Libri,  New adult,  Romanzo Rosa

Recensione: “Non lasciarmi andare” di Melissa Pratelli, Dark Zone

Non lasciarmi andare Book Cover Non lasciarmi andare
Stronger
Melissa Pratelli
Romanzo rosa
Dark Zone Editori
9 maggio 2019
eBook e Cartaceo

Sono passati due mesi da quando Aidan se n’è andato e guardare avanti non è mai sembrato così difficile. Eppure, Lia ce la sta mettendo tutta per rimettere insieme i pezzi, grazie anche all’aiuto di Connor, un ragazzo dolce e premuroso che ha un debole per lei ormai da tempo.

Lasciare alle spalle i propri sentimenti, però, non è semplice, soprattutto quando è proprio il fratello di Aidan il nuovo coinquilino di Ceci e Lia.

Aidan ha chiuso definitivamente con la sua vecchia vita. La sua quotidianità, ora, è fatta solo di responsabilità. La decisione che ha dovuto prendere mesi prima continua a pesare sul suo cuore a pezzi e ciò che prova per Lia non sembra affievolirsi, anzi, è più forte che mai. Ma quale alternativa aveva se non quella di sparire dalla sua vita? Tuttavia, le sue sicurezze cominciano a vacillare nel momento in cui lui e Amelia si trovano di nuovo l’uno di fronte all’altra.

Anche se le nostre scelte sembrano quelle giuste, a volte non si può smettere di amare.

A volte, semplicemente, non ci si si può lasciar andare.

 

“Volevo che mi odiassi, così sarebbe stato più facile per me andare via. Non sarei stato capace di respingerti, se tu avessi insistito con me. Sapevo invece che con quelle parole ti avrei ferita, che ti avrei fatto schifo e che mi avresti mandato a fare in culo.”

 

Melissa Pratelli, lo scorso anno, ci aveva lasciato in trepidante aspettativa del proseguo della meravigliosa storia tra Lia e Aiden regalandoci, in “È tutto qui”, un finale inaspettato e direi “shockante”.
Ora l’attesa è finalmente finita!
In  “Non lasciarmi andare” ritroviamo tutti i personaggi che abbiamo conosciuto nel precedente libro, oltre a qualche new entry.
Naturalmente Melissa ci delizia della loro descrizione con attenti dettagli in modo da poter, per le vecchie amicizie, approfondire la conoscenza, mentre per le novità decidere se odiarli o se catalogarli tra i buoni.

«Non so nemmeno cosa dire.» «Non dire niente» sospirai, tirando di nuovo il suo viso davanti al mio. «Amami e basta. Con le tue mani, con la tua bocca, con i tuoi occhi. Amami.»

I protagonisti sono maturati, il “pasticcio” che li ha travolti ha scombussolato totalmente le loro vite, sconvolgendo tutto quello avevano creato quasi come un tornado improvviso.
Lia: sedotta e illusa, cerca di rialzarsi nonostante la nuova enorme perdita che l’ha coinvolta.
Cecilia, la sua adorabile sorella, la incita e sostiene, cercando nel contempo di nascondere la sua delusione verso il becero comportamento di Aidan, il suo ex migliore amico.

“Lei singhiozzò e scosse la testa. «Non sta bene. Tu non l’hai vista in faccia, Dan. L’ho delusa, l’abbiamo delusa entrambi.”

 

 

Aidan: vittima di un brutto scherzo della sorte che prima gli regala un sogno e poi, come se il destino trovasse divertente dare per poi togliere, viene catapultato in un incubo che lo distrugge, quasi lo annienta ma a cui cerca di dare un senso anche se, citando Vasco, “un senso non ce l’ha”.

Due cuori infranti, due vite “interrotte” che dovranno trovare il coraggio per ricostruire il loro puzzle.

 

«tu sei la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l’ultima quando vado a dormire, sei dentro di me persino quando non sono cosciente.»

Tra colpi di scena e battibecchi, i nostri eroi proveranno a rimettersi i piedi e tenteranno di affrontare quanto il fato o meglio le Parche hanno deciso per loro.
Ogni pagina coinvolge il lettore donandogli emozioni antitetiche, costringendolo a trattenere il respiro, in un crescendo tachicardico fino alla fine quando….

Un romanzo da leggere tutto d’un fiato, dove non mancheranno arrabbiature, lacrime, risate ma soprattutto dove potrete incontrare “unicorni che saltellano sugli arcobaleni”.

«Dammi un limite» supplicò, «dimmi dove posso arrivare. Non voglio andare troppo oltre. Non posso fare passi falsi con te.»

 

 

Melissa Pratelli è nata a Pesaro, sulla riviera Adriatica. Dopo aver frequentato il liceo linguistico nella sua città, si è laureata presso la facoltà di lingue e letterature straniere di Urbino, perseguendo la sua passione per le lingue. Sin dalla tenera età, ha amato i libri e la lettura e la sensazione travolgente di perdersi dentro nuovi mondi e nuove storie.
Amante del genere fantasy, esordisce nel 2011 con il primo volume di una saga urban fantasy intitolato “I Figli di Danu: Il Richiamo”.
Altro romanzo pubblicato, appartenente a un altro genere che ama, il romance, è “Ancora un po’ di Charlie”, edito DZ edizioni.

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.

Un commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: