Le geometrie imperfette dell'amore Book Cover Le geometrie imperfette dell'amore
Francesca Borrione
Romanzo rosa
PubMe
5 giugno 2020
cartaceo, ebook
73

La storia narra l’incontro di Stella e Harley in luogo incantato: la città sul lago. Stella ha un legame con questo posto: ogni anno si reca per incontrare Scott, il suo grande, amore segreto.

Ma, quella volta, lui non si presenta e cosi Stella si ritrova a vagare da sola, come se fosse in attesa. Harley è un attore di teatro in tour in città con la sua compagnia. Se Harley è in cerca di riscatto, Stella è in cerca di una ragione. I due sono anime tormentate. Destinate a illuminare l’uno il buio dell’altra.

“«Il tuo Scott quando arriva?» chiese Linda.
Stella trasalì. Non era abituata a parlare di lui. La loro era una storia clandestina vissuta tra ombre e silenzi, un amore colpevole che Stella subiva cinquantuno settimane l’anno, come una tragedia senza spettatori. Era un dolore lancinante e costante, che non si placava mai”

 

Stella è l’altra donna, è quella che si accontenta delle briciole, degli attimi rubati alla quotidianità e alla routine della vita familiare.

Stella è l’amante. L’amante di Scott. Donna Amante Mia - Umberto Tozzi - YouTube

Stella che aspetta il suo turno per amare il suo uomo. Stella che aspetta quell’unica settimana all’anno in cui Scott è suo, solamente suo.

La vita di Stella è attesa, attesa di quell’unica settimana, in quell’unico luogo in cui lei è la donna di Scott, in cui lei, finalmente, vive!

E cosa fare, se in quell’unica settimana, in quel magico scenario sul lago, quell’anno Scott non si presenta?

Nonostante lei sappia che quest’anno lui non ci sarà, non rinuncia alla sua unica settimana in cui è la donna di Scott, così si presenta al solito albergo con un piano ben preciso.

Si sa però che la vita non segue i nostri piani e così il destino le farà incontrare un altro uomo, perso quanto lei, Harley.

Harley è un brillante attore di teatro, a cui la vita però ha riservato solo delusioni, per questo motivo annega i suoi pensieri nell’alcool.

“Un urlo d’amore aveva scosso quell’anima debole e incerta, così ottenebrata dalla colpa da decidere che non valesse la pena di sopravvivere al dolore”

 

Commento personale

La storia si narra nell’arco di pochi giorni, durante i quali facciamo un salto introspettivo nei sentimenti di Stella e Harley.

Come l'amore si riflette in modo diverso nel cervello di uomini e donne - greenMeL’autrice ci racconta la tristezza di Stella, la sua dolce rassegnazione, il silenzioso e discreto dolore di chi crede di non aver nessun diritto di soffrire per un uomo che non gli appartiene.

Una rassegnazione diversa è quella di Harley, che fa i conti con il suo talento, consapevole di essere destinato ad essere l’attore non protagonista nel teatro  e nella vita.

 

“Tutto segue un ordine. Solo agli uomini non è dato conoscerlo che col cuore ed è per questo che ogni vita ha una sua geometrica, magica perfezione”.

 

La trama del romanzo non brilla di certo per originalità e i personaggi sono quelli tipici di un romanzo rosa. Fin dall’inizio sappiamo che possiamo fidarci dell’autrice e che il lieto fine è dietro l’angolo.

Il romanzo è di facile lettura e mi sento di consigliarlo a chi ama questo genere.

Lo stile narrativo è abbastanza scorrevole, anche se non ho amato molto l’uso cospicuo di metafore, spesso banali e scontate.

Sembra chiaro che non amo particolarmente il genere rosa e i romanzi scontati,  ma ho apprezzato questo, raccontato a bassa voce, sussurrato oserei dire.

Entriamo in punta di piedi nella sofferenza di Maria, così come fa anche Harley. E in punta di piedi ne usciamo: li lasciamo lì, sul molo, a decidere di ricominciare a vivere.

Lo scopo dell’autrice non è solo raccontare una storia d’amore, ma mostrarci i sentimenti che portano a gesti estremi, quelli in cui sei talmente immerso che la bellezza non la vedi… ma c’è.  Basta alzare lo sguardo!

A voi è mai capitato di sentirvi persi? Di sentire di non avere più motivo di vivere?

E’strano come nei momenti di buio ci sembri totalmente assurda la possibilità che un giorno torneremo ancora a sorridere.

Eppure succede!

In che modo avete superato una grossa delusione?