M/M,  Qlgbt Contemporaneo,  Recensioni

Recensione: “Sciogli i tuoi capelli” di Simona Pantò

Sciogli i tuoi capelli Book Cover Sciogli i tuoi capelli
Simona Pantò
LGBT Romance
Self Publishing
cartaceo, ebook
258

“Sciogli i tuoi capelli” è un romanzo sentimentale che affronta il tema omosessuale, ambientato a New York nei giorni nostri.C.J. Mitchell è un giovane avvocato, fidanzato con la collega e amica di sempre Valerie Scott. La sua vita verrà stravolta dall’incontro con Thomas Lane, istruttore della palestra che frequenta. Dopo un primo momento di esitazione e conflitto interiore, C.J. accetta la propria natura gay. Nascerà così una storia passionale tra i due ragazzi che porterà C.J. a scoprire anche i piaceri del sesso, fino a quel momento a lui ignoti.

L’amore li porterà a programmare il matrimonio. Il giovane avvocato dovrà, però, affrontare non solo le avances di Valerie che tenterà in tutti i modi di riconquistarlo, ma anche le ostilità del padre e del suo socio che cercheranno di ostacolare quella relazione sconveniente sotto il profilo sociale, fino al punto di inscenare l’omicidio dell’ex amante di Thomas, facendo ricadere le accuse proprio su quest’ultimo.Sarà la ragione a prevalere sui sentimenti o, al contrario, C.J. riuscirà a rompere le catene che lo hanno intrappolato tra le convenzioni e gli affetti familiari, al punto da difendere il suo mondo?

E' un viaggio tra passioni, amore, sesso, intrighi che lasceranno il lettore con il fiato sospeso fino alla fine, senza risparmiare i colpi di scena

Recensione di “Sciogli i tuoi capelli” di Simona Pantò

 

Ben ritrovati carissimi bottegai,

oggi voglio parlarvi del romanzo di Simona Pantò, un gay romance molto carino ma che, per onor di cronoca, a mio avviso, presenta alcune piccole “falle”.

Innanzitutto, partiamo dalla storia.

Sciogli i tuoi capelli” narra la storia d’amore tra C.J. e Thomas, due ragazzi così diversi tra loro, ma allo stesso tempo così simili. C.J. è un avvocato di tutto di rispetto, fidanzato con la collega ed ex compagna di studi, mentre Thomas è un personal trainer dal passato doloroso.

I due si incontrano nella palestra di Thomas e da quel momento C.J. comincia a compredere che qualcosa in lui sta cambiando…

Non vi dirò di più perchè trovo che la storia, di per sé, sia davvero carina ed emozionante però…

“Era consapevole che non sarebbe stato facile per nessuno, ma sentiva di voler trasmettere al figlio il suo sostegno, perché l’amore non ha confini, non conosce pregiudizi. L’amore è universale. E aveva intravisto negli occhi di quel ragazzo un’inattesa felicità.”

C’è un però…

Nonostante l’idea sia veramente interessante, non posso esimermi dal fare qualche appunto all’autrice.

Primo in assoluto: c’è un’evento, molto importante all’interno della storia ed anche molto delicato, che mi ha letteralmente sconvolta, non per quanto narrato ovviamente, ma per come sia stato, passatemi il termine “buttato lì” all’interno del racconto. L’autrice penso che capisca a cosa mi stia riferendo. È un argomento troppo delicato per essere trattato con tanta superficialità… a mio avviso, il lettore doveva essere accompagnato a scoprire questa parte di storia che, invece, mi sono vista arrivare come un pugno in pancia, così all’improvviso. Questa scelta, devo dire, non mi è piaciuta.

Altra pecca nel racconto sono le continue ripetizioni. Alcune frasi, così come alcuni termini, sono più volte ripetuti all’interno di ogni singolo paragrafo. La scrittura diventa, così, poco ricercata e molto grossolana. Basterebbe semplicemente rivedere il lessico e alternarlo con dei sinonimi.

Ultimo appunto. gli errori di battitura e di ortografia. Ve ne sono parecchi ed è davvero un peccato perché, ripeto e sottolineo, la storia è davvero carina, ma questi tre punti abbassano il livello di leggibilità del libro.

Mi permetto quindi di consigliare all’autrice di effettuare un accurato lavoro di editing e le faccio i miei più vivi complimenti per aver messo nero su bianco una storia diversa dal solito, ma ricca di emozioni e piena di amore in tutte le sue sfumature.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: