Le età infelici Book Cover Le età infelici
Emersioni
Sara Sajeva
Narrativa
Castelvecchi
16 luglio 2018
cartaceo
102

Le età infelici
Sara è alle prese con uno dei più contorti e ambigui periodi della vita: l’adolescenza. Perennemente insoddisfatta, si muove con ironia e anticonformismo nella banalità del quotidiano. Le frustrazioni, le speranze, le illusioni e le delusioni che scandiscono il ritmo delle sue giornate, si trasformano nel mondo di Sara in travolgenti e divertenti avventure esistenziali. Quando arriva l’amore, un ragazzo di nome Romeo, la nebbia si alza e riesce finalmente a vedere tutti i colori del mondo, a metterli su tela, assecondando la sua vera passione, la pittura, e soprattutto ad amare se stessa.

Le età infelici

“Io mi sono sempre sentita diversa”

Il libro che ho appena concluso “Le età infelici” è il romanzo di esordio di Sara Sajeva. Protagonista di questo romanzo è Sara, una ragazza nel pieno dell’adolescenza che racconta se stessa e ciò che le accade.

Ognuno di noi sa che l’adolescenza è una fase della vita particolare ed è proprio ciò che descrive la scrittrice. Nell’adolescenza ogni giorno è diverso da un altro. Si passa da un’emozione all’altra velocemente e facilmente. Un giorno si è felici, un giorno si è tristi. Ancor di più nella stessa giornata si può piangere a dirotto e ridere a crepapelle. Ed è proprio quello che succede a Sara, la protagonista di questo romanzo.

 

” Il mio disordine è esasperante, il mio dolore è insoddisfatto, le mie mani sempre pronte a rialzarvi. Le vostre mani indolenti nelle vostre tasche al sicuro.Io rannicchiata sull’uscio del mondo,attendo che qualcuno mi distolga dai miei sciagurati pensieri e mi doni il giusto colore per completare le sfumature ingrigite della mia vita mono tono. “

La scrittrice scrive “L’età infelici” in due periodi della sua vita: durante l’adolescenza e a trent’anni. E proprio lei all’inizio del romanzo dice:

<< Ho composto questo scritto in due fasi alquanto diverse della mia vita. La parte iniziale è stata redatta a mano in piena adolescenza, quando i ragazzi sognano e si fanno fermare dai loro stessi desideri…..La seconda parte l’ho partorita a trent’anni, subito dopo aver partorito mia figlia. >>

Un romanzo questo, ovviamente  per dei giovani lettori, ma che un lettore un po’ più avanti negli anni, come me, può apprezzare molto. Ed io infatti l’ho molto apprezzato. Mi sono ritrovata a ripensare alla mia adolescenza e mi sono rivista in alcune cose della protagonista. Ma la cosa che ho apprezzato ancor di più è la freschezza con cui è stato scritto questo libro. Uno stile, quello di Sara Sajeva, giovane e dinamico,per niente noioso nè banale. Un modo di scrivere che cattura il lettore per la sua leggerezza. Tratta gli argomenti con estrema delicatezza, riesce a descrivere i personaggi dettagliatamente, anche per quanto riguarda gli aspetti psicologici. Attraverso le sue parole riusciamo a cogliere tutte le emozioni, le sensazioni, gli stati d’animo della protagonista. Riusciamo ad immedesimarci nella vita di Sara con molta facilità. E ci si ritrova a provare il suo stesso senso di malinconia, le sue ansie, le sue paure. Ma la scrittrice ci fa capire che tutto può cambiare. E come? Partendo da se stessi. Bisogna amare se stessi per riuscire a stare bene in questo mondo insieme agli altri.

….quella spinta irrinunciabile alla vita che ti aiuta a non sprofondare, di trovare il mezzo di espressione più congeniale che ti permetta di trasmettere i tuoi messaggi e sintonizzarti con il resto del mondo entrando in armonia con esso e, allo stesso tempo contribuendo alla sua armonia, per sentirsi parte attiva di un progetto più grande che è la vita stessa. Contribuire all’armonia del tutto è quindi, principalmente, contribuire al bello, non certo in senso estetico ma in senso assoluto, come il bello di un’opera d’arte, di un figlio che cresce, di una parola detta o scritta…..

Ve lo consiglio. Se siete giovani perché vi aiuterà a capire un po’ di più voi stessi. Se siete meno giovani vi aiuterà a capire un po’ di più gli adolescenti….,e perché no, anche un po’ di più voi stessi.

Buona lettura

Sara Sajeva è artista e scrittrice, “Le età infelici”, edito da Castelvecchi, è il suo primo romanzo. Vive a Todi, in Umbria, ed i suoi quadri sono oggetto di mostre dentro e fuori il territorio nazionale.e scrittrice, “Le età infelici”, edito da Castelvecchi, è il suo primo romanzo. Vive a Todi, in Umbria, ed i suoi quadri sono oggetto di mostre dentro e fuori il territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: