Libri,  Romanzo Rosa

Recensione: PER UNA VOLTA ANCORA di Silvia Maira

PER UNA VOLTA ANCORA Book Cover PER UNA VOLTA ANCORA
Silvia Maira
Romanzo Rosa
Self Publishing
30 giugno 2017
ebook, cartaceo
349

Aida vive una vita tranquilla. Tre figli, una nuova casa e Johnny, suo marito, l’uomo che ha sposato per amore. Le giornate trascorrono veloci alle prese con la quotidianità. Tra i bambini, la scuola, gli impegni di lavoro e le bollette da pagare, Johnny e Aida hanno poco tempo a loro disposizione.
Finché un giorno accade qualcosa di imprevedibile che metterà in discussione la loro vita, facendo affiorare problemi che covavano sotto la cenere.
Aida si ritroverà a dover fare una scelta importante come madre e come donna, a lottare contro se stessa e i suoi sentimenti.
Johnny riuscirà a capire e ad accettare le sue scelte?
A complicare la situazione, il passato farà ritorno e Aida si ritroverà faccia a faccia con Ruggero, l’uomo che ha amato e che ha relegato nell’angolo più remoto del suo cuore.
A due anni dall’uscita di Un cuore a metà, i protagonisti si ritroveranno a confrontarsi in una nuova e avvincente storia ricca di colpi di scena con un finale emozionante e imprevedibile.

“Non ti ho amato per noia o per solitudine o per capriccio. Ti ho amato perché il desiderio di te era più forte di qualsiasi felicità”

Come si fa a dire no ad un amore così travolgente e passionale eppure anni prima Aida mise fine alla storia d’amore con Ruggero.

Aida ora è una donna sposata con Johnny madre di tre figli, all’apparenza una famiglia felice ma la nascita di Clara, purtroppo cieca, crea parecchi problemi ad Aida e Johnny e nessuno dei due compie passi avanti per risolvere i loro dissidi.

Ruggero è accompagnato a Lidia una donna bella, affascinante, sofisticata, elegante ma non è Aida. Aida era l’amore, la passione, la promessa sposa… non l’aveva mai dimenticata.

Ad un certo punto della tua vita o hai ciò che vuoi o i motivi per cui non l’hai”

Un giorno, in un centro commerciale, Aida con i suoi bambini incontra o meglio si scontra con Ruggero. Ancora una volta la vita li mette di fronte alle loro scelte passate. Aida racconterà la sua vita e le sue angosce a Ruggero che si dimostrerà come  l’uomo che l’ha sempre amata nonostante tutto.

Si sono sempre appartenuti pur abitando e vivendo in mondi diversi, trent’anni di differenza, ma si amavano.

Guardava quella piccolina che l’avevo conquistato. La sua storia l’aveva commosso e se la sua condizione economica poteva contribuire a cambiare le sue sorti, lui poteva dirsi soddisfatto della sua vita e di ciò che aveva realizzato”

Ruggero aiuterà in tutto e per tutto Aida pur scontrandosi con Johnny che ovviamente non vuole il suo aiuto e che soprattutto ha paura per il suo matrimonio che lo vede vacillare anche a causa del suo tradimento. Dopo varie vicissitudini un finale quanto mai inatteso farà capire al lettore che la vita è piena di sorprese belle e brutte e sta a noi coglierne l’essenza per viverla in modo totale.

Questo romanzo scorrevole, mai noioso, una lettura veloce che però ti trascina al centro della storia insieme ai protagonisti descritti in maniera perfetta tanto da percepire i loro sentimenti, e il loro stato d’animo.

E’ si una storia d’amore ma è anche una riflessione sulle conseguenze che nascono quando in famiglia c’è un problema,  come la famiglia riesce ad affrontare lo scoglio che si è venuto a creare,  le ripercussioni che potrà portare prima ai genitori,  poi alle persone che unite sono una forza ma divise si sentono sole ad affrontare il mondo. Inoltre ci fa ragionare anche su un ulteriore problema che ai giorni nostri sembra sempre molto attuale, l’enorme differenza di età tra Aida e Ruggero. Non è mai semplice un divario cosi eclatante ma ci fa comunque capire che l’amore va oltre…

 

 

Silvia Maira vive a Marsala, città della Sicilia occidentale, dove ha studiato e conseguito la maturità classica. Si definisce scrittrice per passione di narrativa romance contemporanea. Ha esordito con Un cuore a metà e con lo spin off “Quel sottile legame del cuore” ed. Lettere Animate nel 2015. Al primo libro hanno fatto seguito altri quattro romanzi. La sua voglia di cimentarsi in qualcosa di nuovo l’ha portata ad esordire come autrice teatrale con la commedia in lingua dialettale “A schifiu finiu” portata sul palco nel giugno del 2018 dall’Associazione culturale Smile.

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Un commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: