Libri,  Thriller

Recensione: “Una casa tranquilla” di Jane Shemilt, Newton Compton Editori

Una casa troppo tranquilla Book Cover Una casa troppo tranquilla
Jane Shemilt
Thriller
Newton Compton Editori
23 gennaio 2020
ebook, kindle, cartaceo
273

Una  casa troppo tranquilla

Ai primi posti delle classifiche di tutto il mondo
Un grande thriller dall’autrice del bestseller Una famiglia quasi perfetta
Per Beth incontrare Albie, chirurgo dalla carriera in ascesa, ha significato ricominciare da zero e lasciarsi il passato alle spalle. Adesso Beth sembra avere tutto ciò che desiderava: un marito nuovo di zecca, una vita da inventarsi da capo e un futuro luminoso davanti a sé. Per conto suo, anche Albie pare attraversare un buon momento: il suo mentore, Ted, l’uomo che con autorevolezza e fascino magnetico tiene le fila dell’intero ospedale, gli ha fatto capire che intende fare di lui il suo “erede”. Ma quello che non sa, o che la sua ambizione sfrenata gli impedisce di vedere, è che qualcosa si sta già incrinando nella sua vita perfetta. E in lontananza si scorgono i lampi che annunciano l’arrivo di una tempesta di dimensioni catastrofiche…
Dall’autrice del bestseller numero 1 in classifica Una famiglia quasi perfetta
Esiste veramente il matrimonio perfetto?
«Leggi Jane Shemilt e l’inquietudine è assicurata. Oggi il brivido è donna. E i gialli al femminile hanno un’arma in più, i travagli dell’anima.»
Il Venerdì di Repubblica
«Jane Shemilt sa come tenere alta la suspense e la sua prosa eloquente dipinge alla perfezione il tormento.»
Booklist
«Un Macbeth moderno, con un senso del luogo irresistibile, ottimi colpi di scena e un finale intenso e teso.»
Sarah Vaughan, autrice bestseller di Anatomia di uno scandalo

 Una casa troppo tranquilla

La casa è dove c’è l’amore. O no?

Eccomi a recensire un thriller a cui tengo particolarmente: “Una casa troppo tranquilla”, di Jane Shemilt. Il motivo per cui ho voluto leggere questo suo ultimo romanzo è semplicissimo. Ho letto  i suoi primi due romanzi “Una famiglia quasi perfetta”e “Un delitto quasi perfetto” e sono rimasta folgorata dalla sua bravura. Una scrittura semplice e fluida. Uno stile ricercato ed emozionante.

Quest’autrice è bravissima nel mettere nei suoi romanzi una suspense che ti tiene con il fiato sospeso fino alla fine. Coinvolge così tanto che difficilmente si riesce a staccare gli occhi dal libro. Ti trascina dentro le pagine e sembra che tu ne faccia parte. ti ritrovi a parteggiare per i protagonisti. in particolar modo in questo suo ultimo lavoro.

I protagonisti di “Una casa troppo tranquilla” ti provocano dei sentimenti contrastanti. Rabbia, dolore, dispiacere, commiserazione, comprensione.

“Una casa troppo tranquilla”, è più di un thriller, si avvicina ad un romanzo che ha come sfondo delle vicende delittuose. Ci troviamo davanti ad una serie di argomenti che ci portano a riflettere molto e ci portano a porci alcune domande. Ci portano a chiederci se alcune scelte siano giuste.

È giusto fare di tutto per raggiungere i propri scopi?

E questa, secondo me, è la chiave di tutto il romanzo. Il filo che muove tutte le situazioni. Il raggiungimento dei propri obiettivi mette tutto il resto in secondo piano. Questo è l’atteggiamento dei vari personaggi di questo romanzo. Alla fine non ci sarà alcun vincitore.

La Shemilt ha la capacità di descrivere i suoi personaggi così bene da farteli immaginare. La trama è intrigante, interessante, accattivante così come ogni personaggio e soprattutto i protagonisti. Beth e Albie.

La storia viene raccontata dal punto di vista dell’uno e dell’altra. Il loro amore, il loro lavoro, la loro casa, i loro desideri, le loro speranze, i loro sogni ma soprattutto i loro obiettivi sono gli argomenti di questo romanzo-thriller che coinvolgeranno moltissimo i lettori.

 

“Una casa troppo tranquilla” alla fine vi lascerà un gusto amaro perché nonostante sia un bellissimo romanzo ha qualcosa che vi turberà la coscienza e vi lascerà un po’ di insoddisfazione e di dispiacere. L’insoddisfazione e il dispiacere per come si conclude. Però il mio consiglio è di leggerlo perché è un thriller diverso dai soliti che vi farà conoscere un mondo, quello della ricerca, che non tutti conoscono e che smuoverà qualcosa nella vostra coscienza.

                                                                                                   Buona lettura

 

 

Jane Shemilt

È un medico di professione e ha conseguito una laurea in Scrittura creativa alla Bristol University e una specializzazione all’università di Bath. Il suo romanzo d’esordio, Una famiglia quasi perfetta, è diventato un bestseller internazionale e le ha dato un’immediata notorietà. La Newton Compton ha pubblicato anche Un delitto quasi perfetto e Una casa troppo tranquilla. Vive a Bristol con il marito, professore di neurochirurgia, e i loro cinque figli.

Sono sposata dal 2002 ed ho 2 figli. Sono una casalinga con la passione della lettura. Leggo di tutto ma adoro i thriller e i libri che raccontano la vita.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: