C’era una Vodka: È sempre colpa del mare Book Cover C’era una Vodka: È sempre colpa del mare
Sara Pratesi
Romanzo rosa
Darcy Edizioni
24 ottobre 2020
eBook
350

Non tutti i naufragi vengono per nuocere

Renée è una trentenne cui la vita non fa che rovinarle i piani! I suoi più cari amici sono un gatto troppo grasso, un vicino ultraottantenne e un bicchiere di vodka… Ha un sogno nel cassetto, ma è costretta a barcamenarsi tra due lavori precari e insoddisfacenti. Eppure, per il suo compleanno, arriva un regalo inaspettato: una crociera ai Caraibi. Sarebbe fantastico, se solo non soffrisse di mal di mare e non avesse persino la batofobia. Ma non può ammettere le sue paure e lei salirà su questa nave e, giusto per non farsi mancare niente, incontrerà un sexy militare, scorbutico e urticante, con un segreto nascosto, che le darà il tormento.

Tuttavia, al peggio non c’è mai fine e se sarà difficile evitare questo scontroso uomo sullo spazio troppo angusto di una nave da crociera, come sarà cercare di farlo su un’isola deserta? Un naufragio, battibecchi e tanti guai sono gli ingredienti di questa storia ironica e irriverente in cui l’amore galleggia in un mare di m****

“Sono una dannata idiota! Non so nemmeno io come abbia potuto pensare che questa potesse essere una buona idea. Non è mai stato un buon investimento e dovevo prevedere che non sarebbe potuta andare diversamente da com’è andata, eppure l’idea di aprire un negozio di musica mi era parsa una trovata geniale per uscire dal precariato in cui mi ero ritrovata impigliata.”

Una boccata d’aria fresca in questo periodo di ansia e timore per ogni cosa.
Mi sono divertita veramente molto nel leggere questo romanzo che è anche una bella storia romantica. L’amore viene raccontato in tutte le sue sfaccettature: l’amore che fa soffrire, che delude e che ci costringe a prendere decisioni affrettate ma, di contro, che ci rende felici all’inverosimile, che ci illumina e che ci aiuta a combattere per ottenere quello che si desidera.

La scrittura, come per gli altri libri di questa scrittrice, è fluida e leggera.
La trama ben congegnata è coinvolgente, ti trascina e non riesci a staccarti dal libro e nonostante le 350 pagine, si arriva alla fine senza neanche rendersene conto.

«A nessuno interessa ciò che scrivo, non sono certo Jane Austen.» «Punto primo non è per gli altri che devi scrivere, ma per te stessa. Punto secondo, nemmeno Jane Austen era Jane Austen prima di aver scritto.» «La tua logica è inattaccabile.»

I personaggi, Renèe e Kilian, sono due giovani ragazzi la cui vita riserverà numerose sorprese, non sempre piacevoli. Sono belli, intraprendenti ma, al contrario di quanto di solito si legge, nessuno dei due è ricco e devono pertanto faticare, è non poco, per mantenersi dignitosamente.
Renèe, dopo un brutto periodo cerca di risalire la china e, nonostante le difficoltà che la vita non le ha risparmiato, è riuscita a rimettersi quasi in “piedi”.
Il fato ci mette lo zampino per mezzo dell’adorabile Luke, suo vicino ultra ottantenne, che decide di regalare alla nostra eroina una crociera per il suo trentesimo compleanno. Durante questa vacanza, Renèe si “scontra” con Kilian e da qui nascerà un rapporto burrascoso fatto da continui battibecchi e litigate che raggiungeranno il culmine non appena i due si troveranno a condividere un piccolo isolotto sperduto nel Mar dei Caraibi.

”Dai una sterzata alla tua vita. La direzione che prende non è solo decisa dal destino, sei tu l’autista, sei al volante e puoi mandarla ovunque tu voglia. A volte, con un po’ di pazienza, le strade chiuse si riaprono, talvolta dovrai accelerare per non perdere un’occasione, altre dovrai capire quando fare una sosta e fermarti, magari davanti a un tramonto sulla cimadi una strada di montagna. Ma nonostante il percorso impervio, può valerne la pena, devi solo trovare il coraggio di guidare per tornarti e burroni, scarpate impervie e su asfalto sdruccevole.”

Il romanzo, scritto in prima persona, utilizza il doppio POV con  alternanza tra vari flashback di Kilian sulla guerra in Iraq, che lo hanno profondamente provato e le esternazioni di Renèe.

Degni di nota due personaggi secondari, Doroty e Luke, abili consiglieri di Renèe, che nonostante la loro veneranda età si comportano come due ragazzini.

Un romanzo adatto per evadere dalla realtà, sognando ad occhi aperti di naufragare su un’isola deserta dei Caraibi in dolce compagnia.

Anche a passi pesanti, bisogna tornare a camminare, ma se si stringono le mani giuste, tutto diventa più semplice e la lezione da imparare è: mai rimandare! Non rimandare mai, non aspettare il momento giusto, il momento giusto è quando senti di voler fare qualcosa!

 

Sara Pratesi nasce a Pistoia il 19 novembre del 1984. Oggi vive in un paese a pochi chilometri da Firenze, con due cani e cinque gatti. Ha lavorato come arredatrice d’interni e, negli ultimi anni, come grafica, realizzando cover per libri, illustrazioni e locandine promozionali. Scrive per passione da quando era piccola e il suo sogno è di trasformare questa vocazione in professione. Conosciuta autrice selfpublisher, ha già pubblicato Come mi vuoi (Apple Pie 1), Così come sei (Apple Pie 2) a quattro mani con Claudia Tansini, E adesso (s)vestimi, Alla scoperta di te, Come ti spaccio il fidanzato (Love Match 1) con Fabiana Andreozzi.

Scritto da:

Cristina Marangio

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.