Rose Book Cover Rose
The Fowlers sister
Monica Murphy
Rosa
Newton Compton Editori
24 maggio 2018
Kindle e cartaceo
378

The Fowler Sisters Series
Dall’autrice della serie One Week Girlfriend
Una serie frizzante su tre sorelle sfrenate e gli uomini che vorrebbero rubare il loro cuore
Si dice che per il figlio minore sia tutto più facile, ma è una bugia. Diversamente dalle mie sorelle non sono mai stata notata per i miei successi. Lavoro sodo alla Fleur Cosmetics ma non conto niente. Ma da quando ho al collo quel meraviglioso diamante, le cose sono cambiate: adesso posso finalmente dire di no a mio padre, posso distinguermi dalle mie sorelle e prendermi l’uomo che desidero. Quello che per la prima volta mi fa
sentire libera.
«Ci sono libri per ogni stato d’animo. A volte vuoi qualcosa di triste e toccante, altre volte qualcosa pieno di azione. Quando sei dell’umore adatto per pagine eccitanti ed erotiche, allora puoi leggere Rose.»
«Rose è un mix di romanticismo e di eros. Il lettore entra a contatto con il mondo dei ricchi e dei famosi: ma anche i ricchi hanno i loro oscuri segreti di famiglia…»

Monica Murphy
è autrice di diversi romanzi bestseller del «New York Times» e «USA Today». Oltre alla One Week Girlfriend, la Newton Compton ha pubblicato la Private Club Series e la Reverie Series. Lily è il terzo volume della Fowler Sisters Series.

Cosa fate quando venite a sapere qualcosa sulla vostra famiglia che non avreste mai voluto scoprire?
Fingete che non esista. Che la vostra sia la famiglia perfetta come avete sempre pensato, ineccepibile, incontaminata. Mai sfiorata da eventi tragici. Quanto meno, questo è ciò che la mia famiglia vorrebbe farvi credere.

Secondo volume della serie dedicata alle sorelle Fowler e alle loro vicende romantiche e non solo. Rose, la protagonista, è la più piccola delle tre sorelle, è timida e per tutta la vita si è sentita sottomessa alla forte personalità delle sue due sorelle maggiori, inoltre è delusa dalla piega che sta prendendo la sua “posizione lavorativa” all’interno dell’industria cosmetica di proprietà della sua famiglia a causa di interferenze “poco gradite”.

“La odio. Mi rifiuto di lavorare con lei, soprattutto adesso che sono venuta a conoscenza della volontà di mio padre di promuoverla. Lui non è mai venuto da me per comunicarmelo. Nessuno mi riferisce mai niente. Vengo continuamente ignorata alla Fleur. Vengo ignorata così tanto che non credo più che valga la pena continuare a lavorare lì…”

Vari eventi la porteranno a prendere decisioni che cambieranno totalmente la sua vita, tra queste un incontro molto poco convenzionale con un “ladro”.

“Sono un ladro. La prima volta che ci siamo visti, sì, ti ho vista come una bellissima donna, ma quello che mi ha avvicinato a te è stata quella maledetta collana. La collana di Poppy. Avevo intenzione di rubartela quella notte. Ma poi ti ho conosciuta. E questo ha cambiato… tutto.”

La scrittura è fluida, piacevole. L’alternarsi dei POV dei due protagonisti dona vivacità al racconto anche se in alcuni momenti era difficile distinguere, se non leggendo il titolo, a chi appartenesse la narrazione in quando i due, secondo il mio modesto parere, essendo molto in sintonia, in alcuni passaggi, erano molto simili caratterialmente.
Trama molto ben congegnata, molto ricca di scene hot, descritte in modo molto approfondito e dettagliato, ma non per questo fastidiose. Unica nota negativa: la velocità con cui si conclude la storia di Rose e Caden mi ha lasciata basita, con un senso di vuoto, avrei preferito che fosse più sviluppata la crescita personale di entrambe i nostri protagonisti sia dal punto di vista lavorativo che famigliare.
La mia mancanza nel raccontavi qualcosa del nostro Caden è voluta, vi lascio il piacere di scoprire a poco a poco i pregi e i difetti che caratterizzano questo ragazzo.

Monica Murphy

Monica Murphy è autrice di diversi romanzi bestseller di «New York Times» e «USA Today». Oltre alla One Week Girlfriend, la Newton Compton ha pubblicato la Private Club Series e la Reverie Series.

 

Vi saluto con una frase scritta da uno dei protagonisti che mi ha colpito molto: “Grazie per avermi insegnato ad amare.”

 

 

 

Scritto da:

Cristina Marangio

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.