Segreti, bugie e una tazza di caffè Book Cover Segreti, bugie e una tazza di caffè
Mary Ellen Taylor
Romanzo rosa
Newton Compton
10 settembre 2020
cartaceo, ebook
352

Lucy Kincaid ha appena perso la madre, una donna libera e dallo spirito irrequieto. Sperando di superare il dolore, Lucy lascia Nashville per raggiungere la sperduta cittadina di Cape Hudson, in Virginia. Proprio lì, infatti, la attende un’eredità inaspettata: una casa di cui non conosceva neppure l’esistenza, appartenuta a una donna che non ha mai incontrato in vita sua. Lucy spera di trovare finalmente la risposta a tutti gli interrogativi sul passato della madre… inclusi quelli sull’identità di suo padre. All’arrivo, però, si rende conto che la casa è molto diversa da come l’aveva immaginata. È un antico maniero, pieno di ombre e segreti risalenti a secoli prima.

A complicare ulteriormente le cose compare un affascinante ed enigmatico sconosciuto, che potrebbe avere qualche diritto sull’eredità. Fare luce sulla storia della famiglia e dei suoi antenati potrà essere per Lucy l’occasione per conoscere meglio sé stessa e anche per cercare, finalmente, l’amore.

“Beth sorride. «Ho sentito dire che conosce tutti gli armadi in cui sono nascosti gli scheletri». «Scheletri?»«È un modo di dire», dice Beth disinvolta. «Non intendo scheletri veri, ma gli aneddoti più succulenti di questa zona».
Mrs Buchanan si irrigidisce, ma riesce a mantenere un’espressione neutra. «Sì, ne conosco parecchi. E nascosti lì in mezzo potrebbero effettivamente esserci un paio di scheletri». «Veramente?» I segreti riemergono man mano che il tempo allenta i legacci. Ormai non rimane più nessuno vivo che possa custodirli. «Cominciamo?»”

 

Un viaggio attraverso il tempo che permette al lettore di fare conoscenza di due famiglie, i Buchanan e i Jessup. La loro storia, pur scorrendo parallela è molto diversa: benestanti signori i primi, gente povera i secondi. Le loro vicissitudini famigliari del passato si intersecheranno con il presente attraverso le scoperte della nostra protagonista, Lucy.

La storia di Lucy ha molti lati tristi: non ha mai conosciuto suo padre, una madre poco incline a ricoprire tale ruolo e poco responsabile e di conseguenza non ha mai avuto una casa degna di tale nome. Una promessa fatta a Beth, sua madre, sul letto di morte, la porterà in un paesino sperduto, Cape Hudson, dove troverà molte persone appartenenti al passato di Beth, di cui Lucy ignorava l’esistenza, che cercheranno di farla sentire finalmente a casa.

Lucy Kincaid arrivò con l’uragano alle spalle, sospinta dai venti freddi e pungenti che portavano con sé il profumo di Tennessee whisky, di fumosi locali honky-tonk, di ciambelle fritte e glassate ripiene di crema al cioccolato, di hamburger cotti su griglie bisunte e del sentore dolciastro della morte.

All’inizio ho avuto qualche problema nella comprensione della storia a causa delle date e di alcuni capitoli raccontati in terza persona. Lentamente, e con l’ausilio dell’albero genealogico presente nelle prime pagine, mi sono appassionata alle vicende di Lucy e alla storia del Winter Cottage.

Le descrizioni sono dettagliate e permettono al lettore di immergersi totalmente nelle pagine del libro. Adorerete i cittadini di Cape Hudson, si conoscono tutti, e la loro disponibilità nei confronti di Lucy è quasi commovente.

La trama è molto arzigogolata e scorrevole. Numerosi avvenimenti legano il passato e il presente dando vita a un romanzo delicato, dolce e prettamente tutto al femminile.

Tra pizzi e merletti spuntano omicidi e test del DNA che vi terranno incollati alla lettura fino alla fine.

Quello che era cominciato come un semplice viaggio a est per riportare Beth a casa aveva subìto così tante svolte e deviazioni da farle chiedere se sarebbe mai riuscita a tornare a Nashville.

 

L’autrice

Mary Ellen Taylor vive a Richmond, in Virginia, ed è autrice di romanzi femminili che esplorano i temi della famiglia, dell’appartenenza e della ricerca del proprio posto nel mondo. È conosciuta anche con lo pseudonimo di Mary Burton, con cui ha scritto (e scrive) thriller bestseller del «New York Times» e di «USA Today».

Scritto da:

Cristina Marangio

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.