Libri,  Thriller

Recensione: ” Non ti lascerò” di Chevy Stevens, Fazi editore

Non ti lascerò Book Cover Non ti lascerò
Darkside
Chevy Stevens
Thriller
Fazi Editore
18 aprile 2019
ebook, kindle, cartaceo
363

Non ti lascerò
Un uomo molto attraente che ti porta in vacanza in un resort di lusso: il mare cristallino, la spiaggia bianchissima, un luogo paradisiaco. Un sogno, per Lindsey. Almeno in apparenza. Nella realtà, il matrimonio di Lindsey è un incubo. Andrew è un uomo morboso: qualunque gesto della moglie, anche involontario, può scatenare la sua rabbiosa gelosia e farlo diventare violento. Beve molto e ha minacciato di ucciderla, se scappa. Una notte, Lindsey riesce finalmente a fuggire portando con sé la figlia. Non torneranno più. Il marito verrà arrestato in seguito a un incidente e per lei e la bambina inizierà un periodo di pace. Undici anni dopo, Lindsey è una piccola imprenditrice, e la sua vita e quella della figlia adolescente scorrono tranquille in una nuova città. Lei frequenta un gruppo di sostegno e ha un nuovo fidanzato, Greg, che la ama più di quanto lo ami lei. Fino a quando Andrew non viene scarcerato e cominciano ad accadere cose strane, una serie di incidenti sempre più misteriosi. Lei e Sophie sono nei guai o si sta solo suggestionando? È Andrew che vuole fargliela pagare per ogni giorno trascorso dietro le sbarre? È tornato per mantenere la sua promessa? D'altronde, chi altro potrebbe essere...?

Non ti lascerò

Un amore fatto di passione ma finito per essere un’ossessione

L’autrice, Chevy Stevens, già nota per i primi suoi due thriller “Scomparsa” e “Il passato di Sara”, con “Ti lascerò” racconta una storia che non è molto lontana da quelle che sentiamo nelle cronache degli ultimi anni. Una storia di vita quotidiana di una famiglia “normale”, anzi speciale agli occhi degli altri ma che tra le mura domestiche nasconde ben altra verità.

Soffocai le lacrime. Mia figlia trovava già delle giustificazioni per lui. Lo aveva imparato da me, me ne resi conto all’ improvviso. Aveva imparato a perdonarlo. Non aveva nemmeno sei anni. “

Una vita fatta di violenze, non solo fisiche, ma anche psicologiche. Violenze che porteranno la protagonista a fare delle scelte, giuste o sbagliate, che cambieranno i destini di tante persone  loro malgrado, coinvolte.

“Sophie mi parlava dell’effetto farfalla, di come una piccola decisione può cambiare tutto. Mi ha chiesto se ho dei rimpianti.                                                                                              “E li hai? ”[…]                                                                                                                   “Non ha importanza, non si può tornare indietro nel tempo”

Lindsey e Sophie, rispettivamente madre e figlia, protagoniste di questo thriller sono così ben delineate in ogni aspetto dall’autrice che le rende quasi reali. I due personaggi si alternano nel raccontare in prima persona la storia della loro vita. Infatti il romanzo è strutturato tra il prima e il dopo, tra passato e presente, tra i ricordi di Lindsey e quelli di Sophie, tra la vita della madre e quella della figlia.

” Come posso tirarmi fuori da questa situazione? Non ho una carta di credito né un conto in banca. È tutto a suo nome. Sono in trappola.”

La Stevens ha saputo ben raccontare le varie vicissitudini dell’intera famiglia, composta da Linsdey, Sophie e Andrew. Quest’ultimo è il fulcro intorno al quale ruota tutto il romanzo. Il perno principale dell’intera vicenda. Il motivo per cui tutto ha inizio e , forse, ha fine.

” Era in casa mia, nella mia stramaledetta casa. Probabilmente mi sorveglia di continuo. Sa di Greg. “

Nel descrivere l’ossessione di Andrew per la moglie l’autrice è molto centrata senza però essere mai troppo cruda.

” <<Tu ti sogni le cose>>, dissi. Fu come se il suo intero volto si sgretolasse e poi si ricomponesse con le sembianze di un altro. Il vero Andrew. L’uomo che nessuno vedeva eccetto me. “

Nonostante ciò riesce a far ben capire le varie situazioni, i vari comportamenti, i futili motivi, le angoscianti paure di tutti i personaggi. Ma fra tanta negatività c’è anche un aspetto positivo. L’amore, quello vero, quello puro, quello buono, esiste. E le protagoniste ne ricevono tanto in quanto sono circondate da persone che con il loro aiuto riescono a farle ricominciare a vivere.

” << E’ come se stessi andando alla deriva da anni e adesso avessi finalmente trovato un posto dove approdare. Non voglio perderti mai>> “

La trama è accattivante: i suoi intrecci intriganti, pur essendo tanti, non confondono il lettore ma lo appassionano e i molti colpi di scena mantengono viva l’attenzione e la suspense.

La scrittura dell’autrice è scorrevole, semplice ma ricca di descrizioni e porta il lettore a restare incollato al libro curioso di scoprire come andrà a finire.

Altra grande capacità dell’autrice è quella di non essere mai scontata. Quando tutto sembra andare in un modo ecco qualcosa che scompiglia tutto. Niente è ovvio. Tutto è possibile. Niente è prevedibile. Soprattutto il finale, che mi ha molto sorpresa.

Ciò che  mi ha fatto amare particolarmente questo thriller è il tema principale. Da sempre sono dalla parte dei più deboli, ovviamente. In questo caso il debole è una donna e le violenze descritte in questo romanzo mi hanno suscitato tantissima rabbia.

Possiamo quindi ricavare da questa lettura tanti insegnamenti. Quello principale è: Chi ti ama  non ti picchia. Chi ti ama ti rispetta.

E allora il mio consiglio è per tutti gli appassionati del thriller: leggete ” Non ti lascerò “ perché non vi deluderà. Ma vorrei consigliarlo anche a quegli uomini che ritengono che la propria donna sia di loro esclusiva proprietà.

Buona lettura

 

 

Chevy Stevens


Canadese, vive nell’isola di Vancouver, nella Columbia Britannica. È autrice di numerosi thriller di successo. Il suo primo romanzo, Scomparsa(Fazi Editore, 2011), è stato un bestseller internazionale.

Sono sposata dal 2002 ed ho 2 figli. Sono una casalinga con la passione della lettura. Leggo di tutto ma adoro i thriller e i libri che raccontano la vita.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: