Le donne di casa Blackwood Book Cover Le donne di casa Blackwood
Ellen Marie Wiseman
Narrativa
New Compton Editori
Maggio 2018
ebook, cartaceo
382

Una sera dell’estate del 1931 Lilly Blackwood intravede le luci abbaglianti del circo dalla finestra spiovente della sua camera da letto. Non ha il permesso di esplorare i dintorni della casa. Non è neanche mai uscita dalla sua stanza all’ultimo piano. Sua madre sostiene che sia per il suo bene e che le persone si spaventerebbero se la vedessero. Ma quella notte calda e stellata è destinata a cambiare ogni cosa: Lilly esce dalla sua prigione e si dirige verso il tendone del circo. Più di vent’anni dopo, la diciannovenne Julia Blackwood ha ereditato dai genitori la tenuta di famiglia e la casa adiacente. Per Julia, quello è un luogo di ricordi infelici, pieno di regole ferree e stanze proibite. Tornare lì dopo tanto tempo potrebbe aiutarla a liberarsi dai fantasmi del passato? Scavare a fondo tra i segreti di casa Blackwood porterà Julia a scoprire verità scabrose e tradimenti di cui si è macchiata la famiglia, perché la sua storia è intrecciata a quella di Lilly, in fuga per trovare la sua strada nel mondo duro, a volte brutale del Circo dei fratelli Barlow.

Da sempre sono affascinata dai libri che narrano storie di vita, soprattutto quando ci sono dei misteri dietro. E allora leggendo la trama di questo libro è nata in me la curiosità di vedere cosa c’era dietro a quelle donne di cui parlava la scrittrice. Le protagoniste sono due bambine prima, adolescenti e ragazze poi, che sono legate da un qualcosa che quasi fino alla fine del libro non si riesce a capire.

Il romanzo inizia narrando di Lily Blackwood, bambina di 9 anni che è tenuta chiusa in una stanza della soffitta di casa sua dalla madre perché ritenuta “un abominio”.

Le sbarre servono per proteggerti”, aveva detto. “Se qualcuno riesce a entrare e ti vede, si spaventerà e ti farà del male”.

Si alternano le storie di Lily e Julia, una nel 1931, l’altra nel 1956. Julia è una ragazza scappata da una casa piena di regole assurde, quasi maniacali di una madre rigida e severa che le da la colpa perfino della morte di suo padre.

“Da quando tre anni addietro era scappata di casa, l’insidioso scorrere del tempo aveva lasciato traccia sui suoi zigomi sporgenti, e sui cerchi scuri sotto gli occhi. La pelle, un tempo liscia e abbronzata, era diventata pallida e porosa per la carenza di sonno e di luce solare.

La madre di Lily la vende ad un circo che la farà esibire come fenomeno da baraccone per tanti anni, finché non si scoprirà, grazie anche all’amore di un ragazzo, della sua empatia con gli animali, in particolar modo con gli elefanti. Proprio questi, fonte di tantissima gioia, saranno la causa di una fine tristissima.

Più di ogni altra cosa, voleva entrare in quel box e consolare l’elefante, accarezzargli la testa e spiegargli che lo sapeva anche lei cosa significava vivere come carcerati ma continuare lo stesso ad amare chi ti faceva male.”

La storia di Julia continua con un lascito ed in questo momento scopriamo il legame tra le due donne: la madre, Coralline. Quest’ultima le ha lasciato in eredità la casa, a condizione che Julia vi rimanga a vivere per sempre. Ed è proprio grazie alla casa che si sveleranno i vari segreti e misteri del romanzo. Romanzo ricco di colpi di scena, a volte cruento e a volte triste, romantico e misterioso allo stesso tempo. La capacità della scrittrice è stata quella di riuscire a fondere mistero, suspense, dramma e dolcezza senza rendere nessuno di questi aspetti pesanti. La sua scrittura fluida, anche se molto attenta nelle descrizioni, rende la lettura veloce e semplice. Le varie descrizioni sono così dettagliate che portano facilmente il lettore ad immaginare le scene, specialmente per quanto riguarda il circo e la vita che si svolge sotto al tendone. Intorno alle due protagoniste vi sono altri personaggi: alcuni crudeli e vigliacchi, altri dolci e sensibili. Tutti però contribuiscono a rendere la storia più affascinante e accattivante.

“Aveva sentito dire che chi fa male a qualcuno ha subìto a sua volta del male. Non credeva neanche a questo.

Punto un po’ dolente: il finale. Per quanto risolutivo del mistero, mi è sembrato molto sbrigativo e con pochi dettagli rispetto al resto del libro.

A proposito di mistero: che cos’è che rende Lily un “abominio” tanto da farla esibire in un circo come fenomeno da baraccone?

Lei è… Buona lettura.

AUTORE

Ellen Marie Wiseman

Ellen Marie Wiseman è nata e cresciuta in un piccolo paesino nello Stato di New York. Attualmente vive sulle rive del lago Ontario con il marito. Ha scritto il suo romanzo d’esordio, La stagione dei ricordi perduti, pubblicato in Italia dalla Newton Compton, ispirandosi alle storie dei nonni e dei genitori, emigrati negli Stati Uniti dopo aver conosciuto gli orrori della seconda guerra mondiale e dello sterminio. Le donne di casa Blackwood è già un successo internazionale.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: