Recensioni,  Romanzo Rosa

Recensione: “Le stagioni di Virgin River” di Robyn Carr, HarperCollins

Le stagioni di Virgin River Book Cover Le stagioni di Virgin River
Virgin River #4
Robyn Carr
romanzo rosa
HarperCollins
2021
cartaceo, ebook

Non è certo la determinazione che manca a Marcie Sullivan, decisa a incontrare Ian Buchanan, migliore amico del marito da poco scomparso. Ha bisogno di un confidente, di qualcuno che possa capirla davvero e starle accanto, ora che si avvicina il Natale. Sebbene Ian si sia trasformato in lupo solitario, Marcie non si scoraggia.

Sarà proprio il freddo, paradossalmente, a sciogliere il ghiaccio intorno al cuore di Ian…

 

Recensione di

Le stagioni di Virgin River

 

Virgin River non è soltanto una cittadina di poche migliaia di anime, ma rappresenta un porto sicuro quando non sai dove andare. È un ottimo posto dove poter crescere i propri figli, dove ricominciare a vivere dopo un brutto momento, dove poter trovare e ritrovare la voglia di farlo, quando invece vorresti soltanto sprofondare.

Virgin River, insomma, rappresenta la speranza di una nuova vita. Lo abbiamo appurato con Melanie e Jack, nel primo libro di questa saga; poi, con Mel e il suo dolore, dopo la perdita del marito, e di Jack che ha fatto breccia nel suo cuore, guarendola e facendole capire che il vero Amore può guarire da tutte le ferite.

Salutati per un po’ Mel e Jack, abbiamo scoperto come John, ex collega dei marines di Jack, ignaro dell’amore in tutte le sue forme, ha aiutato Paige, quando è fuggita da casa per colpa di un uomo violento. E lì l’Amore ha fatto il suo dovere ancora una volta.

Lo abbiamo visto anche con Mark, che ha scelto la cittadina di Virgin River come rifugio, dopo aver rischiato la morte dopo un conflitto a fuoco. Lì, a poco a poco, è rinato, senza mai aspettarsi che si sarebbe, poi, innamorato della sorella minore di Jack. Pur se la vicenda si è svolta lontano dalla bellissima cittadina, in cuor loro Virgin River è diventata lo stesso il nido dove ricominciare una nuova vita e lenire le sofferenze.

In tutte queste romantiche storie, i personaggi sono cresciuti sia caratterialmente che personalmente: li abbiamo visto migliorarsi e trasformarsi.

Perché la vita è anche questo.

Adesso, conosceremo più da vicino Marcie, rimasta vedova da poco, dopo che il marito è stato malato per molto tempo. Lei deve mantenere una promessa fatta alla memoria del suo amato marito: ritrovare il suo ex compagno di marines e consegnargli delle lettere. Lui è Ian, che ha deciso di relegarsi in una baita di montagna per dimenticare gli orrori della guerra e di quando era in missione in Iraq. Ha chiuso il suo cuore per sempre; pensa di non poter offrire più nulla a questo mondo; ha preferito la solitudine e l’allontanamento da tutti gli affetti, per vivere quel che resta della sua misera vita.

Fino a quando, durante una tempesta di neve, non si imbatte in Marcie: a causa di una leggera infreddatura della giovane, i due saranno costretti a vivere e convivere sotto lo stesso tetto per giorni.

Da quel momento tutto cambia in loro e il gelo del cuore di Ian si scioglie a poco a poco.

Ancora una volta l’esistenza più intima dei personaggi viene fuori magistralmente e, pagina dopo pagina, comprendiamo quanto possa essere intenso il dolore provato, in tutte le sue sfumature. Il tutto con uno stile leggero e piacevole… oserei dire tanto romantico quanto la trama narrata.

Questa storia ci fa comprendere quanto l’amore sia una forza dirompente che guarisce chi soffre, dà pace al cuore e alla mente e risana ogni ferita. Il cambiamento che maturerà nei cuori di Marcie e Ian sarà capace di emozionarvi!

Cosa avreste fatto al posto di Marcie pur di mantenere una promessa?

 

L’autrice

Robyn Carr non ha mai avuto intenzione di diventare una scrittrice. Dopo aver studiato infemieristica all’università, ha sposato il suo fidanzatino del liceo poco prima che partisse per l’ US Air Force come pilota di elicotteri durante la guerra del Vietnam

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: