Sabbia bianca Book Cover Sabbia bianca
Pitti Duchamp
Romanzo rosa
15 settembre 2018
ebook, cartaceo

La perfezione, ecco cosa pretende l'Avvocato Leopoldo Carsini dalla vita. Quando conosce Olimpia, quello a cui mira in ogni cosa che fa si concretizza nell’azzurro intenso dei suoi occhi. Lei ha tutte le carte in regola per stargli accanto e lui la vuole, spinto da un desiderio razionale distante da ogni sentimentalismo. Ma la complessità di Olimpia si svela poco a poco, durante la ricerca di un fratello sparito nel nulla, mentre riaffiorano dispiaceri e solitudine da un passato familiare sofferto. E così, il cuore di Leo, impantanato nella sabbia di piazza Santa Croce, là dove le partite del calcio storico fiorentino danno vita a leggendari scontri tra gladiatori moderni, comincia a battere più forte. Una storia d’amore e di cambiamento con tre protagonisti: un avvocato dalla doppia faccia, una ragazza di buoni sentimenti e una Firenze sospesa tra il presente e un passato attualissimo, vissuta, graffiata, leccata e amata.

Recensione

Pitti Duchamp e non è un romanzo storico, suona alquanto strano. Leggo, leggo, leggo e più vado avanti più rivedo Pitti in Olimpia, per chi conosce l’autrice sarà facile ritrovarla nei modi di dire della protagonista. Lei non lo ammetterà probabilmente ma la descrizione di una giovane donna nella sua Firenze l’ha portata, secondo me, ad identificarsi in lei. Olimpia e le sue sicurezze che crollano una appresso all’altra come un castello di sabbia sono il cuore di questo romanzo, affianco a ogni certezza che se ne va una figura del suo passato che varia sotto diversi punti di vista, ma questo lo capirete leggendo.

Olimpia, insieme alle sue cose, si era portata via quel buon profumo di vaniglia e chissà cos’altro.

Come tutti i romanzi rosa c’è un lui e un altro, il nostro lui è il bel avvocato che si presenta come il suo salvatore per poi ritrovarsi in situazioni sbagliate e dover faticare per far breccia nel cuore di Olimpia. Descritto con precisione e particolareggiato lo riusciamo a immaginare in ogni circostanza nei suoi atteggiamenti più o meno leciti e condivisibili.

Olimpia e l’avvocato Carsini sono il filo conduttore del romanzo e attorno a loro diverse figure, tra amici e familiari, fanno da sfondo o entrano con prepotenza con il loro difficile vissuto. Un romanzo che si legge tutto d’un fiato, si vuole capire cosa succederà… magari non ai nostri protagonisti ma a qualcun altro.

Non portava alcun gioiello, se non una grande spilla, un cammeo rosa con il profilo di una donna incisa e una corona di diamanti incastonati in una montatura d’oro.

Altra “protagonista” è Firenze: veniamo accompagnati per le vie e le piazze, a conoscere ciò che di questa superba città non sappiamo, i costumi, il vissuto, qualcosa che solo i fiorentini conoscono. E alla fine del romanzo capirete il titolo, anche in questo c’è Firenze.

Brava a Pitti Duchamp che è uscita dai suoi romanzi storici ed ha cambiato registro in maniera magistrale.

La Cover? Brava anche a Cora che so essere l’autrice di questa e di molte altre cover, in questo caso l’essenza del libro è ben rappresentata.

AUTORE

Pitti Duchamp

 

Pitti Duchamp, classe 1981, abita in Mugello, provincia di Firenze insieme al marito e a due figli, una bambina e un maschietto.
Appassionata di storia, di burlesque, di vintage, si sente a proprio agio solo quando ha in borsa l’e-reader perchè non smette mai di leggere qualunque cosa le passi sotto le mani con incredibile voracità.
Ha pubblicato in self “La gran dama“, “L’Arabesco“, “Lupo di primavera” e “Il pugnale e la perla nera” per la serie D’amore e d’Italia. Ha inoltre partecipato a delle collane di racconti.

 

Scritto da:

Maura

Leggo per diletto qualsiasi genere; è sempre stata una mia grande passione. Di una lettura mi colpisce sia una bella trama che una scrittura ricercata. Un romanzo rosa, un romanzo storico, della narrativa contemporanea non importa basta che non sia... fantasy!

Il mio primo libro è... Eterno