Erotico,  Recensioni

Recensione: Un perfetto bastardo di Penelope Ward e Vi Keeland, Newton Compton

Un perfetto bastardo Book Cover Un perfetto bastardo
#2 Cocky bastard (autoconclusivo)
Penelope Ward, Vi Keeland
erotic romance
Newton Compton Editori
5 luglio 2018
ebook, cartaceo

Era una mattina qualunque, il treno era affollato e tutto sembrava noiosamente normale. A un certo punto sono stata come ipnotizzata dal ragazzo seduto vicino al corridoio. Urlava contro qualcuno al telefono come se avesse il diritto di governare il mondo. Ma chi credeva di essere con quel suo completo costoso? In effetti, gli conferiva un’aria da leader, ma non è questo il punto. Non appena il treno si è fermato, è saltato giù così in fretta da dimenticarsi il telefono, e io… potrei averlo raccolto. Potrei anche aver spiato tutte le sue foto e chiamato alcuni dei suoi numeri. Okay, potrei persino aver tenuto il telefono dell’uomo misterioso fino a che non ho trovato il coraggio di restituirlo. Così ho raggiunto il suo ufficio da snob… e lui si è rifiutato di vedermi. Ho consegnato il cellulare alla reception dell’ufficio di quel bastardo arrogante. Ma potrei, diciamo per ipotesi, avergli lasciato qualche foto sul telefono. Foto non esattamente angeliche.

 

Un erotic romance baciato dal destino che si divora in poche ore.

 

RECENSIONE

Oggi vi parliamo di “Un bastardo perfetto”, l’ erotic romance firmato Penelope Ward e Vi Keeland che in America ha bissato il successo di Bastardo fino in fondo, il primo capitolo della serie a quattro mani di stand alone “Cocky Bastard”.

Il romanzo ha per protagonista indiscusso il destino, per mezzo del quale Soraya e Graham si incontrano.

Lui è il classico uomo trentenne potente, sexy e facoltoso che incurante degli altri non guarda in faccia nessuno, non lascia trapelare nulla della sua vita privata che invece è connotata da tanto affetto verso la nonna Lil, l’unica famiglia rimastagli, e un passato di delusioni e dolori dovuti a delle perdite che l’hanno toccato nel profondo. Maschera le sue ferite mostrando al mondo sicurezza, arroganza e tanta -appunto- “bastardaggine”, non a caso la scelta del titolo.

Lei è fantastica, non per niente di origine italiana. E’ spumeggiante, ironica e per nulla ordinaria. Ho adorato la sua eccentricità, il distinguersi dalla massa a cui non vuol uniformarsi. Quelle ciocche di capelli che colora a seconda del suo umore, un tocco di pazzia che la rende l’amica che vorresti avere. E’ indipendente ma nasconde tante fragilità riconducibili al suo passato che la condizioneranno nel rapportarsi con Graham.

Prima vi ho parlato del destino. Il loro incontro avviene infatti per caso: a causa della settimana di ferie del suo autista, Graham deciderà di prendere la metro per andare a lavorare, e lì che incrocerà la strada di Soraya che rimarrà letteralmente folgorata da lui. E quando è così, come si fa a lasciarsi sfuggire l’occasione di scoprire vita, morte e miracoli di quel “discendente di qualche Dio greco” se tra le mani, complice una caduta accidentale, si ritroverà proprio il cellulare di Graham? Comincerà così uno “stalckeraggio” vero e proprio di quell’ “arrogante borioso”, citando uno forse dei più ripetibili epiteti con cui verrà classificato Graham che la porterà a irrompere, come un tornado, nella sua vita e a supportarlo quando il destino lo metterà di fronte a delle inaspettate rivelazioni.

La tanta chimica e attrazione tra i due è istantanea e farà palpitare cuore, e non solo, pagina dopo pagina. Preparatevi a una lettura “focosa”. Il tasso hot del romanzo è molto alto. Unico appunto che posso fare è che avrei preferito si evitassero alcuni termini a volte troppo volgari. Dall’altra un plauso ai traduttori che han mantenuto fede a molti giochi di parole originari. Bastone e carota quindi sulla traduzione del testo.

Nel complesso non posso non consigliare questo romance a chi ha voglia di perdersi in una storia d’amore pepata e romantica che si farà divorare in poche ore. Parola di Tata! ;P

Il libro, ho appreso successivamente, fa parte di una serie di stand alone. Rimaniamo, quindi, in attesa del prossimo volume che in America è già uscito col titolo “Playboy pilot” e che promette tante scintille e avrà come protagonista maschile lo sfrontato Carter, pilota di linea, e il destino che busserà alla sua porta nelle vesti di Kendall, giovane ereditiera texana. Allacciamoci la cintura e prepariamoci a viaggiare…

Buona lettura!!!

LE AUTRICI

Penelope Ward

È un’autrice bestseller del «New York Times», di «USA Today» e del «Wall Street Journal». È cresciuta a Boston e ha lavorato come giornalista prima di diventare una scrittrice. Vive nel Rhode Island con il marito e due figli. La Newton Compton ha pubblicato il suo romanzo Odioamore.

Vi Keeland

Con più di un milione di libri venduti, si è affermata come una delle autrici di maggiore successo della sua generazione e i suoi romanzi sono tradotti in dodici lingue. Vive a New York con il marito e i suoi tre figli.

 

Trentenne in cerca della sua strada nel mondo. Amo leggere e perdermi tra le pagine di un libro, viaggiare con la mente in posti che non conosco, vivendo un'infinità di vite e storie. Girovagando sul web, sono inciampata ne "La Bottega dei libri", un piccolo grande ritrovo per gli amanti della lettura come me. Quindi eccomi qui a scrivere e condividere con voi questa passione...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: