Humor/chick-lit,  Libri,  Recensioni,  Romanzo Rosa

Recensione: “Mia suocera è un mostro” di Valentina Vanzini, Newton Compton Editori

Mia suocera è un mostro Book Cover Mia suocera è un mostro
Valentina Vanzini
Chick lit, romanzo rosa
Newton Compton Editori
2 luglio 2020
Kindle
203

Lexie non vede l’ora di conoscere la mamma del suo fidanzato italiano…
Lexie Woods è una fashion victim e vive a New York, lavora come giornalista per una rivista di tendenze e si muove con disinvoltura tra inaugurazioni e feste esclusive. Potrebbe sembrare una vita perfetta se non fosse che le sue relazioni sentimentali sono un vero disastro. Ecco perché, quando incontra Mr Perfect, un bellissimo giovane italiano emigrato di successo, è disposta a tutto pur di far funzionare le cose. Persino partire senza preavviso alla volta della Sicilia, per conoscere quella che, se tutto andasse secondo i piani, potrebbe diventare presto la sua adorabile suocera. Non è forse vero che per conquistare il cuore di un uomo bisogna piacere a sua madre? Quello che Lexie non sa è che la donna che la aspetta oltreoceano non è la dolce mamma italiana che aveva immaginato, tutta preghiere, manicaretti e complimenti, ma una perfida manipolatrice determinata a ostacolare il loro, eventuale, matrimonio… Tra segreti di famiglia, una ex agguerrita e un futuro cognato decisamente irritante, Lexie dovrà schivare la potenziale catastrofe e dimostrare di aver diritto al suo romantico futuro.

“Se fossimo in un film dell’orrore mia suocera sarebbe perfetta per il ruolo di strega cattiva. Peccato che questo non è un film e che quella che sta cercando di uccidere sono io.”

Quello della suocera resta un argomento “pesante” nella vita di molte coppie, sia sposate che non.
Diffusissimo nella realtà, come nel mondo del cinema e della letteratura, è il cliché che identifica la suocera come una donna rompiscatole e indisponente: chi non ricorda la tremenda Viola Fields di “Quel mostro di suocera” (film che adoro).
Una delle cause di questa ideologia, secondo alcuni, è nell’immaturità dei figli, che dipendono dai genitori, ma soprattutto dalla mamma, quasi avessero paura di staccarsi dalla famiglia di origine.

 

“Buongiorno cara!”, esclama e senza attendere la risposta piomba nel bagno e inizia a frugare fra le portine del mobile, incurante del fatto che io sia sul water con le mutande abbassate.”

 

 

Come per il film da me citato, anche in questo romanzo si parte dal luogo comune di suocera uguale arpia.
La protagonista, Lexie, un tipino abbastanza strano già di suo, innamorata alla follia del suo Mr Perfect, come lo ha soprannominato, si troverà a combattere, nel vero senso del termine, contro una donna che incarna lo stereotipo della suocera, rompiballe e strega, che farà di tutto per mettere i bastoni fra le ruote ai due innamorati.
Mr Perfect, Giacomo, è il classico uomo del sud, bello, dolce ma attaccato alle sottane di mamma!

“Sappi che qui non si accettano certi comportamenti da…”, tentenna cercando la parola giusta, “da città!”, esclama poi. “Questa è una casa rispettabile. Qui siamo al Sud, in Italia. E comanda la mamma!”

La povera Lexie dovrà battersi, e non solo a parole, per raggiungere il suo obiettivo: sposarsi. Ma la suocera, che di primo acchito potrebbe sembrare una innocua signora di mezza età, si dimostrerà agguerrita e piena di ingegno. Tra colpi bassi, litigi, scene degne del miglior film comico e tante risate si arriverà ad un finale che vi lascerà basiti ma soddisfatti.
Ho adorato, oltre alla protagonista, Ruby e Trixie, due “amiche” di Lexie, molto sopra le righe, e nonna Onofria, che purtroppo appare solo in due veloci camei.
Alcuni personaggi, che inizialmente sono piacevoli, vi faranno cambiare opinione nel proseguo della lettura ma anche in questo caso non è tutto vero quel che sembra.

Una lettura piacevole, divertente e leggera. Da far leggere a vostra suocera, se avete un buon rapporto con lei, dicendole: per fortuna che io ho incontrato te e non Rosaria!”

“Ora siamo carne contro carne. Fiato e gemiti. E proprio in quel momento, nell’oscurità, una luce rischiara la notte. La cometa gigante transita sopra di noi, con una scia di luce dorata. Poi scompare. È il segno che aspettavo.”

 

 

 

Valentina Vanzini, classe 1987, è laureata in Educazione e Sistemi Editoriali all’Università di Tor Vergata. Da anni lavora sul web come editor in chief e copywriter, scrivendo e interessandosi di po’ di tutto. Nel 2016 ha pubblicato il romanzo “Quando l’amore fa scintille” nella collana Youfeel di Rizzoli, in seguito è uscito il romanzo “Mi sa tanto che ti amo” (e. EPub) e “Se mi baci non vale” (e. Butterfly).

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: