Libri,  Thriller Psicologico

Recensione: Sonnifera di Riccardo Gramazio edito da Lettere Animate

Sonnifera Book Cover Sonnifera
Riccardo Gramazio
Thriller
Lettere animate
30 giugno 2014
ebook, cartaceo
153

Terry Stones, stella precipitata dal firmamento del rock, si risveglia confuso in una strana e sconosciuta abitazione. Sente i postumi degli eccessi, la testa pesante, il brusco sapore della paura, ma non ricorda nulla delle sue ultime ore. Nella losca dimora, il cantante incontra la bella e seducente Selene, misteriosa guida al servizio di Mida, un ricco e inquietante imprenditore.Soltanto un terribile incubo? No, molto di più. Terry diventa di fatto vittima di una serie infinita di assurde e inspiegabili situazioni, troppo strambe per poter essere considerate reali e, allo stesso tempo, troppo vive per essere soltanto figlie dell’immaginazione.Dalla città fantasma di Mida alla rovente e caotica Los Angeles, dalla gloria al fallimento, dalla vita alla morte... Tra aneddoti in pieno stile rock, ricordi e allucinazioni, il protagonista proverà a sciogliere ogni nodo, trascinando con sé anche il lettore più mite.

Questo romanzo, che all’inizio della lettura mi ha lasciato un po’ perplessa, con lo scorrere delle pagine mi ha intrigato sempre più. Con il suo modo di scrivere scorrevole l’autore ha reso piacevole la lettura. Man mano che andavo avanti mi aumentava la voglia di capire e scoprire cosa realmente fosse accaduto al protagonista. Il protagonista, Terry Stones, cantante rock star, sta vivendo un periodo di forte crisi esistenziale che lo porterà quasi alla morte.

Il suo ultimo ricordo vero è una notte di eccessi e un hotel. Poi la sua mente vaga tra realtà e sogno.

ALLUCINAZIONI? SOGNO? REALTA’?

Sulla sua strada Terry incontra molti personaggi che lo accompagnano in un viaggio a cui non riesce a dare una spiegazione e nemmeno i lettori capiranno fin quasi alla fine del romanzo.

“Osservando quel viso d’angelo, qualcosa bollì nella pentola della mia
anima. Qualcosa che andava ben oltre l’incontro nelle terre minate
del sonno. Qualcosa che sapeva di bontà andata a male, di profumatissimi
fiori appassiti.”

E’ un romanzo che ti lascia molti interrogativi ma anche degli insegnamenti. Non bisogna arrendersi mai e anche quando si è sull’orlo del baratro ci si può sempre salvare.

“Il suicidio, in questo caso, sembra valere più di un analista o di infinita
sbronza, più di una bella canzone o di un epico poema.
Sono cellule nere e taglienti capaci di generare uragani nel profondo
del tuo spirito. Uragani come quelli che da sempre minacciano le
coste della mia California, destinata un giorno a essere sommersa
dallo strapotere dell’acqua.”

Il protagonista, è un uomo debole pieno di paure, ma nonostante il suo modo di vivere sregolato odia le ingiustizie.

 

“Noi siamo i dannatissimi figli di questo nuovo e amaro Medioevo, e
non vedo all’ orizzonte pensatori illuministici a indicarci la giusta via
per la redenzione.
Siamo fottuti, amici miei, ufficialmente poltiglia in scatola.”

Il romanzo è ben costruito, preciso nei dettagli e ricco di particolari. Non è di facile lettura e bisogna mettere attenzione in ogni frase, ma tutto ciò lo rende ancora più interessante.

Non è un libro per tutti, ma lo consiglio a chi ama i thriller psicologici.

Buona lettura.

 

Riccardo Gramazio

Riccardo Gramazio nasce a Milano il 30-9-1986. Comincia a scrivere prestissimo, dando voce alla propria vena creativa attraverso poesie, racconti, pagine di diario e canzoni. Nel 2010 l’autore autopubblica la prima raccolta di poesie Potesse solo neve e il romanzo Petali cadenti. Nel 2013 il secondo romanzo, Sonnifera (Lettere Animate 2014). L’autore è anche attivo nell’ambito musicale con lo pseudonimo di Ricky Rage. Solamente numeri (2014) è il primo disco solista.

 

 

 

 

Sono sposata dal 2002 ed ho 2 figli. Sono una casalinga con la passione della lettura. Leggo di tutto ma adoro i thriller e i libri che raccontano la vita.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: