephenie Meyer e siete anche voi amanti della serie di Twilight? Non potete non leggere “I figli di Danu” e credetemi non riuscirete neanche voi a non immaginare le scene, a viverle e spererete come me di vedere presto la trasposizione cinematografica della storia di Lee e Nathan!

Non mi resta che augurare un grosso in bocca al lupo (mai augurio più azzeccato di questo ?) a Melissa Pratelli per il suo romanzo ma soprattutto per il suo prossimo “capolavoro”.

 

Melissa Pratelli è nata a Pesaro, sulla riviera Adriatica. Dopo aver frequentato il liceo linguistico nella sua città, si è laureata presso la facoltà di lingue e letterature straniere di Urbino, perseguendo la sua passione per le lingue. Sin dalla tenera età, ha amato i libri e la lettura e la sensazione travolgente di perdersi dentro nuovi mondi e nuove storie.
Amante del genere fantasy, esordisce nel 2011 con il primo volume di una saga urban fantasy intitolato “I Figli di Danu: Il Richiamo”.
Altro romanzo pubblicato, appartenente a un altro genere che ama, il romance, è “Ancora un po’ di Charlie”, DZ edizioni.

 

 

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: