Libri,  Romanzo

Recensione: “Nel nome” di Alessandra Zaccuri edito da NNE

Nel nome Book Cover Nel nome
CroceVia
Alessandro Zaccuri
Romanzo
NNE
16 maggio 2019
Kindle cartaceo
163

Nel nome
Maria è un nome segreto, un gioiello fuori dal tempo. Mettersi sulle tracce di un nome è sempre un'avventura, non esistono mappe né percorsi prestabiliti. Alessandro Zaccuri inizia questo viaggio da solo, punta il suo compasso sulle Marie dei Vangeli e da lì si muove per scrivere la sua preghiera del nome. Parte da una Maria ragazza senza volto, che balla su una pubblicità degli anni Ottanta, si ritrova con la madre sorridente e sofferente, e passando da Giulietta incontra la Maria di West Side Story, incrocia Borges, Giotto, Lippo e poi Kurtz e Achab, per arrivare infine alla Marie di Le Corbusier sulle vetrate della Notre-Dame-du-Haut. E mentre invoca e ripete questo nome, vive il dubbio, lotta contro i sette demoni e dissemina il suo rosario in luoghi imprevedibili, trasformando il suo e nostro viaggio in una benedizione, invisibile e leggera.

Nel nome

Maria è un nome e tutto di Maria è nel nome.

 

 

Il romanzo “Nel nome” di Alessandro Zaccuri è stato per me una scoperta meravigliosa. Ho avuto il piacere immenso di ricevere il cartaceo e me ne sono innamorata appena l’ho visto. Già dalla copertina ho capito che nelle sue pagine era nascosto un piccolo (solo per le dimensioni) capolavoro. Bellissima l’immagine della donna raffigurata, accattivanti i colori e i disegni usati.

Alessandro Zaccuri con la sua scrittura scorrevole ma ricercata riesce nel suo racconto a coinvolgere e incuriosire il lettore. Egli inizia parlando di una ragazza senza volto di una pubblicità, identificandola come una Maria e poi continua col parlare di tanta altre Marie. Tra tutte le vere o presunte Marie, ritroviamo anche sua madre di cui racconta vari aneddoti, alcuni gioiosi e altri molto tristi.

“Maria – la mia Maria- ballava e io avrei voluto che mia madre tornasse a ballare”

Fulcro principale del romanzo, però, è Maria, madre di Gesù e per questo troviamo un intreccio tra episodi della vita di Gesù e episodi della vita dell’autore.

“Nella famiglia di mia madre, come in tante famiglie italiane, Maria era un nome segreto”

Ho molto apprezzato il modo semplice con cui l’autore analizza passi dei Vangeli in cui compaiono varie Marie che fanno parte della vita di Gesù. Si capisce che dietro questo libro c’è un notevole lavoro dell’autore fatto di ricerche minuziose ed indagini approfondite.

“Il nome di Maria, il nome Maria. Che cosa sto cercando veramente?”

Ma la sua capacità più ammirevole è stata quella di non far risultare noioso e complicato un argomento che poteva esserlo, anzi lo ha reso, per me, così interessante e facile da farmi nascere il desiderio e la curiosità di approfondire i temi che ha trattato in questo suo romanzo.

“Cercavo una cura, un presagio.

Cercavo un nome, perché è sempre un nome che si cerca.

E un volto che gli corrisponda”

Lo consiglio calorosamente ai curiosi, a chi ha voglia di scoprire, a chi non si ferma davanti all’evidenza, a chi vuole andare oltre.

Buona lettura

 

 

Alessandro Zaccuri (La Spezia1963) è uno scrittoregiornalista e blogger italiano. Si è trasferito a Milano nel 1972. Laureato in lettere classiche (con tesi in filologia medievale e umanistica) all’Università Cattolica, collabora all’Avvenire e ai periodici Lo Straniero e Letture. Iscritto all’ordine dei giornalisti dal 1988, è giornalista professionista[1]. Docente in vari corsi alla Cattolica di Milano e all’università degli Studi Carlo Bo di Urbino[2], ha condotto Il Grande Talk per SaT2000[3] tra il 2005 e il 2011[4]. Ha ideato il festival letterario “Scrivere sui margini”[5]. È autore di romanzi e saggi di critica letteraria e curatore di opere di scrittori quali Elio FioreCamillo SbarbaroRay BradburyAndré Malraux.

Sono sposata dal 2002 ed ho 2 figli. Sono una casalinga con la passione della lettura. Leggo di tutto ma adoro i thriller e i libri che raccontano la vita.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: