Prima di morire Book Cover Prima di morire
Alberto Beruffi
Thriller
Newton Compton
20 agosto 2020
cartaceo, ebook
416

Prima di morire
Durante il Carnevale, una donna viene trovata senza vita sul bordo di uno dei canali di Venezia. Due mesi dopo, una professoressa si suicida pugnalandosi al petto nel cortile di Giulietta a Verona. A una prima analisi le due morti sembrano non avere nulla in comune, ma quando un uomo viene ucciso nella Camera degli Sposi a Mantova, l'ispettore Marco Pioggia inizia a temere che si tratti dell'opera di un serial killer. Una mente spietata che pianifica gli omicidi scegliendo modalità e luoghi legati alle tragedie di Shakespeare, e che lascia come firma un cammeo con incisa una maschera. Affiancato dall'agente scelto Greta Vivaldi, Pioggia intraprende un viaggio attraverso segreti nascosti e abusi dimenticati, che lo porterà ad affrontare un assassino determinato e sfuggente. E ancora una volta dovrà decidere se oltrepassare la linea sottile che separa la legge dalla giustizia. La verità, a volte, è sepolta nel passato...

Prima di morire

La resa dei conti arriva per tutti, prima o poi.

 

Oggi vi parlo di un nuovo thriller , uscito da poco nelle librerie, Prima di morire di Alberto Beruffi, già noto per “Una ragazza cattiva”.

 

Protagonista, come nel suo precedente thriller, è Marco Pioggia, ispettore enigmatico e tormentato, con un passato traumatico e difficile. Un personaggio a cui ci si affeziona e che coinvolge il lettore nelle sue vicende facendo scaturire la voglia di capire i suoi dolori e i suoi segreti.

Lo scrittore coinvolge nella sua storia fin dalle prime pagine. Riesce a catturare l’attenzione immediatamente perché rende chi legge partecipe degli eventi. È capace di far vivere al lettore le emozioni e le sensazioni che ogni personaggio prova nelle varie situazioni della storia. Tratta un tema molto forte, ma lo fa con una grande sensibilità non scendendo in particolari che avrebbero potuto sconvolgere alcuni lettori. Un tema che narra fatti che  ad alcuni potranno sembrare solo frutto di una vivida immaginazione, ma che probabilmente a qualcuno questi fatti sono accaduti veramente.

È un libro molto dinamico, ricco di personaggi che si alternano. Molto bravo nel modo di scrivere: uno stile sicuramente scorrevole e semplice da leggere, ma allo stesso tempo ricercato ed accurato. Ho trovato geniale l’idea di mescolare le tragedie del teatro alla vita quotidiana dei personaggi e ciò rende questo thriller diverso da tutti gli altri. C’è una ricerca, uno studio dietro questo lavoro di Alberto Beruffi. E questo fa aumentare i punti a favore di “Prima di morire”. Grazie a questi riferimenti alla letteratura potrebbe nascere l’interesse dei lettori verso gli autori del passato. Ma anche la voglia di scoprire quei luoghi di cui l’autore parla. Luoghi affascinanti, storici e che sembrano essere avvolti da un alone di mistero.

  ” La ragnatela della nostra          vita è un intreccio di fili                   buoni e cattivi ”           Shakespeare.

Leggendo questo thriller sembra di percorrere le stradine di Venezia, di calcare il palcoscenico di un teatro, di scoprire le bellezze dei resti di Pompei. Quindi sembra di leggere un libro nel libro. Non solo un thriller con i suoi omicidi, i suoi misteri, i suoi enigmi da risolvere ma anche un romanzo che gira intorno al mondo del teatro. Ed è proprio la passione per il teatro che spinge i personaggi di questo thriller a compiere alcune azioni. Ci ritroviamo pian piano a scoprire da dove e perché scaturisce tutto quel male. Scopriamo che non tutto e non sempre il male è dine a se stesso. I delitti compiuti sono sicuramente sbagliati ma ci si renderà conto che dietro ad ogni azione c’è un motivo per cui i personaggi agiscono in quel modo. Motivo  che farà comprendere un po’ di più la situazione.

E capisci che il bene e il male spesso sono due facce della stessa medaglia.

Proprio come nel teatro: la maschera della tragedia e quella della commedia. Il pianto e la risata. L’odio e l’amore. Il bene e il male.

” L’inferno è vuoto e

       tutti i diavoli sono qui “

Vi lascio con il consiglio di leggere “Prima di morire” perché vi affascinerà, vi coinvolgerà, vi emozionerà, vi farà venire voglia di legger, se non lo aveste ancora fatto, anche il thriller precedente “Una cattiva ragazza” e vi porterà a sperare che Alberto Beruffi torni presto a narrare una nuova vicenda dell’ispettore Marco Pioggia.

Buona lettura

Alberto Beruffi

Esperto di informatica e appassiona­to di giochi di ruolo, è nato a Castel Goffredo, in provincia di Mantova. Gandalf, Hari Seldon e Sherlock Hol­mes gli hanno instillato, fin da ragaz­zo, la passione per la scrittura; Va­sco Rossi e i Depeche Mode quella per la musica. La Newton Compton ha pubblicato Una ragazza cattiva Prima di morire.

 

 

Scritto da:

Barbara Recupito

Sono sposata dal 2002 ed ho 2 figli. Sono una casalinga con la passione della lettura. Leggo di tutto ma adoro i thriller e i libri che raccontano la vita.