Libri,  Recensioni,  Romanzo storico

Recensione: UOMINI DEL RE di Elizabeth Kingston. Quixote edizione

Uomini del re Book Cover Uomini del re
Elizabeth Kingston
avventura/romance
Quixote
29 giugno 2018
ebook, cartaceo
321

La fama di Ranulf Ombrier per la sua abilità con la spada è pari solo alla sua notorietà come assassino prediletto di re Edward I. Le sue azioni gli hanno fatto guadagnare terre, un titolo e una pessima reputazione. Ma inizia a temere per la sua anima e segue la sua coscienza fino alle terre selvagge del Galles.
Gwenllian di Ruardean, da fanciulla, è stata maritata per procura, solo per ritrovarsi vedova prima ancora di incontrare il suo sposo. Ha evitato di fare la vita di una dama, studiando invece le arti della guerra, del combattimento e della guarigione, arte quest’ultima che usa per curare le ferite di Ranulf. Salvare la vita del suo nemico, però, ha delle conseguenze e, ben presto, Gwenllian e Ranulf si ritrovano coinvolti in pericolosi intrighi, scoprendo anche un sorprendente e intenso desiderio reciproco.
Ma nemmeno l'amore conquistato a fatica può prosperare, quando la lealtà è divisa e venti di ribellione spazzano la terra.

RECENSIONE

Ho scelto questa lettura dopo aver letto la sinossi di questo romanzo aspettandomi una storia emozionante, condita con duelli e combattimenti. La realtà è stata ben diversa dalle iniziali aspettative, mancando l’azione, ma non è stato per nulla deludente, tutt’altro: l’ho letteralmente divorato!

Sono innamorata. Ho letteralmente perso la testa per Gwenllian, una protagonista decisamente fuori dagli schemi, una sorta di Lady Oscar medievale che mi ha colpito per la grande forza d’animo, la dignità, l’autocontrollo e la compostezza che trasudano da ogni azione compiuta, un capo che ha saputo conquistare il rispetto e la fedeltà dei suoi uomini grazie alla sua personalità forte ed equilibrata. Una donna fredda come l’acciaio della sua spada che nasconde un lato passionale che solo il suo antagonista saprà portare alla luce.

Non posso dire lo stesso per il protagonista maschile, Ranulf, che avrei volentieri strozzato in più di un’occasione… Ma che, nonostante tutto, risulta  assolutamente degno di nota. Un uomo sprezzante, altero, sicuro di sè, che incute terrore con il potere di un unico sguardo, che si ritrova a dover fare i conti con i fantasmi del suo passato e con una coscienza che credeva ormai perduta. L’immagine di copertina riconduce al suo personaggio, e devo dire che la trovo un’ottima scelta,  molto rappresentativa e intrigante.

Il loro incontro darà il via ad una serie di eventi che vedranno vacillare la sicurezza di entrambi e li porteranno a fare i conti con dei sentimenti contrastanti che metteranno a dura prova tutto ciò in cui hanno sempre creduto.

Lo stile utilizzato dall’autrice è ricercato e gradevole, ma con una evidente pecca soprattutto nei dialoghi dove ci si ritrova a dover prestare molta attenzione e, in alcune occasioni, a dover rileggere alcuni passaggi per non rischiare di perdersi. Le descrizioni delle varie situazioni e dei luoghi sono curate scrupolosamente e aiutano il lettore a sentirsi coinvolto.

Potrebbe essere un romanzo autoconclusivo, ma il finale lascia spazio ad un eventuale seguito che spero vivamente di aver il piacere di leggere.

In sostanza ho molto apprezzato questa lettura e la consiglio vivamente a chi ama il romance inconsueto e per nulla melenso e con due protagonisti difficili da dimenticare.

AUTORE

Elisabeth Kingston

Elizabeth Kingston vive a Chicago, dove si diletta a scrivere romanzi storici, passare troppo tempo su Twitter, e mangiare la sua giusta dose di prodotti da forno. Lei spera sinceramente che al pubblico piaccia la sua scrittura, al punto tale da condividere con gli altri le sue storie.
Adora leggere, lavorare a maglia e andare in bicicletta. Quella che vedete è lei al naturale, in pigiama, mentre beve qualcosa di caldo.

Lettrice compulsiva, adoro le lunghe passeggiate immersa nella natura, contemplare il mare della mia adorata città e giocare con I miei figli. Il genere che più mi si addice è il distopico, adoro I fantasy, divoro I thriller e, come contorno, non disdegno I romance che si fanno notare. Da circa un anno condivido la mia passione per la lettura con questo brillante gruppo di blogger, contribuendo alla stesura di recensioni che auspico possano aiutare altri lettori a scegliere con accuratezza il loro prossimo indimenticabile romanzo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: