Giallo,  Libri,  Recensioni,  Romanzo Rosa

Recensione: “Two Brothers – Amore spietato” di Ilas Colli, Self-publishing

Two Brothers – Amore spietato Book Cover Two Brothers – Amore spietato
Ilas Colli
mafia romance
Self-publishing
9 giugno 2020
cartaceo, ebook
363

"In pochissimo tempo è diventata la mia più dolce vittoria e la più amara delle sconfitte."

L’agente Mia Watson ha un solo obiettivo: scoprire cosa si nasconde dietro la morte di suo padre. L'ostinazione la porta a New York, avvicinandola al suo scopo, ma le scelte la conducono in un tunnel oscuro, senza via di ritorno. L’incontro con Ian e Logan, due uomini legati dal sangue e divisi dal destino, peggiora una situazione già complicata. Ian vive seguendo il sentiero della giustizia, Logan quello della vendetta.

Bene e male si mescoleranno, fino a sembrare la stessa cosa e per Mia decidere da che parte stare sarà un’ardua impresa. Alla fine dovrà fare la sua scelta: lottare per vivere o arrendersi e morire.

"Se l'amore è spietato, il destino lo è anche di più."

“Ora non sono più quel bambino insicuro, sono un uomo, il più forte, e non tremo dinnanzi a nessuno. Ho ottenuto il potere e mi sono preso tutto ciò che volevo: soldi, donne, rispetto e soprattutto il territorio. Ho conquistato New York perché ho potuto e vendicherò mia madre perché posso, questo è e sarà il mio riscatto.”

 

Un triangolo inaspettato, una vendetta e un’indagine che nessuno riesce a concludere: questi sono i punti principali su cui l’autrice ha costruito la trama di questo accattivante romanzo.

Mia è entrata in polizia per risolvere l’omicidio di suo padre, accaduto dodici anni prima. In molti hanno cercato di risolvere il mistero, ma molto probabilmente il caso è stato insabbiato da qualcuno molto potente.

Scoprire che il suo nuovo e affascinante collega, Logan, ha perso la madre nella stessa drammatica sparatoria, li unirà e li porterà a cercare nuove tracce.

La ricerca sarà pericolosa e Mia si troverà a combattere con se stessa per districarsi tra l’attrazione tra Logan e Ian, che a loro volta nascondono degli enormi segreti. 


«Sono incazzato nero, a volte il destino si ostina contro le persone… però questo significa che ha in serbo qualcosa e per quanto difficile, possiamo solo aspettare che ci mostri cosa. Ma l’attesa mi snerva.» «Quando sei diventato così riflessivo?» «Non lo sono mai stato, ma a quanto pare il fato mi costringe a esserlo.»

Mia è il personaggio “chiave”, l’eroina della storia, ma non mi ha trasmesso molto. Non sono riuscita ad entrare in empatia con lei e, nonostante la storia sia ben narrata e con una trama intrigante, non mi sono sentita trascinata all’interno del racconto.

Ian e Logan sono due personaggi diversi, eppure hanno molte similitudini:  credono in valori diversi, ma amano entrambi Mia con passione, non hanno paura di rischiare per lei.

E voi chi preferite: il buono della situazione che cerca di risolvere i problemi senza infrangere la legge? O preferite il cattivo, pronto a tutto per ottenere vendetta/giustizia fregandosene totalmente di rimanere nella legalità?

È tutto troppo lontano dalla persona che sono e da chi sono dovuto diventare per sopravvivere in questo caos. E qui mi detto una sola regola: “Vivi soltanto per te stesso, seguendo la tua volontà. Nient’altro.”

Le premesse per un buon romanzo ci sono tutte, ma, a mio modesto parere, sono state sviluppate in modo poco approfondito.

La trama è a tratti molto prevedibile, anche se alcuni piccoli colpi di scena hanno leggermente movimentato la lettura.

Ho apprezzato molto la storia di Sylvia, la migliore amica di Mia. L’uomo che ha amato, e che ancora ama, nonostante l’abbia lasciata quando ha saputo della sua gravidanza, per uno strano scherzo del destino entrerà a far parte della vita di Mia e, da lì, ritrovare Sylvia sarà un gioco da ragazzi.

Il finale è piacevole ma purtroppo troppo “veloce”, certe “questioni” sospese andavano spiegate meglio.

Ovviamente questo è il mio personalissimo parere: premetto, non sto bocciando il romanzo, anzi è molto ben scritto, ben impostato ed è perfetto per evadere qualche ora dalla realtà. Vi consiglio vivamente di leggerlo e di farci sapere i vostri commenti.

“A ogni metro percorso il mio cuore batte un po’ più forte. Più avanzo verso di loro, l’amore della mia vita, più mi sento completa. Alla fine ho capito cos’è l’amore, è questo, e non lo posso descrivere, perché l’amore è amore, e lo si comprende solo quando lo si vive.”

 

L’autrice

Ilas Colli ha  29 anni e vive a Caserta. Adora gli animali, in particolar modo le civette e i gatti neri. È sempre stata una lettrice compulsiva che ama la letteratura, da ragazza scriveva il classico diario, ma più gli anni passavano, più i suoi scritti crescevano con lei, trasformandosi da ricordi e riflessioni, in racconti e romanzi. All’Università non poteva non scegliere Lettere come percorso di studi. È una persona semplice, forte e indipendente, ma anche molto eclettica e dinamica, ama la vita e ha infinite altre passioni, come i viaggi, la musica e soprattutto le serie tv.

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: