Libri,  Thriller

Recensione: L’ospite inatteso di Patricia Gibney. Newton Compton Editori

L'ospite inatteso Book Cover L'ospite inatteso
Patricia Gibney
Thriller
Newton Compton Editori
4 gennaio 2018
ebook
480

La detective Lottie Parker cerca un collegamento tra la morte di una donna assassinata in una cattedrale e quella di un uomo impiccato a un albero del suo giardino. Le vittime hanno infatti un passato oscuro in comune. Ma nel corso delle indagini Lottie vede man mano riaffiorare antichi dolori che ben conosce, e quello strano caso sembra iniziare a riguardarla personalmente. Solo muovendosi in fretta potrà fermare l'allungarsi della scia di sangue, ma andare fino in fondo potrebbe farle correre un pericolo terribile che la riguarda molto da vicino...

L’ospite inatteso un thriller da consigliare

Questo è il primo romanzo che vede come protagonista Lottie Parker, una detective con non pochi problemi personali, un lavoro che le prende la maggior parte del suo tempo, una famiglia che dopo la morte del marito è un po’ allo sbando e un segreto che si intreccerà ben presto al suo nuovo caso di omicidi.

Un thriller avvincente che, grazie anche allo stile dell’autrice, tiene il lettore concentrato e desideroso di continuare a leggere. Uno stile, quello di Patricia Gibney, ricco di dettagli e descrizioni  che catturano l’attenzione e fanno ben immaginare ciò che viene descritto.

In questo suo romanzo l’autrice ha messo anche un po’ della sua vita: come lei Lottie è vedova e come lei ha 3 figli.

La trama  si sviluppa in due archi temporali: il 1976 e il 2015. Alcuni flashback ci riportano indietro e fanno capire come e dove è iniziata tutta la vicenda. Ci ritroviamo davanti a scene così forti che fanno rabbrividire e arrabbiare, ma che fanno capire che il male è dappertutto, anche laddove non si crede possa esserci.

Tutto ha inizio il 31 gennaio 1976:

La buca non era profonda. Un sacchetto di farina avvolgeva il piccolo corpo. Tre faccine guardavano dalla finestra, gli occhi neri di terrore. Uno dei bambini disse: «Chi sarà il prossimo?» “

La forza che il personaggio di Lottie cerca di dimostrare sempre in ogni circostanza è solo apparente, infatti in molte occasioni vediamo le sue debolezze che le portano via anche la sua lucidità.

Ma se Lottie è la protagonista, ci sono altri personaggi che a vario titolo entrano nella storia. Personaggi di varia natura: buoni e cattivi. Ognuno di loro rende questo romanzo accattivante e travolgente. La trama è alquanto forte e sotto qualche aspetto abbastanza cruda. Ci riporta in situazioni orribili che sono state la causa di omicidi e corruzione.

L’ospite inatteso mi ha coinvolto particolarmente tanto da consigliarlo a chiunque abbia voglia di suspense ma anche di riflettere sul bene e sul male e da che parte stare.

Buona lettura.

 

Patricia Gibney

Patricia Gibney proviene dal cuore dell’Irlanda. Ha tre figli e, dopo la perdita del marito, ha cominciato a scrivere a scopo terapeutico. La sua passione è diventata un’occupazione a tempo pieno quando ha deciso di affiliarsi all’Irish Writers Centre e ha cominciato a fare sul serio. L’ospite inatteso è il primo libro di una serie incentrata sul personaggio di Lottie Parker.

 

 

 

 

Sono sposata dal 2002 ed ho 2 figli. Sono una casalinga con la passione della lettura. Leggo di tutto ma adoro i thriller e i libri che raccontano la vita.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: