Senza categoria

Recensione! Trauma di Alessandro Petrelli, Lettere Animate

Oggi vi proponiamo un thriller: Trauma di Alessandro Petrelli, Lettere Animate
Titolo: Trauma
Autore: Alessandro Petrelli
Editore: Lettere animate
Genere: thriller
Formato: Ebook
Prezzo: € 2,99
Formato: Cartaceo
Prezzo: € 11,05
Pagine: 208
Data di uscita: 11 luglio 2017
Link d’acquisto:
ecco la trama e la recensione

Trama:
Lecce, 2015. È  il 18 aprile quando Vanessa e Federico organizzano uno scherzo di cattivo gusto ai danni di Vincenzo, un ragazzo introverso,  già vittima in passato delle loro angherie.
È il 12 maggio quando Vincenzo, in seguito a un incidente stradale, si risveglia non ricordando nulla degli ultimi trenta giorni.
La storia si sviluppa su piani temporali diversi. Nel presente, Vincenzo andrà in cerca di una verità frammentata e resa opaca da personaggi inquietanti e da tragici avvenimenti la cui unica chiave di lettura giace nei recessi oscuri e inaccessibili di un trauma. Potrà fidarsi del ragazzo sconosciuto che gli dirà di aver fatto amicizia con lui prima dell’incidente? E chi sono i nuovi vicini di casa dall’aria misteriosa? Cosa hanno fatto Vanessa e Federico?
Sarà il passato a giungere in soccorso e a dissolvere i nodi di una realtà apparentemente priva di logica, ricostruendo la reale dinamica dei fatti e ricongiungendosi al presente e ai suoi retroscena come il pezzo mancante di un puzzle.

Recensione

“Quanto dolore può sopportare un uomo?”. È questa la domanda che martella nella testa di Vincenzo. Le angherie subite al tempo della scuola e negli anni successivi ad opera di un gruppo di prepotenti,  rendono Vincenzo Mello un ragazzo con evidenti difficoltà sociali. Quando, a causa di un incidente automobilistico, non ricorderà più i trenta giorni precedenti all’incidente, la sua vita diventerà ancora più complicata. Federico, il leader del gruppo dei bulli, organizza uno scherzo crudele ai danni di Vincenzo, da sempre il suo bersaglio preferito. E lo fa insieme a Vanessa, di cui Vincenzo è innamorato. I due spingono Vincenzo dentro un vortice di umiliazioni fino al giorno del tragico incidente che cambierà per sempre le vite dei protagonisti. Quanta umiliazione un uomo può sopportare? E fino a dove è disposto a spingersi per vendicare quell’umiliazione? Ma, soprattutto, dove finisce il sogno e inizia l’incubo? Dove termina la verità e inizia l’irrealtà? Sono queste le domande che accompagneranno il lettore dall’inizio della lettura fino allo sconvolgente ed inaspettato finale.
In un crescendo di tensione e di angoscia Alessandro Petrelli, talentuoso scrittore pugliese, nella sua seconda opera ci conduce in un labirinto di processi mentali che si incatenano tra loro in maniera fluida e coerente, grazie anche ad un utilizzo sapiente e molto puntuale del flashback. La caratterizzazione dei personaggi e la qualità del racconto ci sbattono in faccia la realtà che viviamo ogni giorno, una realtà fatta di soprusi ai danni dei più deboli e, come il caso di Vincenzo, dei più sensibili. L’attenzione all’aspetto psicologico, preciso e calzante, introduce il lettore in un mondo troppo spesso ignorato e, a volte, sottovalutato: quello del disagio psicologico degli adolescenti.
La prosa è scorrevole e accattivante, articolata in un crescendo di suspance che tiene il lettore sulle spine dalla prima all’ultima pagina.
Unica nota stonata, assolutamente da rivedere, alcuni errori grammaticali: “affianco” inteso come “di lato” e non come voce del verbo “affiancare” presente diverse volte (quindi probabile refuso) nonostante l’Accademia della Crusca sia molto chiara sul fatto che l’espressione vada sempre scritta separata; vocaboli utilizzati in maniera impropria: “persuadere” anziché “pervadere”; “stazione” anziché “posizione” e una consecutio temporum imprecisa: “se l’era imposto” anziché “se lo fosse imposto”.
Ciò nulla toglie comunque al valore dell’opera, sia al valore letterario che a quello educativo. Un libro che dovrebbe essere letto da tutti, ragazzi e non, educatori e genitori. Un libro che ci insegna che il male vive vicino a noi, e che le vittime di questa malvagità possono esse stesse trasformarsi in male.

                                                                            (Recensione a cura di Luca)
VALUTAZIONE


Autore

Alessandro Petrelli
Alessandro Petrelli è nato a Lecce il 19 aprile 1990 e vive a Lizzanello con i genitori e il fratello maggiore. Ha frequentato l’Istituto d’Arte e ora studia Fisioterapia all’università di Brindisi. Ha avuto diverse passioni nella vita: prima gli scacchi, poi i fossili e i minerali, l’arte e il pianoforte. Appassionato da sempre di libri e film del genere thriller e horror, scrive il suo primo romanzo, “Oltre la finestra”, pubblicato il 15 febbraio 2016 da Lettere Animate editore ed eletto tra i 5 migliori esordi dell’anno dal Blog Letterario “Liberovolo”. Con Lettere Animate pubblica anche il suo secondo romanzo “Trauma”, anche questo un thriller psicologico.
Altri libri dell’autore

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: