Young adult

Recensione “Un’anima che vibra” di Loredana Frescura e Marco Tomatis, edito Leggereditore

Un romanzo delicato e ricco di sentimenti nuovi o ritrovati… questo è:
Un’anima che vibra!

Titolo: Un’anima che vibra
Autori: Loredana Frescura e Marco Tomatis
Editore: Leggereditore
Genere: Young adult
Formato: Ebook/cartaceo
Prezzo: € 4,99/ € 12,67
Pagine: 320/328
Data di uscita: 30 Marzo 2017
Link d’acquisto:

SCOPRIAMONE DI PIU’…
Trama:

Domenica, detta Mimi, diciassette anni, vive con la mamma Caterina e la zia Diletta a Roma. Da un giorno all’altro la sua famiglia si trasferisce in un piccolo paese, Piandiperi, dove la fabbrica presso cui Caterina lavora come operaia ha aperto un nuovo stabilimento. 
Per Mimi si tratta di un cataclisma che stravolge la sua esistenza tranquilla e rassicurante. Ma proprio in quel paese “sbagliato dalla A alla Z”, dove a dispetto del nome non c’è l’ombra di un albero, e un ragazzo dalla pelle d’ambra può chiamarsi Gaetano e sfrecciare a bordo di un carretto, Mimi, che si sente “sbagliata dall’uno all’infinito”, finirà col trovare sé stessa. 
Soprattutto, guarderà con occhi nuovi sua madre e scoprirà che non è affatto la donna rinunciataria e fredda che ha sempre creduto. 
Dietro un’apparenza remissiva e dimessa, Caterina nasconde una forza e una vitalità che Mimi non avrebbe mai immaginato e che sono quanto di più importante una figlia possa imparare dalla madre. 
Recensione
Oggi vi parliamo di questo romanzo Young Adult scritto a quattro mani da Loredana Frescura e Marco Tomatis. Ricco di sentimenti e emozioni, narrati con semplicità e delicatezza.

La protagonista è Domenica, detta Mimì, una diciassettenne che vive con la madre Caterina e la zia Diletta. La madre è separata. Il padre, soprannominato Padre Scappato, vive con l’amante. 
A seguito di un trasferimento lavorativo della madre, che lavora in una fabbrica insieme alla zia, Mimì è costretta ad abbandonare Roma per trasferirsi a Piandiperi, un piccolo paesino sperduto. Inizialmente ciò verrà vissuto male dalla ragazza. Poco alla volta inizierà però a integrarsi ai ritmi lenti del paesino. Tutto cambierà quando incontra Gaetano, un ragazzo che vive a Piandiperi ma è di origini siriane. Sarà amore. 

“Mi aveva aperto la sua anima. Aveva detto così. Sentivo che era così”.

L’anima vibra, citando il titolo del romanzo, vibra di tante nuove emozioni legate alla bruciante passione del primo vero amore. E poi anche i rapporti con la mamma migliorano. Scopre un lato di sua madre che prima non conosceva, grazie alla lettura di un diario segreto. Scoprirà aspetti della madre nascosti che rinforzeranno il loro legame.  

Un romanzo molto bello che tratta in modo delicato quelli che sono i sentimenti che arricchiscono la nostra esistenza: dal primo amore che rimarrà per sempre nel cuore, al legame indissolubile madre-figlia che non può che rafforzarsi quando si affrontano situazioni dolorose, fino a temi importanti e delicati come l’immigrazione, l’aiutare il prossimo e poi la malattia, il dolore e il riscatto.

Una lettura pulita e vera, che consiglio caldamente. 
Superato l’inizio un pò lento, questo romanzo mi ha poi incantata e soprattutto mi ha fatto riflettere su come la vita va vissuta senza fermarsi alle apparenze e senza aver paura di vivere e condividere le proprie emozioni con le persone che ci stanno accanto. 

Preparatevi a un finale davvero commuovente che tocca l’anima… 
Buona lettura!
(Recensione a cura di Tata)

VALUTAZIONE

e 1/2

GLI AUTORI

Loredana Frescura

E’ nata e cresciuta in un paese piccolo, in Umbria: Papiano, una frazione di Marsciano, vicina a Perugia. Qui continua a vivere, viaggiando in ogni parte d’Italia, quando viene chiamata per presentare i suoi libri. 


E’ cresciuta tra campi di girasole, vigneti, oliveti e orti. Sopra la sua bicicletta ha percorso strade di terra e di breccia e ha giocato tanto con i suoi amici proprio nei campi di grano quando veniva mietuto. Le piaceva studiare e le piace ancora perché ha sempre capito che lo studio è libertà. 


Ha cominciato a pubblicare libri nel 1995 e da allora sono nati e cresciuti oltre trenta libri per bambini ragazzi adulti. Con “Il mondo nei tuoi occhi” scritto insieme a Marco Tomatis, vince il Premio Andersen 2006. Ci sono stati prima e dopo molti libri, insieme a Marco e da sola, che hanno avuto riconoscimenti e che sono stati tradotti all’estero.


Marco Tomatis

Marco Tomatis ha svolto per anni l’attività di sceneggiatore per fumetti per i disegni di Cinzia Ghigliano. Contemporaneamente si è dedicato alla letteratura per ragazzi. In entrambi i casi le sue opere sono state pubblicate, oltre che dalle principali case editrici italiane, anche in numerosi paesi esteri.

Ha vinto numerosi premi in ambedue i settori della sua attività lavorativa, tra cui il Premio Andersen nel 2006 e l’inserimento, nel 2008, da parte di una giuria internazionale, nel catalogo White Ravens, riservato alle 250 migliori opere per bambini e ragazzi pubblicate nell’anno in tutto il mondo.

Scrive con Loredana Frescura ormai da dieci anni, durante i quali hanno pubblicato insieme una decina di libri; la loro ultima fatica è Massimo da sistemare, per la collana Colibrì di Giunti editore.
Altre opere degli autori


Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: