Libri,  Romanzo Rosa

Recensione: TUTTA LA NEVE DEL CUORE di Giovanni Novara. Butterfly Edizioni

TUTTA LA NEVE DEL CUORE Book Cover TUTTA LA NEVE DEL CUORE
Giovanni Novara
romanzo rosa
Butterfly Edizioni
11 dicembre 2017
118

Per Ginny il Natale è sempre stato un momento felice, fino a quando una lettera ha frantumato ogni sua certezza. A 25 anni si ritrova single, dopo una storia finita male che l'ha resa insicura e convinta di non meritarsi l'amore di nessuno. Persino la sua famiglia disapprova le sue scelte di vita, e tutto questo la fa sentire incompresa e sola. Fingersi forte davanti agli altri diventa ogni giorno più difficile... Il destino poi sembra farsi beffe di lei facendole incontrare Nataele. Non solo lui ha un nome che le ricorda i momenti felici che non rivivrà mai più, ma è anche un valido candidato per il posto di lavoro che ha sempre sognato. C'è qualcosa in lui che la attira come una calamita, ma il suo cuore cinico e gelido non le permette di lasciarsi andare. Ma complice la neve, l'avvicinarsi del Natale e la magia di Parigi, Ginny scoprirà che l'amore è l'unico rischio che vale la pena di correre...

La vita è cosi, un susseguirsi di niente che ci procura di tutto. Crediamo che eluderle, certe cose, ce le farà poi dimenticare, invece non è così. Non è mai così”

Ed ecco che all’avvicinarsi del Natale non poteva mancare il romanzo che ci dovrebbe far sognare, gli addobbi, i regali e tutto quello che porta con sé questa ricorrenza. Il Natale è la festa della famiglia, dell’amore dove felicità e gioia dovrebbero riempire i cuori.

Ginny amava il  Natale, era lei che coinvolgeva la sua famiglia, anche se aveva delle sorelle che la trattavano male, ma per lei era la festa con la F maiuscola ed era lei che cucinava pranzi e cene. Purtroppo proprio durante i preparativi della vigilia, complice una lettera, gli cade il mondo addosso e con lui le poche certezze che aveva. Inoltre la storia finita con il suo ragazzo fa si che Ginny non sopporta più il Natale e si ritrova sola, insicura con mille paure da gestire, abbandonando persino il sogno di diventare architetto.

“Non posso continuare così, ho bisogno di un lavoro, ho bisogno di aria nuova, di cominciare a vivere davvero. Sono stanca di sopravvivere, di trascinarmi dietro le giornate come una palla al piede, non è questo che voglio. Voglio tornare a sentirmi viva, voglio tornare a credere ancora in qualcosa, anche se fa male, anche se fa maledettamente paura…”

Anni dopo sarà la sua coinquilina nonché migliore amica a dare a Ginny un’opportunità di riscatto; riscatto del suo lavoro,  e della sua vita.

Conoscerà Nataele che le farà scoprire le gioie dell’amore e che l’aiuterà ad avere soddisfazioni per il suo lavoro di architetto.

Il Natale tornerà ad essere la festa di famiglia, con una nuova luce nel cuore e nell’anima.

Personalmente amo le storie, per cosi dire, imbiancate ma questo romanzo mi è sembrato un po’ troppo sdolcinato, a tratti banale, una scrittura semplicistica mai incisiva però è un romanzo d’amore, con tutte le paure e le incertezze che i rapporti possono dare, in più è ambientato a Parigi la città dell’amore, il periodo è Natale… che dire… vale la pena leggerlo.

 

Giovanni Novara

 

Giovanni Novara nasce ad Agrigento il 9 ottobre 1992. Adora leggere romanzi d’avventura. Ha conseguito la laurea in lettere, con indirizzo classico, con una tesi di lingua e letteratura latina. Attualmente studia Economia presso la scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza. “Note d’amore” è il suo romanzo d’esordio pubblicato nel 2016 a cura della Butterfly Edizioni. In self-publishing ha pubblicato: “Non ho niente se non ho te”.

 

 

 

 

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: