Fantascienza

RECENSIONE!!!! Revnion di Dario Vergari

RECENSIONE di… Revnion il self di Dario Vergari


All you need is love è il singolo che riecheggia tra le pagine dell’utopia di Dario Vergari


Titolo: Revnion

Autore: Dario Vergari
Editore: Self
Genere:  Fantascienza
Formato: Ebook
Prezzo: 9,49
Formato: Cartaceo
Prezzo: 15,99
Data di uscita: 8 Aprile 2017
Link d’acquisto:



a voi trama e recensione


Trama:


Il nuovo Avvento di Dio sulla terra non è proprio come potreste aspettarvelo.

Stanco di un mondo imperfetto e di essere bombardato ogni giorno da notizie di violenza e orrori il giovane musicista Drago Ozelot, nel tentativo di creare bellezza e amore, inventa il Devil, [Dispositivo Emozionale Variabile Intra Limbico], congegno che altera la percezione della realtà in chi ne viene colpito.
Dopo aver spodestato dal Vaticano il suo legittimo occupante, attraverso il Devil e le Riunioni televisive, Drago ipnotizzerà la popolazione mondiale, incarnerà il Dio Senzanome e plasmerà il mondo a sua immagine e somiglianza imponendo all’umanità i nuovi comandamenti, costringendola a essere felice e a vivere in pace e letizia, nei secoli dei secoli.



Recensione:


Inizio questa recensione dicendo che per me è stato molto difficile scriverla, il romanzo di Dario Vergari è sicuramente pieno di contenuti, ma sono così difficilmente espressi che al lettore non rimane quasi nulla del potenziale della trama del suo Revnion.


Ma andiamo con ordine.


Revnion rientra nel genere fantascienza sociologica, ovvero quel filone della fantascienza che raggruppa i romanzi che rientrano nella fantascienza ma sono più incentrati sulle scienze sociali rispetto alle scienze tecnologiche.
Per quanto concerne i due elementi peculiari di questo genere, ovvero la critica alla società e il lato tecnologico Revnion li possiede entrambi.
Infatti nel romanzo di Dario Vergari troviamo sia una grande critica alla nostra società sia la presenza della tecnologia incarnata nel DEVIL.


Per quel che riguarda la critica alla società ho trovato interessante la ciò che Dario Vergari racconta tramite la voce dei suoi protagonisti.
La critica mossa alla società è completa e riflessiva.
Le religioni, la politica, le nostre abitudini… Tutto è soggetto a distruzione e annullamento per porre le basi del nuovo credo.


Anche l’invenzione del DEVIL mi è piaciuta.
Il DEVIL è un congegno messo a punto da un gruppo di ragazzi che permette, tramite l’ausilio di onde sonore, di modificare la percezione della realtà di chi ne viene colpito.
E se inizialmente i protagonisti del romanzo, una Band di giovani capitanata da Drago Ozelot, lo usano per scopi più futili, una volta scoperta l’equazione chiamata ‘effetto God’, che consente di assoggettare la mente degli umani, i protagonisti si impegneranno nel trasformare gli umani in automi, infondendo loro una nuova pseudo-religione fondata su dei comandamenti di libertà, uguaglianza e giustizia.


Detto questo come si evince già in questa mia breve premessa il lettore deve aspettarsi di trovare in Revnion una storia complessa, difficile, carica di principi di politica, filosofia e teologia.
Lo stile è complesso.
Si tratta di una storia tinta di bianco e nero, in effetti più volte mi è sembrato di leggere la trama di un fumetto anni Novanta più che la trama di un romanzo.
La distanza esistente tra me e i protagonisti non mi ha concesso di immedesimarmi in nessuno di loro e nemmeno di prendermi a cuore la narrazione.
I nomi dei protagonisti sono complessi e difficili da ricordare. Da parte mia è stato necessario armarmi di Note-book per annotarmi tutti i loro nomi.
A volte sono utilizzati soprannomi che rendono ancora più complicato capire di chi si sta parlando, ad esempio è molto complessa la narrazione quando Dario Vergari descrive le vicende che avvengono alle varie famiglie soprannominate: famiglia ZZZ, famiglia YYY.


Nel complesso è una storia che non riesco a consigliare ad un pubblico vasto. La cerchia dei suoi lettori può essere ascritta agli amanti della fantascienza sociologica e che comunque cerchino una lettura impegnativa.


(Recensione a cura di Cristiana)


VALUTAZIONE



Dario Vergari

Dario Vergari, poliedrico artista pesarese, è da anni radicato nel territorio a nord di Milano.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: